grammatica inglese completa

Materie:Appunti
Categoria:Inglese
Download:1049
Data:07.02.2007
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
grammatica-inglese-completa_1.zip (Dimensione: 35.25 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_grammatica-inglese-completa.doc     118.5 Kb



Testo

pron. personali sogg.
pron. person. compl.
agg. possessivi
pron. possessivi
I
me
my
mine
you
you
your
yours
he/she/it
him/her/it
his/her/its
his/hers
we
us
our
ours
you
you
your
yours
they
them
their
theirs
ARTICOLO INDETERMINATIVO/DETERMINATIVO
A/AN si usa:
• Quando si citano persone o oggetti per la prima volta (poi si usa il the)
• Davanti a nomi che indicano una PROFESSIONE, RELIGIONE, NAZIONALITA’
• Davanti a nomi che indicano le parti del corpo o l’abbigliamento
• Quando si indica una categoria di oggetti o persone
• DAVANTI A NOMI NUMERABILI
THE si usa davanti a nomi che indicano:
• Strumenti musicali
• Fiumi e mari
• Catene montuose
• Gruppi di persone
• Nazioni al plurale o che hanno Kingdom o Republic
THE NON si usa davanti a nomi che indicano:
• Titolo (Mrs. Mr. Miss. ecc)
• Cibo e bevande
• Materie scolastiche
• Lingue
• Giorni e mesi
• Pasti
• Sport
• Stati al singolare e città
• Laghi
• Montagne singole
• Non si usa quando si parla di persone e cose con significato generale
• Con gli anni e le ore
• Con aggettivi e pronomi possessivi
AGGETTIVI E PRONOMI PARTITIVI (Indicano una quantità imprecisata)
SOME nelle frasi affermative o se si offre o chiede qualcosa.
ANY nelle frasi negative e interrogative o quando si esprime un dubbio.
NO nelle frasi negative senza…………….
Some ed any si usano anche come pronomi con le stesse modalità degli aggettivi.
Il pronome negativo è NONE
QUANTIFICATORI
MOLTO
• very +aggettivo/avverbio
• a lot of/ plenty of + nome nelle frasi affermative
• much + nome singolare
• many + nome plurale in frase negativa ed interrogativa
• much, a lot, very much come avverbio
TROPPO
• too + aggettivo
• too much + nome numerabile o come pronome singolare
• too many + nome numerabile o come pronome
• too much come pronome

POCO
• Little + nome singolare o come pronome
• Few + nome plurale o come pronome
ABBASTANZA
• aggettivo/avverbio + enough
• enough + nome
• enough come pronome o avverbio
COMPARATIVI
MAGGIORANZA
UGUGLIANZA
MINORANZA
con agg/avv
agg/avv + er o more
as + agg/avv
less + agg/avv
con nomi sing
more + nome
as + nome
less + nome
con nomi plur
more + nome
as + nome
less + nome
termine di paragone
than
as
than
SUPERLATIVI RELATIVI
aggettivi/avverbi
secondo termine di paragone
superlativo di maggioranza
+ est o most + nome/agg/avv
of/among/in
superlativo di minoranza
least + nome/agg/avv
of/among/in
PREPOSIZIONI DI TEMPO
IN si usa con:
• i secoli
• le stagioni
• i mesi
• le parti del giorno
• e quando si indica tra quanto tempo
ON si usa con:
• i giorni della settimana
• le date con il giorno
• le festività (giorno)
AT si usa con:
• le ore
• alcuni momenti della giornata (at sunset…)
• le festività (periodo)
• alcune espressioni temporali (at the weekend..)
PREPOSIZIONI DI LUOGO
IN si usa con:
• continenti, stati, città
• le stanze e il giardino
• i punti cardinali
• i nomi delle strade
• country, town, mountains
• hospital, bed, prison
AT si usa con:
• le vie con il numero civico
• i negozi
• home, work
• seaside
• bottom, top, beginning, end
• station, airport, bus stop
• traffic lights, crossroads, roundabout
ON si usa con:
• i piani degli edifici
• coast, hill
• right, left
• espressioni che indicano “su/sopra”
• linee immaginarie
ALTRE PREPOSIZIONI DI LUOGO
OVER/ABOVE⇒ su/sopra senza contatto
ON⇒ sopra con contatto
UNDER⇒ sotto
NEXT⇒ vicino
NEXT TO/BESIDE⇒ vicino/accanto
OPPOSITE⇒ opposto/di fronte
BEHIND⇒ dietro
IN FRONT OF⇒ di fronte/davanti
BETWEEN⇒ fra cose/persone o gruppi di cose/persone
AMONG⇒ …………………………….
INSIDE⇒ dentro
OUTSIDE⇒ fuori

