Le caratteristiche delle imprese industriali

Materie:Riassunto
Categoria:Economia Aziendale

Voto:

1 (2)
Download:333
Data:09.01.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
caratteristiche-imprese-industriali_3.zip (Dimensione: 8.01 Kb)
trucheck.it_le-caratteristiche-delle-imprese-industriali.doc     63 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Capitolo 1 Modulo 1
Le caratteristiche delle imprese industriali

1) Il sistema produttivo
La produzione è l’attività umana, che mediante la combinazione di beni e d’energie, rende disponibili nuovi beni, accresce l’utilità di quelli preesistenti e fornisce servizi.
Le attività produttive consistono in:
- produzione diretta
- produzione indiretta
Il sistema produttivo è formato prevalentemente da aziende che operano per il soddisfacimento dei bisogni umani nel settore primario, secondario e terziario.

2) Le imprese industriali
Le imprese industriali operano mediante aziende di produzione diretta che appartengono al settore secondario. Il processo di produzione tecnica diventa un processo di produzione economica con lo scambio dei prodotti ottenuti.
Il processo di fabbricazione è l’insieme di operazioni attraverso le quali i fattori della produzione vengono inseriti nell’attività tecnica di trasformazione secondo determinate regole. Esso è diverso a seconda del tipo di prodotto fabbricato.
Ci sono due modalità per organizzare un processo di fabbricazione:
- accentrando, produzione verticalizzata
- decentrando, produzione deverticalizzata o outsourcing
Se la produzione è verticalizzata l’impresa tende ad assumere grandi dimensioni perché per svolgere l’intero processo produttivo ha bisogno di maggiori risorse, invece se la produzione è deverticalizzata il volume di investimenti necessari per attuare la produzione può essere più contenuto.

3) La classificazione delle imprese industriali
Le imprese industriali si possono classificare a seconda:
a) dell’attività produttiva
b) del fattore produttivo prevalentemente utilizzato
- labour intensive
- capital intensive
c) delle caratteristiche del flusso produttivo
- produzione job-shop
- produzione a lotti
- produzione in linea
- produzione di processo
d) delle dimensioni
- piccole
- medie
- grandi

4) I soggetti aziendali e il controllo dell’impresa
Il soggetto giuridico è la persona, fisica o giuridica, a cui fanno capo i diritti o le obbligazione derivanti dallo svolgimento dell’attività economica.
Esso può essere:
- pubblico
- privato
Le imprese industriali giuridicamente private possono distinguersi in:
- imprese individuali
- imprese collettive
Il soggetto economico è costituito dall’insieme delle persone fisiche che esprime gli interessi interni o istituzionali dell’impresa:
- imprese economiche private
- imprese economiche pubbliche

5) La localizzazione e la delocalizzazione
La localizzazione di un’impresa è condizionata da molti fattori:
- le caratteristiche geografiche del territorio e la stabilità politica
- l’esistenza di infrastrutture
- l’esistenza di strutture sociali
- la vicinanza ai mercati di approvvigionamento delle materie prime e ai mercati di sbocco dei prodotti
- la presenza di manodopera specializzata e il livello del costo del lavoro
- la possibilità di reperimento dell’informazione ai fini della diffusione delle innovazione tecnologiche e organizzative
- la disponibilità e facilità di accesso ai servizi reali offerti dalle imprese
- la possibilità di integrazione e di interrelazione con le imprese di servizi, complementari e concorrenti
La delocalizzazione produttiva può attuarsi attraverso:
- costituzione di proprie filiali nei paesi dove il costo del lavoro è più conveniente
- accordi sub-fornitura con imprese specializzate che offrono parti componenti del prodotto finito a prezzi più vantaggiosi
- acquisizione di pacchetti azionari di imprese concorrenti o che producono beni complementari, costituite nel paese che offre le migliori opportunità
Queste nuove tendenze hanno modificato i vecchi rapporti territoriali e hanno favorito le integrazioni tra le economie e la globalizzazione dei mercati, aumentando la competitività e privilegiando le imprese più innovative, disponibili ad alleanze strategiche internazionali, alla formazione di gruppi aziendali o ad attuare produzioni in outsourcing.

6) Il vantaggio competitivo
Il vantaggio competitivo di un’impresa si basa sul valore che essa è in grado di creare per gli acquirenti dei propri prodotti, è misurato dal prezzo che i clienti sono disposti a pagare per i prodotti che l’impresa fornisce.
Ci sono due tipi fondamentali di vantaggio competitivo:
- leadership di costo
- differenziazione
Per ottenere un vantaggio competitivo l’impresa deve compiere una serie di attività coordinate e integrate, riconducibili a specifiche funzioni aziendali:
- funzioni primarie
- funzioni di supporto
Le funzioni primarie riguardano direttamente la relazione del ciclo di trasformazione e la vendita dei prodotti, comprendono:
- la logistica
- la produzione
- il marketing
- le vendite
Le funzioni di supporto, strumentali allo svolgimento delle funzioni primarie, sono:
- approvvigionamenti
- personale
- ricerca e sviluppo
- funzioni infrastrutturali

Esempio



  



Come usare