Percorso su Asia

Materie:Appunti
Categoria:Geografia

Voto:

2.5 (2)
Download:111
Data:13.06.2006
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
percorso-asia_1.zip (Dimensione: 105.8 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_percorso-su-asia.doc     147 Kb



Testo

Argomento
Pag.
Contenuti
Le città Asiatiche
22
Caratteri vari: città che ricalcano lo stile delle metropoli nordamericane, come: Tokio e Singapore; metropoli in cui prevale il degrado come Calcutta, Bombay; Bangkok e città che hanno conservato il fascino dell’arte: Pechino e Lhasa.
I contrasti di Bangkok
26
Capitale della Thainlandia sul fiume Menan ha tre aspetti rilevanti;
1)convivono svariati gruppi etnici senza creare problemi;
2) creata su una e pianura percorsa dal fiume Menan è abitata da un latu su palafitte dall’altro sulla terra ferma;
3) possiede un patrimonio ricco di cultura e fascino ineguagliabile grazie ai suoi 400wat (templi Buddisti). La città può essere divisa in due parti da un lato la massa povera e dall’altro una classe ricca la quale opera spesso nel commercio illegale. Essa vive in quartieri residenziali protetta da vigilantes e in grattacieli che hanno rivoluzionato il paesaggio urbano.
Lhasa, la città degli dei
29
Sorge sulle montagne himalayane ed è il cuore del Buddismo tibetano, guidato per secoli dal Dalai-Lama. Solo nel sec. XIV alcuni missionari poterono raggiungerla. Per l’importanza strategica del Tibet, i Cinesi nel 1970 occuparono la città e proclamarono un protettorato, lasciando una certa indipendenza. Nel 1959 le truppe cinesi comuniste comuniste posero fine all’indipendenza, trasformando i templi in edifici amministrativi, incoraggiando l’immigrazione. L’occupazione cinese ha prodotto danni gravi e perseguitando un religione, fondata sui valori della persona umana e ferendo le tradizioni e i modi di vita di una popolazione pacifica: il Dalai, premio Nobel.
La Foresta Pluviale
80
Essa è presente nella fascia dell’equatore che si estende fin quasi i tropici. La temperatura è molto alta. Il clima equatoriale è caratterizzato dall’assenza di stagioni. Le precipitazioni sono molto abbondanti e sono uniformemente distribuite in tutto l’anno. Questa foresta viene chiamata pluviale proprio perché si genera grazie all’abbondanza di piogge: è presente un vegetazione ricca e lussureggiante.
Il Deserto Caldo
85
I deserti sono ambienti che possono presentare caratteristiche molto diverse, ma ne hanno una in comune: quella di essere un area anticiclonica, quindi la vegetazione è molto assente. La temperatura varia molto dal giorno alla notte passando da oltre 40°C a sotto zero. Lo sbalzo termico contribuisce a spaccare le rocce e, a formare nuove particelle di sabbia. La vegetazione del deserto è costituita per la maggior parte da piante che nascono annualmente. Molto diffuse sono le piante grasse le quali per sopravvivere riempiono il loro busto di acqua.
Le catene alimentari del deserto sono semplici perchè sia la vita vegetale che animale è molto ridotta. Al livello inferiore troviamo i rettili, pesci e anfibi che vivono nelle pozze d’acqua, al livello superiore vi sono i mammiferi, erbivori e carnivori. Tra gli erbivori il cammello, le gazzelle, pecore e roditori. Tra i carnivori vi sono il topo delle piramidi e diverse specie di volpi.
Il Deserto Freddo
108
Esso si forma nelle zone temperatee nei territori interni dove no arriva l’effetto del mare. Le temperature invernali sono molto rigide e in estarte escursioni diurna e notturna.
La Taiga
107
La Taiga è caratterizzato in prevalenza da foreste di conifere, che si estende nell’emisfero boreale e occupa le regioni settentrionali di Europa, Asia e America settentrionale. La taiga, delimitata a nord dalla tundra, copre le regioni subartiche del pianeta. Il clima freddo continentale di queste aree, caratterizzate da lunghi inverni rigidi e brevi estati secche, rende meno diversificata la vegetazione della taiga rispetto a quella di altri biomi.
La Tundra
124
La tundra artica dell'Eurasia e dell'America settentrionale è un bioma particolare, alla cui formazione concorrono una serie di caratteristiche peculiari dell'ambiente polare dell'emisfero settentrionale. Una di queste caratteristiche è il cosiddetto permafrost, cioè il terreno ghiacciato, che può raggiungere un centinaio di metri di profondità. Altra peculiarità della tundra artica è la scarsa energia della luce del Sole.
PERCORSO su ASIA
La Fascia dei Cereali
216
Si stende dall’Estremo Oriente fino al Sud Est asiatico e da qui alla Penisola Indiana. Le produzioni, soprattutto di riso sono considerevoli MA non sono sufficienti per soddisfare le esigenze della popolazione.
Paesi Sviluppati
227
Caratteri: sono a i primi posti nella graduatoria del PIL, la popolazione è concentrata in attività industriali di punta, in attività terziarie avanzate e nella ricerca scientifica. Sono paesi che costituiscono il motore economico dl mondo, ospitano le grandi megalopoli moderne. (GIAPPONE)
Sono Paesi che hanno impresso all’economia mondiale nuove strategie:
Anni 50’ l’internazionalizzazione delle economie (no dogane)
Anni 70’ creazioni di multinazionali
Anni 80’ globalizzazione, ossia la creazione di reti di industri di un determinato settore presenti in tutta le aree geografiche.
Paesi Produttori di Petrolio
228
I gruppi degli EMIRATI ARABI E QUATAR alto il PIL e ISU. Dipendono dal commercio, in scala mondiale, del petrolio.
Paesi in via di Sviluppo
229
231
AVVIATI AD UN’ INDUSTRIALIZZAZIONE MATURA: la CINA e l’INDIA che stanno registrando un forte sviluppo economico.
Paesi in via di Sviluppo
233
A SVILUPPO DEBOLE. Caratteri: considerevoli risorse naturali MA: SOLO industria estrattiva, agricoltura di piantagione, classe dirigente non preparata.
ASIA MERIDIONALE e SUD EST ASIATICO.
Pesi Sottosviluppati
234
Caratteri: non esistono risorse naturali.
ASIA MERIDIONALE: Afghanistan, Bangladesh, Buthan; SUD EST: Cambogia; ASIA CENTRALE: Mongolia.

