Drumont primo nazionalista antisemita

Materie:Tema
Categoria:Storia
Download:110
Data:28.03.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
drumont-primo-nazionalista-antisemita_1.zip (Dimensione: 3.65 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_drumont-primo-nazionalista-antisemita.doc     21.5 Kb



Testo

Drumont primo nazionalista antisemita

La nascita del movimento nazionalista risale già al periodo subito conseguente alla rivoluzione francese. In quei mesi le classi sociali più ricche iniziarono ad elaborare un sistema di società basato sulla divisione in classi della popolazione in cui alcune sono destinate a prevalere sulle altre. Questa teoria, diffusasi molto rapidamente in tutta Europa, subì numerose elaborazioni da parte degli intellettuali del tempo ognuna delle quali s’interessava di un aspetto particolare della teoria nazionalista. Uno dei suddetti studiosi, Drumont , elaborò una propria teoria secondo la quale il male della razza pura (ariana) e da ricercare nel mescolarsi di quest’ ultima con quella ebrea. Da questa affermazione partirà tutta una concezione antisemita secondo la quale gli ebrei porteranno la razza ariana alla rovina se non verranno cacciati il più presto possibile dalla Francia. Nelle sue opere traspare tutta la concezione antisemita. Un esempio lampante ne è “ la Francia giudea” in cui s’individua negli ebrei l’elemento degeneratore della razza bianca. Anche nel suo giornale, “libre parole” Drumont continua la sua opera di diffamazione antisemita. Egli inoltre fomenta la classe operaia e quella contadina a sollevarsi e a riappropriarsi delle terre rubate a loro stessi da quel popolo tanto maligno. Secondo lo scrittore, le terre che appartengono francesi ebrei sono estesissime e quindi un loro utilizzo a favore delle classi più povere del popolo francese comporterebbe un notevole miglioramento dell’ economia di tutto lo stato. L’antisemitismo drumontiano,però, non è da accorpare a quello di tutta la chiesa cattolica del tempo. Egli infatti vedeva nei cattolici una classe debole e soggiogata essa stessa al potere degli ebrei. Non era quindi la religione cattolica a permettergli di riconoscere un ebreo e trattarlo come tale. Com’è noto,infatti, Drumont era un non-credente. Il mezzo attraverso il quale egli riconosceva un “divulgatore della fede ebraica” era il loro stesso aspetto fisico. La loro malignità infatti comportava delle modificazioni a livello corporeo. Anche se,tali modificazioni , sono dei semplici tratti somatici peculiari alla razza ebrea, essi vengono usati contro gli ebrei stessi. Ad esempio il naso adunco o lo sguardo fuggevole,le orecchie sporgenti e tanti piccoli tratti caratteristici di questo popolo vengono divulgati a mò di identikit del maligno da evitare e perseguitare.
De Sena Emanuele VC sc.

Esempio



  



Come usare