L'ombra del vento - Carlos Ruiz Zafon

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1.3 (4)
Download:1299
Data:25.07.2007
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
ombra-vento-carlos-ruiz-zafon_1.zip (Dimensione: 6.18 Kb)
trucheck.it_l-ombra-del-vento--carlos-ruiz-zafon.doc     27.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

L'OMBRA DEL VENTO di Carlos Ruiz Zafon

· RIASSUNTO
Un negoziante di libri usati porta suo figlio Daniel al Cimitero dei Libri Dimenticati, dove questo ne sceglie uno promettendo di custodirlo per sempre, come la regola vuole. Cercando notizie sull'autore di quel libro Daniel scopre una storia complicata che sembra sempre incompleta, nonostante le continue ricerche, e così "riporta alla vita" l'autore, un certo Julian Carax, e le sue parole. Alla fine le loro vite si incontreranno, ogni domanda troverà una risposta ed ogni situazione troverà la giusta collocazione nella vicenda.

· COMMENTO
Un cimitero. Tutto inizia in un cimitero, più precisamente, un cimitero di libri. Un giorno il proprietario di un negozio di libri usati decide di portare suo figlio Daniel, di undici anni, nel Cimitero dei Libri Dimenticati. Il palazzo, pieno di libri in varie lingue, libri che nessuno ricorda ma che sono stati i migliori amici di qualcuno e che hanno fatto sognare qualcun altro, ha un che di magico: è come se si potessero percepire le anime di quei libri e di chi li ha scritti.
Quel giorno Daniel era lì per scegliere un libro e custodirlo per sempre, donando nuova vita alle parole impresse sulle sue pagine,un po' ingiallite dal tempo. Daniel l'aveva trovato: "L'Ombra del Vento" di Juliàn Carax. Dopo averlo letto la notte stessa, Daniel inizia a cercare notizie sull'autore e, da questa sua volontà di sapere sempre di più sulla persona che ha scritto il libro, che lo ha tenuto sveglio un'intera notte, si sviluppa una vicenda che coinvolgerà sempre più persone.
Dopo essersi innamorato di una ragazza più grande di lui, Clara Barcelò, e un giorno essere sbattuto fuori da casa della ragazza, dal suo maestro di pianoforte, che aveva una relazione con la giovane, Daniel trova in un vagabondo un amico sincero.
Fermìn Romero De Torres, che si scoprirà non essere il suo vero nome, un tempo lavorava come spia e sorvegliava i tipi più pericolosi che spuntano in tempo di guerra: ad esempio Janvier Fumero, un pistolero senza scrupoli che, alla caduta di Barcellona, aveva catturato Fermìn e, torturandolo con la fiamma ossidrica, si era fatto rivelare i nomi dei suoi superiori. Da allora Fermìn si considera un traditore e, dopo aver passato molto tempo in prigione, diviene un vagabondo e si dà all'alcool, l'unica "medicina" facile da procurarsi, sperando che un giorno sarebbe finalmente morto.
Fermìn non smette mai di ringraziare Daniel e suo padre per averlo accolto nella libreria e avergli dato fiducia e cerca di fare del suo meglio per aiutarli, per rendersi utile.
Col tempo è diventato il migliore amico di Daniel, la persona che più lo capisce, che riesce sempre a dargli i consigli giusti e che non lo giudica mai. Fermìn inoltre asseconda il ragazzo nelle sue ricerche e lo aiuta a trovare informazioni su Carax.
Un altro personaggio molto importante nel romanzo è Beatriz Aguilar. Beatriz è la sorella del migliore amico d'infanzia di Daniel ed il ragazzo si innamora di lei. All'inizio i due iniziano a frequentarsi di nascosto, dato che Bea è fidanzata con un ragazzo che sta facendo il servizio militare, e da questi incontri clandestini nasce una storia d'amore che compromette l'amicizia tra Daniel e Tomàs Aguilar. I due continuano a vedersi, ma un giorno il padre di lei scopre dei loro incontri e le proibisce di stare con lui.
È molto interessante notare come le vie dei due protagonisti, Daniel e Juliàn, siano incredibilmente simili. È come se la storia di Juliàn si ripetesse per Daniel; le due vicende sono quasi identiche.
