Contemperamento dei poteri (VI, 17)

Materie:Versione
Categoria:Greco

Voto:

2.5 (2)
Download:76
Data:01.12.2004
Numero di pagine:1
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
contemperamento-poteri-vi-17_1.zip (Dimensione: 9.54 Kb)
trucheck.it_contemperamento-dei-poteri-(vi,-17).doc     30.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

CONTEMPERAMENTO DI POTERI NELLA COSTITUZIONE ROMANA (III)
Il Senato ha il potere di definire tutte le questioni suddette; infatti può acconsentire proroghe, alleggerire le responsabilità quando si verifica una rovina, e perfino sciogliere dal contratto qualora uno sia diventato dissestato. Ci sono dunque molti casi in cui il Senato può gravemente danneggiare o viceversa favorire coloro che lavorano per lo Stato; infatti di fronte al Senato ha luogo il dibattito sulle suddette opere. Ma, ciò che è il più importante, dal Senato vengono scelti i giudici della maggior parte dei processi pubblici e privati, quanti presentano accuse di una certa gravità. Perciò tutti sono legati al Senato e, avendo paura dell'insicurezza del bisogno, si guardano dal fare opposizione e sabotaggio alle decisioni del Senato. Ugualmente con fatica si contrappongono al volere dei consoli, per il fatto che tutti sia singolarmente sia collettivamente ricadono sotto il loro potere durante le spedizioni belliche.

Esempio