Reti di Comunicazione

252
256
MATURE, cioè con un alto livello organizzativo, fitti collegamenti stadali, ferroviari e aerei SOLO IN GIAPPONE. La rete Ferroviaria forma un corridoio lungo il versante orientale del Pacifico; ponti che collegano le isole.
RETI IMPERFETTE esistono ma sono meno efficienti, caratterizzano i Pesi AVVIATI AD UN INDUSTRIALIZZAZIONE MATURA.
Il collegamento più importante e la ferrovia transiberiana, 9337 Km, da Mosca a Vladivostok, è una linea strategica militare ma anche per i container. Lungo la ferrovia sorgono grandi città e le più importanti aree industriali. Dalla Transiberiana si dirama la Transcapina e poi dal lago Bajkal due linee verso sud: una a Ulan Bator, capitale della Mongolia, e l’altra verso Pechino. Una rete semplice: da est a ovest/ verso sud ovest e verso sd-est.
In CINA vi è una rete regionale nella parte orientale più abitata;
In INDIA e PAKISTAN la rete ferroviaria è quella meglio sviluppata, opera dei colonizzatori inglesi. Ě imperniata sul quadrangolo: a Nord Delhi, sul mar Arabico Karachi, sul golfo del Bengala Calcutta, a Sud Bangalore.
GIANLUCA ALTOBELLI

Esempio



  



Come usare