Moto parabolico

Materie:Appunti
Categoria:Fisica

Voto:

1 (2)
Download:839
Data:13.02.2009
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
moto-parabolico_3.zip (Dimensione: 16.7 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_moto-parabolico.doc     37 Kb



Testo

VERIFICA SPERIMENTALE DEL MOTO PARABOLICO

SCOPO: verifica sperimentale del moto parabolico
STRUMENTI : 2 fotocellule, 2 cronometri digitali(sensibilità 1 millesimo di secondo),
sfera metallica, scivolo.
SVOLGIMENTO

Per questo esperimento sul moto parabolico ci siamo serviti di una sferetta metallica,uno scivolo parabolico e due fotocellule.
Iniziamo a posizionare sullo scivolo:ad altezze differenti,successivamente posizioniamo la sferetta in cima allo scivolo e dopo di che lasciamola cadere; cosi aspettiamo che la sferetta passi dalla prima fotocellula con relativa accensione del cronometro e dalla seconda fotocellula con relativa misurazione del secondo tempo. Una volta attraversato lo scivolo la sferetta cade colpendo un dispositivo di arresto che chiude il secondo tempo. Con questo esperimento possiamo calcolare la gittata e possiamo anche affermare che il moto parabolico è la sovrapposizione di due moti rettilinei.
CONCLUSIONI
In conclusione dalle tabelle ottenute ho potuto notare che i risultati derivati dall’esperimento nella variazione di tempo risultano uguali. anche per quanto riguarda il tempo di caduta della sferetta possiamo dire che è costante. Infine possiamo affermare che l’obiettivo che c’eravamo proposti è stato verificato.

TABELLE E GRAFICI:

VERIFICA SPERIMENTALE DEL MOTO PARABOLICO

SCOPO: verifica sperimentale del moto parabolico
STRUMENTI : 2 fotocellule, 2 cronometri digitali(sensibilità 1 millesimo di secondo),
sfera metallica, scivolo.
SVOLGIMENTO

Per questo esperimento sul moto parabolico ci siamo serviti di una sferetta metallica,uno scivolo parabolico e due fotocellule.
Iniziamo a posizionare sullo scivolo:ad altezze differenti,successivamente posizioniamo la sferetta in cima allo scivolo e dopo di che lasciamola cadere; cosi aspettiamo che la sferetta passi dalla prima fotocellula con relativa accensione del cronometro e dalla seconda fotocellula con relativa misurazione del secondo tempo. Una volta attraversato lo scivolo la sferetta cade colpendo un dispositivo di arresto che chiude il secondo tempo. Con questo esperimento possiamo calcolare la gittata e possiamo anche affermare che il moto parabolico è la sovrapposizione di due moti rettilinei.
CONCLUSIONI
In conclusione dalle tabelle ottenute ho potuto notare che i risultati derivati dall’esperimento nella variazione di tempo risultano uguali. anche per quanto riguarda il tempo di caduta della sferetta possiamo dire che è costante. Infine possiamo affermare che l’obiettivo che c’eravamo proposti è stato verificato.

TABELLE E GRAFICI:

Esempio



  


  1. k

    non capisco proprio niente