I mezzi di comunicazione di massa: tema svolto

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:3773
Data:21.04.2005
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
mezzi-comunicazione-massa-tema-svolto_1.zip (Dimensione: 4.66 Kb)
trucheck.it_i-mezzi-di-comunicazione-di-massa:-tema-svolto.doc     24.5 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

QUALI ESEMPI LA SOCIETA’ MODERNA FORNISCE AI GIOVANI, SPECIE ATTRAVERSO I MEZZI DI COMUNICAZIONE DI MASSA, E COME LI GIUDICATE?

Oggi i mezzi di comunicazione di massa tendono a minimizzare, semplificare, coinvolgere psicologicamente le giovani menti di soggetti in età evolutiva.
Questi sono oggetto di trasmissione di stereotipi di cose, persone, azioni e modi di vita, e di comunicazione di eventi più o meno tragici che coinvolgono emotivamente, psicologicamente e fisicamente il pubblico preferito dai mezzi di comunicazione di massa, ciò vale a dire i bambini e gli adolescenti.
Questi trovano nei mezzi una sorte di passatempo e intrattenimento, ed essendo più vulnerabili, con una mente non perfettamente abile nel costruirsi e posizionare nel giusto posto proprie idee, viene innescato in loro un processo di desensibilizzazione e incredibile imitazione, ignorando e sottovalutando ciò che si sta compiendo, di tutto ciò che viene trasmesso.
I principali mezzi di comunicazione di massa sono la televisione e il giornale.
La televisione tratta una varietà di argomenti che possono essere divisi in telegiornale, pubblicità, film o cartoni animati, video musicali o il mondo dello spettacolo.
I temi più frequenti trattati nel telegiornale come nei giornali sono gli atti di terrorismo, gli omicidi, i suicidi, gli abusi e violenze su persone, animali e cose, e la guerra con bambini addestrati a uccidere e a morire.
In particolare l’ultimo desta molti problemi sui ragazzi che possono reagire passivamente, cioè nasce in loro una sorta di timore e angoscia che li perseguita e che può traumatizzarli, oppure attivamente, cioè viene attivata una sorta di imitazione sia comportamentale che fisica, in cui assumo un comportamento oltraggioso che si manifesta con persone o animali, o un atteggiamento violento, nervoso anche isterico con tutto ciò che possa capitare davanti al ragazzo.
Uno degli argomenti che riesce in un certo senso ipnotizzare gli spettatori è la pubblicità.
Con essa, a causa della grande concorrenza, viene dato sfogo all’esposizione e esaltazione di persone e tantissimi prodotti, apparentemente utili, confondendo e facendo comprare cose anche al pubblico adulto.
Ciò è dovuto all’impostazione dello spot pubblicitario, il quale, attraverso un gioco di immagini,di persone a seconda del tipo di pubblicità, ripetizioni di determinate parole, luci e suoni a incantare chiunque, facendo credere alle persone che quello che hai comprato è migliore.
Con questo ci si approfitta dei ragazzi che trovandosi in una fase di vita in cui vogliono di misurarsi con il mondo, per sentirsi qualcuno, soddisfatti, per avere qualcosa in comune agli altri o in più degli altri, per avere una modalità o qualità di esistenza migliore, si fanno abbindolare, credendo che quello vedono attraverso quei spot sia il giusto mondo.
Ma non lo è, e viene così a formarsi un distacco dal modo vero e proprio che li espone maggiormente alla realtà senza possibilità di salvaguardarsi, facendo guadagnare lo Stato attraverso un fenomeno molto diffuso nei paesi occidentali, cioè il consumismo.
Anche i cartoni animati, e film soprattutto, hanno una certa importanza. Infatti vengono trasmessi film con temi banali o violenti, sono pochi i film che riescono a sensibilizzare di più le persone.
Ci sono film bellici, comici e d’amore, che non dico non debbano essere trasmessi, ma dovrebbero essere di meno e lasciare spazio a quelli più educativi, perché come per i telegiornali si tende a imitare le azioni e i modi di pensare.
Se l’effetto che avessero i film sui ragazzi fosse lo stesso con i quelli educativi, allora la società odierna sarebbe molto più intelligente e reattiva.
Ma la trasmissione di film stupidi, non ha pari con il mondo dello spettacolo in cui la maggior parte dei programmi intrattenitivi sono banali e a volte ridicoli, ma questo non ha importanza perchè il vero motivo per cui intrattengono è il tipo di persone che ci lavorano.
Infatti la regola pare sia l’assunzione di conduttori, veline, letterine, ballerine perfette esteticamente, ma con poco cervello e questo reca danno specialmente agli adolescenti che attraversano un periodo di vita che comporta un cambiamento del proprio corpo e della sua successiva e difficile accettazione. Proprio per questo trovando nel mondo dello spettacolo e in uno dei loro preferiti passatempi , cioè la musica e quindi i video musicali, determinati stereotipi di bellezza, si creano fissazioni che, a volte, pur di raggiungere adottano metodi pericolosi e drastici come diete e operazioni di chirurgia plastica. In più se non riescono a raggiungere il loro scopo e si sentono depressi, non si accettano, vanno a cercare quelle soluzioni che ti fanno dimenticare per un po’ il problema come la droga e l’acool. Infine perennemente ossessionati dal problema trovano una soluzione estrema, cioè la morte.
Vivendo in una società moderna sarebbe impossibile vietare ai ragazzi di farsi imbrogliare da tutto ciò perché sempre più nascono nuove tecnologie, ad esempio internet, e non andrebbero al passo con i tempi, quindi sarebbe come non preparargli alla vita futura che gli attende.
Nonostante questo potrebbero essere educati a capire la differenza tra quel mondo da cui sono tanto affascinati con il mondo reale di tutti giorni e insegnati ai genitori che metodi adottare con i propri figli per evitare il peggio, come un uscita all’aria aperto e più movimento per diminuire la percentualità di obesità infantile e adolescenziale in Italia.

Esempio



  



Come usare