Rete combinatoria

Materie:Appunti
Categoria:Elettronica

Voto:

2.5 (2)
Download:146
Data:29.11.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
rete-combinatoria_1.zip (Dimensione: 55.47 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_rete-combinatoria.doc     91.5 Kb



Testo

RELAZIONE DI ELETTRONICA
1) OBIETTIVO DELLA PROVA:
Simulazione al computer della seguente rete combinatoria:
Da questa rete è abbiamo dovuto:
- ricavare l’espressione logica: Y = A * B + C + D
- costruire la tabella di verità (vedi contenuti della prova)
- disegnare il circuito nel programma di simulazione al computer con i rispettivi componenti e provare l’effettiva validità delle funzioni logiche tramite l’utilizzo del led (in Multisim)
2) STRUMENTI PRINCIPALI UTILIZZATI NELLA PROVA:
- Elaboratore:
Essendo una prova simulata tutte le operazioni sono state svolte al computer.
- Editor testuale:
Ho utilizzato il programma Microsoft Word per scrivere la relazione e per dare una impostazione ad essa. Oltre alla stesura il programma ci ha permesso di inserire la tabella di verità e le immagini necessarie per descrivere opportunamente il tutto.
Si presenta con un ambiente di questo tipo:
- Editor grafico (raster):
Ho utilizzato Paint Shop Pro che mi ha permesso di modificare e “ritagliare” l’immagine importata da Multisim nella clipboard di Windows e ricopiarla nuovamente per poi poterla immettere in Word.
Si presenta con un ambiente di questo tipo:
- Programma per il disegno e la progettazione di reti combinatorie:
Multisim è lo strumento principale che ci ha permesso di disegnare la rete combinatoria con tutti i suoi componenti. Esso è dotato di vari menu necessari per trasferire i “componenti” nel “foglio di lavoro” ovvero un ambiente che sostituisce, in modo concettuale, il classico circuito stampato o quello per montaggi sperimentali (bread board).
Si presenta con un ambiente di questo tipo:
3) MODALITA’ DI ESECUZIONE DELLA PROVA:
In primo luogo abbiamo disegnato in Work Bench il circuito assegnato dal professore (fig. 1).
Per realizzarlo è stato necessario utilizzare i seguenti componenti:
- 1 Generatore da 5 V
- 1 Massa
- 4 Switch
- 2 porte logiche OR
- 1 porta logica AND
- 1 resistenza da 100 1
- 1 diodo-led
- vari fili conduttori
- 7 connettori per la creazione di nodi
Realizzato il circuito abbiamo costruito la tabella della verità (vedi contenuti della prova); avendo tre porte logiche per costruirla abbiamo dovuto utilizzare 16 (24) numeri in notazione binaria partendo dallo 00002 (010) fino ad arrivare a 11112 (1510).
Figura n. 1:
4) CONTENUTI DELLA PROVA:
Nei contenuti della prova allego l’espressione logica ricavata e la tabella di verità:
Y = A * B + C + D
TABELLA DI VERITA’
A
B
C
D
Y

1
1

1

1

1
1
1

1

1

1
1

1
1

1

1
1
1
1
1

1

1
1
1

1

1
1

1
1
1
1
1

1
1
1

1
1
1
1
1

1
1
1
1
1
1
5) CONSIDERAZIONI TEORICHE:
SISTEMA DI NUMERAZIONE BINARIO
Il sistema di numerazione binario (in base 2) è quello comprensibile alle porte logiche presenti nei circuiti integrati. Grazie a questa notazione è possibile realizzare una vasta gamma di funzioni logiche.
Il sistema di numerazione binario è un sistema posizionale come quello decimale: consideriamo il numero decimale 237 , esso può essere scomposto in questo modo:
237 = 2 * 10^2 + 3 * 10^1 + 7 * 10^0
ossia le cifre del numero vengono moltiplicate per le potenze di dieci (da cui decimale) crescenti da destra verso sinistra. I numeri binari vengono costruiti nello stesso modo solo che invece di potenze di 10 si usano le potenze di 2, quindi considerando il seguente numero binario, scomponendolo ed effettuando i calcoli si ottiene il corrispondente numero decimale:
11010010 = 1*2^8 + 1*2^7 + 0*2^6 + 1*2^5 + 0*2^4 + 0*2^3 + 0*2^2 + 1*2^1 + 0*2^0 = 210
Per convertire un numero decimale in binario è necessario invece:
- dividere il numero decimale per 2
- il resto della divisione costituisce la cifra meno significativa
- continuare a dividere il quoziente fino a che non si annulla
es:
13 |
6 | 1

Esempio



  



Come usare