l'apparato circolatorio

Materie:Tesina
Categoria:Biologia
Download:374
Data:26.06.2006
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
apparato-circolatorio_18.zip (Dimensione: 10.21 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_l-apparato-circolatorio.doc     48 Kb



Testo

La circolazione: “Un sistema di trasporto”.
Tutte le cellule del corpo umano hanno bisogno di ossigeno per respirare e la funzione di distribuzione dell’ossigeno viene svolta dal sangue che rifornisce le cellule di sostanze nutritive ed elimina l’anidride carbonica e le sostanze di rifiuto.
Per compiere questa “funzione di trasporto”, il sangue scorre dentro un complesso sistema di condotti, i vasi sanguigni, nei quali circola di continuazione spinto dal cuore.
Il cuore è un organo che funzionando come una “pompa” , agisce da centro di raccolta e di smistamento del sangue.
- Il cuore e i vasi sanguigni costituiscono il SISTEMA CIRCOLATORIO.
I vasi sanguigni che allontanano il sangue dal cuore si chiamano arterie mentre quelli che portano il sangue al cuore si chiamano vene.
1) IL CUORE: E’ un muscolo cavo dalle dimensioni di un pugno, a forma di cono la punta rivolta a sinistra verso il basso.
E’ situato nel torace tra i due polmoni.
Le sue pareti sono formate dal miocardio, un tessuto muscolare speciale ed è rivestito dal pericardio che è una spessa membrana.
E’ collegato da piccoli vasi sanguigni, le arterie coronarie le quali lo riforniscono di ossigeno e delle sostanze nutritive.
Il cuore è diviso da un setto verticale in due metà non comunicanti fra di loro e ciascuna di queste due metà a sua volta è formata da altre due cavità: una superiore (atrio) e una inferiore (ventricolo).
Ogni atrio comunica con il rispettivo sottostante ventricolo per mezzo di valvole (che si aprono soltanto quando vengono spinte verso il basso e permettono al sangue di scorrere dall’atrio al ventricolo, non viceversa.)
- L’atrio destro comunica con il ventricolo destro attraverso una valvola formata da tre lembi (tricuspide);
- L’atrio sinistro comunica con il ventricolo sinistro attraverso una valvola formata da due lembi (bicuspide).
I ventricoli spingono il sangue verso le arterie.
Tra i ventricoli e le arterie sono situate le valvole semilunari che impediscono al sangue di tornare indietro.
Il sangue giunge all’atrio destro attraverso la vena cava inferiore e la vena cava superiore. Qui viene pompato dal ventricolo destro nelle arterie polmonari che lo trasportano ai polmoni;
dai polmoni ritorna (trasportato dalle vene polmonari) nell’atrio sinistro.
L’aorta è la grande arteria che esce dal ventricolo sinistro e trasporta sangue a tutti i tessuti del corpo.
COME FUNZIONA IL CUORE: Le cavità del cuore si contraggono in una sequenza che si ripete sempre nello stesso ordine, prima gli atri poi i ventricoli, determinando il ciclo cardiaco.
Ogni cavità dopo la contrazione si rilassa.
- Il movimento di contrazione del cuore viene detto sistole; quello di rilassamento diastole.
Nel ciclo cardiaco si distinguono queste fasi:
1) tutto il cuore è in diastole: gli atri si riempiono di sangue,
2) gli atri si contraggono (sistole) riempiendo di sangue i ventricoli dilatati (diastole),
3) i ventricoli si contraggono (sistole) spingendo il sangue nelle arterie.
L’insieme di queste fasi di contrazione e di rilassamento corrisponde a un battito del cuore (che è meno di un secondo).
2) I VASI SANGUIGNI: Il sangue circola all’interno di una rete complessa di vasi sanguigni distinti in: arterie, vene e capillari.
1 – LE ARTERIE: Trasportano il sangue dal cuore alla periferia.
Le pareti sono costituite da tre strati concentrici di cui quello intermedio è formato da uno strato spesso ed elastico di fibre muscolari.
Nel momento in cui il cuore si contrae (pompa il sangue nelle arterie) le fibre muscolari si dilatano, si allargano per far sì che il sangue possa entrare nell’arterie.
Quando il cuore si rilassa, le fibre muscolari (grazie alla loro elasticità) si contraggono e spingono il sangue in avanti.
Le arterie si trovano generalmente in profondità, vicino le ossa.
2 – I CAPILLARI: Le arterie si ramificano in vasi sempre più sottili chiamati capillari arteriosi e hanno pareti costituite da un semplice strato di cellule.
- Attraverso questa parete, l’ossigeno e le sostanze nutritive passano fuori (cioè dal sangue ai tessuti),
- mentre l’anidride carbonica e le altre sostanze di rifiuto passano dai tessuti al sangue attraverso i capillari venosi.
Il sangue che circola nei capillari cede alle cellule ossigeno e preleva le sostanze di rifiuto.
3 – LE VENE: I capillari venosi, confluendo in vasi di diametro sempre maggiore, formano le vene.
Le vene trasportano sangue dalla periferia al cuore e si trovano nella parte superficiale del corpo.
Le loro pareti sono costituite da tre strati (come le arterie) ma più sottili e non elastiche.
Le vene più grandi, sulle loro pareti interne, sono dotate di valvole a nido di rondine che lasciano scorrere il sangue in direzione del cuore impedendogli di tornare indietro.

