"Il sabato del villaggio" di Leopardi: parafrasi

Materie:Appunti
Categoria:Letteratura

Voto:

1 (3)
Download:488
Data:05.05.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sabato-villaggio-leopardi-parafrasi_1.zip (Dimensione: 3.61 Kb)
trucheck.it_il-sabato-del-villaggio-di-leopardi:-parafrasi.doc     23 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

Giacomo Leopardi “Il sabato del villaggio”

PARAFRASI

Il poeta in questa lirica parla della vita che si conduce di sabato nel suo villaggio. Egli dice che tutte le persone del villaggio aspettano con ansia e desiderio la domenica.
La fanciulla ritorna dalla campagna al tramontar del sole, portando un fascio d’erba e tiene in mano un mazzolino di rose e di viole che le servono per abbellirsi il petto e i capelli nel giorno di festa.
Intanto sulle scale siede la vecchierella a filar mentre da lontano ella vede tramontare il sole e racconta alle sue amiche della sua fanciullezza, quando anch’ella si preparava la domenica e giovane e bella andava a ballare con i suoi amici. Ormai il cielo inizia a scurirsi, il cielo sereno torna azzurro, e al biancheggiare della giovane luna ritornano giù dai colli e dalle case le ombre. Ora la campana dà segno della festa che sta arrivando; e a quel suono, diresti che ilo cuore si consola.
I fanciulli gridando in gruppo sulla piazzola, e saltando di qua e di là fanno un rumore allegro: e intanto il contadino ritorna fischiando alla sua povera casa, e fra se pensa al giorno del suo riposo.
Poi quando intorno è spenta ogni altra luce, e tutto il resto tace, puoi sentire i martello picchiare, senti la sega del falegname, che sveglio nella sua bottega chiusa, alla luce della lucerna, si affretta e si da fare per finire il lavoro prima della luce dell’alba.
Questo è il giorno più gradito di tutti e sette, pieno di speranza e di gioia: domani le ore porteranno tristezza e noia, e ognuno ritornerà a pensare al consueto lavoro.
Ragazzo allegro, questa età fiorita è come un giorno pieno di felicità, giorno chiaro, sereno, che arriva prima della festa della tua vita. Sii felice o fanciullo , questa è una condizione beata, una stagione lieta.

ANALISI

Dal punto di vista strutturale, la poesia può essere divisa in due parti, in strofe idilliche e strofe di argomento morale, nettamente differenti per contenuto e tono; formano le strofe a carattere idillico dal verso 1 al verso 30; invece, formano le strofe a carattere morale dal verso 31 al verso 51.
A livello tematico, il poeta espone la teoria in base alla quale il piacere consiste solo nell’attesa, poi regolarmente delusa, del compiersi delle nostre speranze. A livello di rappresentazione, questo concetto è affidato al contrasto fra il sabato e la domenica.
La giovinezza è considerata da Leopardi un’età felice perché è un periodo dove si fanno esperienze della vita e si compie un percorso di crescita e di maturazione.
I personaggi che compaiono nella poesia non sono soltanto delineati in modo realistico ma hanno un significato simbolico.
Nell’idillio “ A Silvia “, il poeta parla della giovinezza; tra questa poesia e l’altra, egli ha sviluppato il tema nello stesso modo.
Il lessico è semplice e facilmente comprensibile, tuttavia non mancano termini meno consueti, appartenenti al registro letterario.
Nei versi 36-37 c’è una rima al mezzo, ADOPRA-OPRA. Nei versi 50-51 contengono un enjambement.

Esempio



  



Come usare