Potenziale elettrico d'una cellula

Materie:Appunti
Categoria:Biologia

Voto:

1.7 (3)
Download:202
Data:26.10.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
potenziale-elettrico-cellula_1.zip (Dimensione: 4.54 Kb)
trucheck.it_potenziale-elettrico-d-una-cellula.doc     24 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

POTENZIALE ELETTRICO D’UNA CELLULA
Se utilizzo un elettrodo all’interno di una cellula nervosa, il potenziale elettrico è –70 mV. Più in generale il potenziale elettrico è sempre negativo.
Gli ioni esterni sono principalmente i Na+, internamente il catione dominante è il K+ (Cloruro di K). I due sali sono alla stessa [ ], cioè 150 mM (millimolare), dentro e fuori ==> abbiamo una situazione fisiologica d’equilibrio.
Se metto un elettrodo dentro e uno fuori non trovo nessuna carica ==> il potenziale elettrico è nullo.
Na+ tenderebbe ad entrare, secondo gradiente di [ ], ma la membrana è impermeabile a queste particelle. Il Cl- è in equilibrio fra interno ed esterno e il K+ è maggiore internamente.
Se nella cellula ho un canale selettivo per il K+, questo esce per gradiente di [ ] e la cellula diventa negativa.
Il gradiente elettrico però richiama all’interno alcune particelle di K+. La cellula diventa circa
–90mV e non cambia più nulla, perché il gradiente di [ ] che porta fuori il K+ diventa uguale al gradiente elettrico che lo richiama verso l’interno ==> POTENZIALE ELETTROCHIMICO DEL K (-90 mV).
La negatività della cellula serve per creare un forte squilibrio del Na+ che poi verrà utilizzato per il trasporto delle informazioni.
La cellula nervosa è –70 mV perché una piccola quantità di Na+ riesce ad entrare attraverso dei canali ==> la negatività interna si riduce (da –90 mV a –70 mV).
La penetrazione del Na+ viene controllata dalla pompa sodio potassio che si attiva ogni volta che la [ ] del Na+ aumenta. Prende il Na+ e lo butta fuori dalla cellula.
Il Na+ penetra all’interno della cellula e il potenziale elettrico varia, passando a –89 mV, è una negatività insufficiente a trattenere un K+ che ==> fuoriesce. La pompa recupera il K+ uscito e butta fuori il Na+.
Iniettiamo nella cellula della corrente positiva e misuriamo le variazioni di potenziale in vari punti.
In A ci sarà una grossa variazione, procedendo verso il punto C le cariche positive verranno disperse e si esauriranno. Abbiamo un EVENTO ELETTRICO LOCALE ==> che scompare nel tempo e nello spazio.
Se prendiamo una cellula nervosa, per esempio l’assone di un calamaro. Continua ad esserci un evento elettrico locale.

Quando il potenziale si depolarizza fino a –55 mV, il potenziale salta improvvisamente a +30 mV e
scatta il POTENZIALE D’AZIONE.
Poi si riduce notevolmente, infine ritorna al potenziale di riposo, a –70 mV.
La cellula ha avuto un segnale elettrico di 0,1 V, un segnale molto ampio.
In una cellula non eccitabile non sarebbe successo nulla.
Il potenziale d’azione è ampio e si propaga mantenendo inalterata la sua ampiezza.
==> il sistema nervoso per decifrare il segnale non utilizza l’ampiezza, ma la frequenza.
A riposo K+ può uscire, ci sono pompe per il Na+, ma sono bloccate.
Inietto uno stimolo all’interno della cellula, fino ad arrivare al POTENZIALE SOGLIA (-55 mV).
In una cellula eccitabile il canale del Na+ è voltaggio dipendente ==> quando fra esterno ed interno c’è un potenziale elettrico di riposo, la proteina rimane chiusa, quando il potenziale elettrico cambia fino a –55 mV, la proteina lascia passare il Na+. ==> Il gradiente elettrico e chimico del Na riesce ad esprimersi e la cellula viene caricata positivamente. La quantità di Na+ interno rimane comunque minima, dando lo stesso un segnale molto ampio.
La polarizzazione si ferma a +30 mV perché a questo punto si raggiunge l’equilibrio elettrochimico.
Quando la cellula comincia a diventare positiva inizia a respingere il Na+ per via della sua positività ==> viene attratto internamente per gradiente di [ ], ma respinto per gradiente elettrico ==> a +30 mV siamo all’equilibrio.
Il fenomeno del potenziale d’azione viene definito TUTTO o NULLO, infatti, il segnale parte oppure no.
Per ritornare al potenziale di riposo P Nel tempo se lasciamo aperti i canali del Na+ la cellula si può portare fino a +60, +50 mV, ma i canali quando la cellula diventa positiva si chiudono (+30 mV). Mentre questi si chiudono si apre un canale supplementare voltaggio positivo, che è un canale per il K+, ma è molto più ampio di quelli normali ==> penetra più K+.
Il K+ è positivo e anche la cellula è positiva ==> il K+ uscirà per gradiente chimico, ma anche elettrico e la cellula torna al potenziale di riposo.

Esempio



  



Come usare