PREPOSIZIONI DI MOVIMENTO
FROM…TO⇒ da/a
OUT OF⇒ uscire
INTO⇒ entrare
THROUGH⇒ attraverso
ACROSS⇒ attraversare in linea retta
UP⇒ salire
DOWN⇒ scendere
AROUND⇒ attorno
ALONG⇒ lungo
AGAINST⇒ contrariamente
TOWARDS⇒ verso
NELLA CONIUGAZIONE DEL VERBO “TO HAVE” NON SI USA GOT NELLE FORME INTERROGATIVE E NEGATIVE E COME SINONIMO DI PRENDERE/MANGIARE/BERE.
I VERBI MODALI
• sono verbi che hanno solo alcune forme,
• sono uguali per tutte le persone,
• non richiedono l’uso degli ausiliari alla forma negativa e interrogativa.
IL VERBO MODALE “CAN”
INDICA:
• capacità,
• possibilità concreta,
• permesso in situazioni informali
La Forma Negativa È Can’t/Cannot
Un sinonimo da can è BE ABLE TO che non è un verbo modale e pertanto richiede l’uso degli ausiliari e sostituisce can ai tempi mancanti.
IL VERBO MODALE “MAY”
INDICA:
• possibilità,
• permesso in situazioni formali.
La Forma Negativa È May Not.
Un sinonimo da may è BE ALLOWED TO che non è un verbo modale e pertanto richiede l’uso degli ausiliari e sostituisce can ai tempi mancanti.

