Moto Ondulatorio

Materie:Appunti
Categoria:Fisica

Voto:

2.5 (2)
Download:173
Data:20.12.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
moto-ondulatorio_1.zip (Dimensione: 2.61 Kb)
trucheck.it_moto-ondulatorio.doc     20 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il moto ondoso. L’onda è una perturbazione che si propaga o nello spazio o in un mezzo materiale con la caratteristica di trasportare non materia ma energia (più precisamente energia potenziale elastica perché è un moto elastico ed energia cinetica perché si muove con velocità V). Ci sono 2 tipi di onda quella meccanica che può propagarsi solo in un mezzo materiale, mentre l’onda magnetica che si propaga sia nello spazio sia in un mezzo materiale. Le onde hanno in comune delle proprietà: 1 quando le onde giungono contro una superficie di contatto una parte si riflette (riflessione) e una parte continua (rifrazione); la 2 quando avviene l’incontro tra almeno due onde (interferenza) queste proseguono come se l’incrocio non fosse mai avvenuto. L’ampiezza delle onde è lo spostamento massimo delle particelle del mezzo rispetto alla posizione di equilibrio mentre la lunghezza è l’estensione della perturbazione nella stessa direzione della propagazione. Le onde periodiche sono quelle onde prodotte da una sorgente che si muove di moto periodico. Tra tutte le onde l’onde periodiche ci sono le onde armoniche che descrivono una funzione sinusoidale semplice in cui la variabile temporale e quella spaziale è importante, la velocità è determinata dalle caratteristiche inerziali ed elastiche del mezzo. La funzione d’onda è uguale a y(x;t)=a cos 2pigreco (t/T – x/lamda) dove lamda è la lunghezza dell’onda, x è lo spazio percorso dell’onda sull’asse x, T è il periodo è il tempo tramite il quale si percorre l’intera oscillazione e t è il tempo impiegato per arrivare in x.


Il moto ondoso. L’onda è una perturbazione che si propaga o nello spazio o in un mezzo materiale con la caratteristica di trasportare non materia ma energia (più precisamente energia potenziale elastica perché è un moto elastico ed energia cinetica perché si muove con velocità V). Ci sono 2 tipi di onda quella meccanica che può propagarsi solo in un mezzo materiale, mentre l’onda magnetica che si propaga sia nello spazio sia in un mezzo materiale. Le onde hanno in comune delle proprietà: 1 quando le onde giungono contro una superficie di contatto una parte si riflette (riflessione) e una parte continua (rifrazione); la 2 quando avviene l’incontro tra almeno due onde (interferenza) queste proseguono come se l’incrocio non fosse mai avvenuto. L’ampiezza delle onde è lo spostamento massimo delle particelle del mezzo rispetto alla posizione di equilibrio mentre la lunghezza è l’estensione della perturbazione nella stessa direzione della propagazione. Le onde periodiche sono quelle onde prodotte da una sorgente che si muove di moto periodico. Tra tutte le onde l’onde periodiche ci sono le onde armoniche che descrivono una funzione sinusoidale semplice in cui la variabile temporale e quella spaziale è importante, la velocità è determinata dalle caratteristiche inerziali ed elastiche del mezzo. La funzione d’onda è uguale a y(x;t)=a cos 2pigreco (t/T – x/lamda) dove lamda è la lunghezza dell’onda, x è lo spazio percorso dell’onda sull’asse x, T è il periodo è il tempo tramite il quale si percorre l’intera oscillazione e t è il tempo impiegato per arrivare in x.

Esempio