Il sistema nervoso autonomo

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1.5 (2)
Download:184
Data:13.11.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sistema-nervoso-autonomo_1.zip (Dimensione: 3.9 Kb)
trucheck.it_il-sistema-nervoso-autonomo.doc     22 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

SISTEMA NERVOSO AUTONOMO

Sistema a due neuroni. Il sistema nervoso autonomo agisce su tutto l’organismo andando ad eccitare o inibire i vari distretti. A seconda dei distretti il simpatico può inibire o eccitare allo stesso tempo.

ATTIVAZIONE del SIMPATICOC animale in stato d’emergenza.
Esempio con animale sotto forte dominanza del simpatico.
CUOREC aumento delle contrazioni per aumentare i nutrienti e l’ossigenazione.
APPARATO RESPIRATORIOA muscolatura bronchiale che induce una dilatazione per ottenere una migliore efficienza respiratoria.
DISTRETTO VASCOLARED comportamento diverso a seconda del distretto, sangue indirizzato verso le coronarie e i muscoli attraverso la vasodilatazione. Vasocostrizione dei vasi dell’apparato digerente e del tessuto cutaneo. Dilatazione del foro pupillare (midriasi).

PARASIMAPTICO
In genere fa il contrario del simpatico. Deprime l’attività cardiaca, eccita il tubo digerente, provoca la miosi del foro pupillare (restringimento).
I due sistemi coesistono nei vari distretti, anche se, per ogni distretto, uno ha più importanza dell’altro.
Es. nel cuore il simpatico predomina==> aumentando o riducendo il suo segnale, provoca un aumento o una riduzione dell’attività cardiaca. Le variazioni dovute agli aggiustamenti quotidiani sono quasi totalmente attribuibili al simpatico.
Nell’apparato digerente, predomina il parasimpatico==> se abbiamo produzione di succo gastrico è il parasimpatico che stimola, ma se la produzione cessa è perché termina la stimolazione, non perché è intervenuto il simpatico.

PARASIMAPTICO
Il primo neurone è molto lungo, mentre il secondo neurone, molto breve, si sviluppa nell’ambito dell’organo bersaglio. Nel simpatico è il secondo neurone ad essere lungo.

Il parasimpatico si esprime a livello dei nervi cranici, in particolare nel nervo facciale per la componente salivare, inoltre, tutti gli organi interni sono di competenza del nervo vago (primo neurone). La componente caudale del parasimpatico si occupa del tubo digerente e della contrazione della vescica urinaria.

SIMPATICO
Primo tratto fuoriesce a livello del tratto toracico e di quello lombare (corno laterale). Il primo neurone è breve e fa sinapsi con il secondo neurone a livello di una catena gangliare (CATENA PARAVERTEBRALE). Dal primo metamero fuoriesce il nervo che poi terminerà, con il secondo neurone, a livello dell’occhio per espletare la midriasi.
Non sempre il primo neurone si porta nella catena prevertebrale, ma l’attraversa e si porta in gangli prevertebrali, dove fa sinapsi con il secondo neurone.

Quando il parasimpatico si attiva, nella seconda sinapsi troviamo acetilcolina, mentre il simpatico libera noradrenalina. La loro cooperazione determina un certo livello d’attività.
In stato d’emergenza tutto il sistema simpatico si attiva e induce un’attivazione generalizzata dell’organismo, allo stato di tranquillità può intervenire solo dove serve (buiot midriasi).
Per garantire la generalizzazione utilizza una tecnica particolareP i primi neuroni si portano fino alle cellule della midollare del surrene, che libera il mediatore (noradrenalina) nel sangue, in modo da raggiungere tutti i distretti rapidamente.

L’iperattività del parasimpatico può avvenire quando un individuo è colpito da anticolinesterasi (gas nervino)L nello spazio sinaptico permane l’acetilcolina==> sembra che il parasimpatico sia attivo e stimoli continuamente i recettori.

Esempio



  



Come usare