Tracciamento e presentazione del progetto

Materie:Scheda libro
Categoria:Generale
Download:845
Data:17.01.2002
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
tracciamento-presentazione-progetto_1.zip (Dimensione: 4.47 Kb)
trucheck.it_tracciamento-e-presentazione-del-progetto.doc     25 Kb
readme.txt     59 Bytes


Testo

TRACCIAMENTO E PRESENTAZIONE DEL PROGETTO

Il tecnico incaricato di un determinato progetto riceverà incarico dal committente mediante un contratto in cui viene precisato il tipo di progettazione, le competenze dell’incarico (il tecnico può essere incaricato del solo rilievo del terreno di proprietà, ricerca dei dati di regolamento, indagine di fattibilità, indagine economica di costo, progetto di minima, progetto esecutivo completo o parziale di impianti, calcolo dei cementi armati, direzione lavori, computo metrico estimativo, controllo d’appalto, coordinamento sicurezza, controllo liquidazione lavori, completamento legale della pratica, o di tutte o parte di queste incombenze) (l’ordine professionale stabilisce la parcella di onorario in funzione del tariffario o delle parti di incarico ricevuto); nel contratto si deve anche stabilire il seguente compenso economico, la data di inizio e il temine entro il cui deve essere eseguito l’incarico di contratto con l’indicazione della conseguente penale per il mancato rispetto delle date stipulate e le relative modularità di pagamento. Il contratto deve essere redatto in duplice copia, firmato dalle parti contraenti su tutte le pagine.
Una volta accertato che il terreno su cui deve essere eseguita l’opera è di proprietà del committente. Il professionista si rivolge allo U.T.E. per visionare le mappe l’ubicazione del lotto interessato, fa richiesta di rilascio dell’estratto mappa; ottenuto l’estratto si recherà sul terreno per individuare i confini, valutarne l’aspetto, controllare la superficie in modo che corrisponda all’estratto mappa catastale. Individuato che il terreno abbia una certa superficie il tecnico si rivolgerà all’Ufficio Tecnico Comunale per reperire tutti i dati di P.G.R. (Piano Regolatore Generale) di Regolamento Edilizio e comincerà ad impostare il progetto secondo quanto consentito. Eseguito il progetto di massima lo espone al committente, ne dispute la fattibilità, ne apporta le correzione o modifiche possibili richieste dal committente, prepara il capitolato d’appalto (il capitolato consiste nella descrizione minuziosa di tutte le opere materiali e tempi tecnici necessari per realizzare l’opera di progetto, capitolato al quale l’esecutore sarà tenuto ad adeguarsi in maniera assoluta), prepara poi tutti gli incartamenti necessari per la presentazione del progetto in Comune per il conseguimento della concezione edilizia. Il progetto viene presentato quindi all’Ufficio Tecnico nel numero di copie previsto dal Regolamento, nel frattempo il progettista, se è certo che il suo progetto sia rispettoso del Regolamento comincia a stendere il progetto esecutivo architettonico e utilizzando questo l’esecutivo progetterà tutti gli impianti eseguendo una serie di disegni per ogni tipo di impianto. Eseguirà anche il computo metrico estimativo in cui viene indicata la quantità di ogni materiale, i tempi e il numero degli operatori per ogni lavoro, il prezzo unitario per ciascuna voce (che va moltiplicato per la quantità), il prezzo complessivo.
Il professionista stenderà anche il contratto d’appalto (nel quale vengono stabiliti le figure giuridiche e le specifiche responsabilità di ciascun contraente, le modalità di esecuzione dell’opera, i tempi esecutivi, i tempi e le modalità di pagamento e tutte le eventualità che si prevede possano intervenire); del contratto se ne redigerà tante copie quanti sono i contraenti che dovranno firmare tutte le copie su tutte le pagine. Eseguite queste operazioni verrà scelta l’impresa esecutrice dell’opera.
Per scegliere l’impresa esecutrice si usano sistemi differenti (comunque sia occorre garantirsi che l’esecutore sia idoneo, in grado di eseguire l’opera e che sia in regola nei confronti delle leggi vigenti). Assicurati che l’impresa sia accettabile si procede, per esempio, sottoponendone il nominativo al committente, altrimenti si può procedere come per gli enti pubblici fornendo ad un adeguato numero di esecutori interessati tutti gli elementi (progetto di massima, esecutivi, computo metrico, capitolato e contratto), sulla base di questi documenti le imprese forniscono un preventivo di richiesta economica. Stabilito chi sarà l’esecutore le tre controparti firmano tutti i documenti su tutti gli elementi. Si incomincerà quindi immediatamente dopo a far valere le clausole economiche come stabilito nel contratto. Terminata questa fase si comincia la fase esecutiva, il tecnico dovrà recarsi sul terreno con l’impresa. L’impresa provvederà ad eseguire la documentazione denunciando l’inizio lavori all’Ufficio Comunale; richiede, se vuole, l’assegnazione del punto fisso altimetrico all’Ufficio Tecnico (a meno che non voglia fidarsi solo di sé stesso).
L’impresa eseguirà poi, dopo aver ottenuto il permesso dall’Ufficio Comunale, la cesata provvedendo tutta la cartellanistica di legge; provvederà inoltre a sistemare all’interno del cantiere in spazi opportuni tutte le “baracche” necessarie (direzione di cantiere, bagni, mensa, spogliatoio, docce, esposizione campionatura materiali da contratto, ecc.). Si esegue poi il tracciamento sul terreno dell’edificio di progetto. Il tracciamento si esegue dopo un preventivo sculturamento (asportazione erba e humus); sul terreno prima con un semplice gesso, eseguite tutte le misurazioni, si disegna il contorno dell’edificio.

Esempio



  


  1. alessio

    sto cercando un progetto stradale completo e finito da portare agli esami qualcuno lo tiene? se qualcuno lo tiene me lo puo mandare tramite posta? [email protected] grazie

  2. Rossana

    tracciamento confini voce di capitolato


Come usare