Il sangue e le sue funzioni.
Il sangue è un tessuto liquido che scorre nei vasi sanguigni spinto da una pompa (il cuore).
E’ leggermente salato, vischioso e ha un carattere colore rosso.
E’ costituito da una parte liquida (plasma) e il resto da corpuscoli che ne esistono di tre tipi: i globuli rossi, i globuli bianchi e le piastrine.
Composizione del sangue:
- Plasma 55%
- Globuli rossi 44%
- Globuli bianchi e piastrine 1%
Il sangue è presente in tutti i vertebrati e svolge le seguenti funzioni:
- trasporta le sostanze nutritive alle cellule;
- trasporta l’ossigeno dai polmoni a tutte le cellule del corpo e l’anidride carbonica dalle cellule ai polmoni;
- trasporta le sostanze di rifiuto dalle cellule agli organi preposti all’escrezione;
- svolge una funzione di difesa contro le infezioni
- regola la temperatura corporea
Nel corpo umano circolano continuamente circa 5 litri di sangue.
IL PLASMA: E’ incolore (o leggermente giallo) ed è costituito:
- 90% da acqua;
- 10% da sostanze nutritive, da sostanze di rifiuto, da ormoni e dagli anticorpi.
GLOBULI ROSSI: Sono piccole cellule rosse, tondeggianti, schiacciate al centro e rialzate ai bordi.
Nel corpo umano è presente un numero elevato di globuli rossi.
In tutti i mammiferi, i globuli rossi sono privi di nucleo, negli altri vertebrati hanno il nucleo.
Il loro colore “rosso” è dovuto alla presenza di un particolare sostanza: l’emoglobina.
L’emoglobina è una sostanza proteica molto complessa, contenete ferro che si combina alternativamente con ossigeno e anidride carbonica.
Negli alveoli polmonari si combina con l’ossigeno dell’aria e forma l’ossiemoglobina.
Nelle varie cellule del corpo avviene il processo inverso: l’emoglobina cede ossigeno alle cellule e si carica di anidride carbonica.
L’emoglobina può legarsi anche al monossido di carbonio (CO) gas molto velenoso. In questo caso, il CO impedisce l’emoglobina di legarsi con l’ossigeno e di conseguenza diminuisce la quantità di ossigeno trasportato ai tessuti e le cellule muoiono per asfissia.
Anemia: Causata da un’alimentazione povera di ferro (numero dei globuli rossi presenti nel sangue diminuisce e l’organismo va incontro a questa malattia).
GLOBULI BIANCHI: Sono cellule di forma varia con il nucleo, più grandi dei globuli rossi ma meno numerosi.
La loro funzione è quella di difendere l’organismo dall’attacco di virus o di batteri nei seguenti modi:
- alcuni globuli bianchi circondano i batteri o i virus, li inglobano e li digerisco in un processo detto fagocitosi;
- alcuni globuli bianchi producono molecole particolari (gli anticorpi) i quali distruggono i virus o batteri oppure neutralizzano le tossine (sostanze nocive da essi prodotti).
Quando i virus o batteri penetrano nel nostro organismo, i globuli bianchi potendosi muovere nel flusso sanguigno anche contro corrente e potendo attraversare le pareti capillari sanguigni, accorrono molto numerosi nella zona infetta.
I globuli bianchi vengono prodotti principalmente dalla milza e dal midollo osseo.
Leucemia: Quando i globuli bianchi si moltiplicano molto rapidamente generano questa malattia (che può essere mortale).
PIASTRINE: Non sono cellule ma corpuscoli formati da frammenti di cellule.
Sono responsabili della coagulazione del sangue.
- In seguito a una ferita, la parete lesionata del vaso sanguigno produce una sostanza la quale richiama le piastrine nella zona interessata e liberano un “enzima” che agisce su altre sostanze del sangue che producono la fibrina.
I filamenti di fibrina intrappolano i globuli rossi formando un “grumo”, il coagulo e l’emorragia viene arrestata.
Di solito, il sangue coagula solo quando viene a contatto con l’aria ma può succedere che si può formare un coagulo (trombo) anche all’interno dei vasi sanguigni.
Il trombo può staccarsi dalla parete del vaso occludendolo: questo fenomeno è detto trombosi e può portare a una paralisi o anche alla morte.
Il Sistema Circolatorio nell’uomo.
Nell’uomo, come in tutti i mammiferi, la circolazione del sangue è doppia, circola all’interno di due sistemi separati che iniziano e terminano al cuore, attraverso il quale passa due volte.
Questi sistemi sono: la piccola circolazione e la grande circolazione.
Piccola circolazione: Il sangue viene pompato dal cuore ai polmoni e poi ritorna al cuore.
Più precisamente:
- il sangue ricco di anidride carbonica viene pompato dal ventricolo destro nell’arteria polmonare, attraverso la quale giunge ai polmoni;
- nei polmoni, sangue cede l’anidride carbonica e si arricchisce di ossigeno;
- ritorna al cuore attraverso le quattro vene polmonari (due per ciascun polmone) entrando nell’atrio sinistro.
Grande circolazione: Il sangue viene pompato dal cuore a tutte le parti del corpo e poi ritorna al cuore.
Più precisamente:
- il sangue ricco di ossigeno viene pompato dal ventricolo sinistro nell’aorta la quale si suddivide in arterie minori e in una fitta rete di capillari arteriosi e porta il sangue a tutte le cellule del corpo;
- il sangue cede alle cellule l’ossigeno e le sostanze nutritive e riceve l’anidride carbonica e le sostanze di rifiuto;
- attraverso la rete dei capillari venosi nelle quali si raccoglie e poi si immette in vene viene ricondotto nel cuore ed entra nell’atrio destro
Fra le vene più importanti: la vena cava superiore e quella inferiore che portano al cuore il sangue proveniente rispettivamente dagli arti superiori e dalla testa, dagli arti inferiori e dall’intestino.

Esempio



  



Come usare