IL VERBO MODALE MUST
INDICA:
• dovere, imposizione, comando;
• suggerimento forte;
• obbligo sentito da che lo esprime;
• supposizione, opinione.
La Forma Negativa È Mustn’t.
Un sinonimo di must è HAVE TO che non è un verbo modale e pertanto richiede l’uso degli ausiliari e sostituisce can ai tempi mancanti.
MAKE, DO, GET, LET
MAKE e DO
Entrambi si traducono in italiano con”fare”.
Di norma però MAKE si usa nel senso di CREARE, COSTRUIRE, PREPARARE mentre DO viene usato nel significato più generico di FARE.
MAKE e LET
Entrambi si formano VERBO + COMPL + INFINITO (senza to) + AGGETTIVO
MAKE si usa per parlare di un obbligo o per forzare qualcuno a fare qualcosa oppure per parlare di una sensazione.
LET si usa per dare il permesso.
GET può significare:
comprare ricevere diventare guadagnare arrivare arrivare a prendere
AVVERBI ED ESPRESSIONI DI FREQUENZA
Gli avverbi come ALWAYS, OFTEN, NEVER, SELDOM, RARELY… si collocano con:
• i tempi “simple” prima del verbo
• con i tempi “simple” di to be dopo il verbo
• negli altri casi tra l’ausiliare e il verbo.
Le espressioni come ONCE/TWICE A DAY/WEEK oppure EVERY DAY/MONTH/YEAR si collocano all’inizio o alla fine di una frase.
IL PRESENT SIMPLE
Il present simple si forma:
• soggetto + forma base (+s alla III persona singolare) alla forma affermativa
• con l’ausiliare do /does + forma base alla forma interrogativa e negativa
In genere si usa il present simple per:
• azioni abituali o ripetitive
• fatti inalterati nel tempo
• stati d’animo o opinioni
• una successione di azioni
• avvenimenti anche futuri legati a orari.
IL PRESENT CONTINUOUS
Il present continuous si forma:
• soggetto +am/are/is + ing form del verbo alla forma affermativa
• la forma negativa e interrogativa si formano come quelle del present simple di to be.
Si usa il present continuous per esprimere:
• azioni in svolgimento nel momento in cui si parla
• azioni che si stanno svolgendo in una fotografia o un’immagine
NON si usa il present continuous con i verbi che indicano:
• volontà, percezione
• sentimento
• piacere o l’opposto
• conoscenza
• convincimento, idea
• possesso
IL PAST SIMPLE
Il past simple dei verbi regolari si forma :
• sogg. + forma base + ED per tutte le persone alla forma affermativa
• con l’ausiliare DID + forma base per la forma negativa e interrogativa
Il past simple dei verbi irregolari è sempre la seconda forma dl paradigma.
Il past simple indica un’azione che si è svolta e conclusa in una periodo di tempo totalmente trascorso. È accompagnato da espressioni come yesterday, the day bifore yestarday, in2001, in the XV century oppure contenenti LAST o AGO.
IL PRESENT PERFECT
Il present perfect dei verbi regolari si forma:
• sogg. + HAVE/HAS + participio passato (forma base del paradigma + ed/ terza forma del paradigma)
Il present perfect si usa per esprimere un’azione che si è svolta:
• in un tempo indeterminato (l’accento è posto non sul tempo ma sul risultato)
• in un tempo che non è ancora del tutto trascorso (today, this week, this morning)
• con avverbi di tempo come ALREADY, JUST, EVER, NEVER, YET, RECENTLY, LATELY.
IL PRESENT PERFECT CONTINUOUS
Il present perfect continuous si forma:
• sogg.+ HAVE/HAS BEEN + ing form del verbo per la forma affermativa
• sogg.+ HAVE/HAS NOT BEEN + ing form del verbo per la forma negativa
• HAVE/HAS + sogg. + BEEN + ing form del verbvo per la forma interrogativa
Il present perfect continuous si usa per:
• parlare di un’azione cominciata nel pasaato che è ancora in svolgimento o è appena finita
• esprimere un’azione da poco conclusa le cui conseguenze si vedono ancora nel presente
IL PAST CONTINUOUS
Il past continuous si forma
• sogg. + WAS/WERE + ing form del verbo per la forma affermativa
• le fome interrogativa e negativa sono uguali a quelle del past simple di to be.
Il past continuous si usa per:
• esprimere azioni in avvenimento nel momento in cui si parla
• descrivere
IL FUTURO CON SHALL/WILL
Si usa la forma:
• forma affermativa= WILL + forma base del verbo per tutte le persone (‘ll forma contratta)
• forma negativa= WILL + NOT + forma base (won’t forma contratta)
• forma interrogativa= WILL + sogg + forma base
IL FUTURO CON BE GOING TO
Il futuro con be going to si forma:
• sogg + AM/ARE/IS GOING TO + forma base del verbo per la forma affermativa
• sogg. + AM/ARE/IS NOT GOING TO + forma base del verbo per la forma negative
• AM/ARE/IS + GOING TO + forma base del verbo
Questa forma si usa per esprimere:
• un’intenzione già presa per il futuro
• qualcosa che sta per accadere, una conseguenza immediata di un’azione presente
IL FUTURO CON IL PRESENT SIMPLE E IL PRESENT CONTINUOUS
Si possono anche usare con riferimento ad azioni future il present simple il present continuous.
Il present simple si usa quando ci si riferisce a orari predefiniti; il present continuous si usa quando ci si riferisce a qualcosa di già organizzato o pianificato e si specifica il momento in cui si avvera.

Esempio