Lo scrittore è figlio di un cappellaio e non è ricco; un uomo, nonché uno degli uomini più ricchi di Barcellona, Don Ricardo Aldaya, un giorno decide di far conoscere al ragazzo suo figlio Jorge; i due diventano amici e intanto Juliàn si innamora di sua sorella Penèlope, una splendida ragazza, seguita in ogni cosa dalla governante Jacinta con la quale ha un bellissimo rapporto.
Il padre di Jorge fa in modo che Juliàn venga ammesso alla stessa scuola di suo figlio dove si fa degli amici, tra i quali un certo Miquèl Molinere, che molti anni più tardi lo aiuterà a fuggire e gli salverà la vita. Il ragazzo inizia a frequentare sempre più spesso casa Aldaya, più per vedere la ragazza che per passare del tempo con l'amico. Nessuno si era accorto dei giochi di sguardi tra i due giovani, nessuno tranne Jacinta, che faceva di tutto per aiutarli a vedersi da soli e che temeva per loro perché sapeva che cosa sarebbe successo se Don Ricardo avesse scoperto quella relazione.
Qualche anno dopo Juliàn confessa a Miquèl di voler fuggire con Penèlope e l'amico decide di aiutarlo. Il giorno in cui Juliàn si reca a casa della ragazza per illustrarle il piano, la madre di Penèlope li sorprende in camera di Jacinta, mentre Juliàn si stava rivestendo.
Così il ragazzo é costretto a fuggire e il giorno prestabilito parte senza Penèlope, rinchiusa da suo padre in una camera, dove lei morirà dopo aver partorito un bambino, senza nessuno ad assisterla.
Juliàn, trasferitosi a Parigi, scrive romanzi che vengono pubblicati senza, però, ottenere alcun successo e parecchi anni più tardi torna a Barcellona dove scopre che Penèlope é morta dopo aver dato alla luce suo figlio.
Juliàn inizia ad odiare i suoi libri, che ha sempre dedicato alla donna che amava profondamente, e una notte va nel magazzino della casa editrice e brucia tutti i suoi romanzi; in quello stesso incendio rimane sfigurato. Da quel giorno, durante la notte, continua ad andare in giro, con il nome di Lain Coubert, a cercare copie di quei libri per bruciarle, finché un giorno si reca da un ragazzo che possiede ancore la sua copia de "L'Ombra del Vento" e gli intima di consegnargliela. Quel ragazzo é Daniel.
Da questo momento le loro storie si incrociano fino a quando una sera Daniel si reca a casa di Bea e Tomàs gli dice che é scappata e che é incinta; Daniel sa dove trovarla: alla vecchia casa degli Aldaya, luogo dei loro incontri clandestini. Così va alla casa e la trova nella stanza che una volta era stata di Penèlope: Bea è spaventata e gli spiega che quando è arrivata è stata accolta da Juliàn che le ha dato da mangiare,le ha raccontato molte cose e le ha detto che presto sarebbe arrivato anche Daniel; le ha inoltre raccomandato di non uscire dalla stanza perché il ragazzo avrebbe portato qualcuno con sé e lui lo avrebbe aspettato in biblioteca. A quel punto Daniel si affaccia sulla scala e scorge l'ombra di Fumero che l'ha seguito, così senza far rumore entra in biblioteca dove Fumero gli punta la pistola contro intimandogli di rivelargli il nascondiglio di Juliàn, che però arriva all'improvviso, lo afferra e gli strappa via la pistola. Quando Fumero riesce a liberarsi punta l'arma contro lo scrittore ma Daniel si lancia sull'ispettore e parte un colpo dalla pistola che lo colpisce in pieno; mentre il ragazzo é steso a terra arriva anche Bea e Juliàn riesce ad uccidere Fumero.
Il romanzo termina con un breve scorcio sulla vita dei personaggi: Daniel e Bea si sono sposati e così anche Fermìn e Bernarda, la governante di Clara; la vecchia casa Aldaya é diventata la sede di un'agenzia pubblicitaria e Juliàn ha ricominciato a scrivere dedicando i suoi libri a Bea e Daniel.
Questo libro mi é piaciuto molto perché parla di amicizia, di amore, di gelosia e di rivalità mai risolte, inoltre con la sua avvincente storia riesce benissimo a catturare l'attenzione del lettore, trascinandolo nella vicenda parola dopo parola.

Peruffo Marianna

Esempio



  



Come usare