La Francia ai tempi del Re Sole

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

2 (2)
Download:152
Data:15.10.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
francia-tempi-re-sole_1.zip (Dimensione: 4.86 Kb)
trucheck.it_la-francia-ai-tempi-del-re-sole.doc     25 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La Francia del Re Sole
Prima di Luigi XIV c’è il cardinale Mazarino ( circa per 18 anni), il re sale al trono alla sua morte nel 1661 e regna per 54 anni di cui 30 impegnato in guerre. E’ L’epoca della monarchia assoluta per antonomasia ma i ceti privilegiati non spariscono benché sottomessi dal re. Nel 1661 Luigi convoca i 3 principali consiglieri e assicura che non nominerà primi ministri (come Richelieu e Mazarino).
Struttura di governo
Il re decide di avere solo 4 o 5 consiglieri, infatti nel governo ci sono solo 100 persone di cui 30 intendenti (plenipotenziari), cioè rappresentanti; 1000 tra segretari e avvocati per avere un governo centralizzato al massimo. La polizia militare contava circa 2000 cavalieri.
Ci sono 3 istituzioni:
1. Conseil d’Etat hen aut, ovvero il Massimo Consiglio di Stato, composto da re e ministri ( della guerra, delle finanze, dell’estero).
2. Gran Consiglio, ovvero la Corte Suprema.
3. Consiglio degli Spacci, ovvero degli affari correnti.
Gli intendenti nominati dal re hanno pieni poteri ( i governatori provinciali e parlamentari passano in secondo piano) e si creano nuove nobiltà. I parlamenti erano istituti giudiziari, corti, non avevano potere legislativo.
Luigi nomina come Ministro delle Finanze J. B. Colbert, che applica una politica di tipo mercantilistico dal 1662 per risolvere il problema del dissesto del bilancio. Innanzitutto istituisce la Camera di Giustizia per recuperare le perdite degli ultimi 9 anni, riesce a recuperare 120 milioni di franchi (ovvero 3 volte il costo di Versailles). Attua una politica economica mirata a favorire tutta la potenzialità politica ( protezionismo di grandi manifatture come le ceramiche). Tassa tutti i ceti, ma rimangono i privilegi. Rivaleggia con l’Olanda (potenza militare notevole). Nel 1660 se la Francia poteva contare 200 componenti nella marina contro i 1200 dell’Olanda significa che Colbert potenzia la marina fino ad arrivare a 500, poi decide di fondare la Compagnie. Attua una grande riforma dell’esercito poiché dal 1661 al 1691 i soldati francesi da 4000 salgono a 5 milioni di cui molti in servizio permanente, c’è il “Corpo del Genio” con Vauban, potenzia l’artiglieria e l’ Olanda per difendersi è costretta ad abbattere le dighe.

Cultura
Luigi assoggetta a se la cultura, la controlla, usa la censura come strumento di propaganda per magnificare il suo regno ( Versailles, ha depotenziato la nobiltà facendole fare una vita sfarzosa, la corte doveva dunque stare al suo posto). L’ Academie Française ( gloria per il sovrano anche attraverso l’architettura) nel 1661 viene finanziata e poi statalizzata.
Religione
Cattolicesimo con valore gallicano. Da sempre tentano di sottomettere la Chiesa e scoppia un conflitto che si concluderà nell’ ’82. Con i protestanti c’è stato l’editto di Nantes, hanno la libertà di culto,ma nel 1685 c’è la Dichiarazione di Fontembleu in cui si rivendica l’ Editto e si perseguitano glli ugonotti. Gli scomunicati si ribellano. Luigi odia i giansenisti ( cattolici vicini ai calvinisti in cui si accentua la predestinazione, cioè si esalta la grazia) come Blaise Pascal, molto rigorosi e assolutistici, nel 1710 sarà fatta radere al suolo la loro abbazia. Blaise era stato condannato dal papa nel 1653 col loro intervento.
Guerre
Le guerre importanti sono 5, divise in due fasi:
1. 1665-1684 in cui Luigi otterrà 3 successi militari.
2. 1685-1714 in cui invece sarà sconfitto.
Il tentativo di egemonia sull’ Europa fallirà, sarà sempre importante ma verrà ridimensionato.
1. Guerra di devoluzione, Guerra contro le Province Unite, Guerra delle Piccole Conquiste.
2. Guerra della Lega d’ Augusta, Guerra di successione spagnola ( 1701, verranno stipulati il Trattato di Utrecht del 1713 e quello di Rastat del 1714)

Esempio