La seconda guerra mondiale

Materie:Riassunto
Categoria:Storia

Voto:

1 (3)
Download:729
Data:05.05.2005
Numero di pagine:7
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
seconda-guerra-mondiale_17.zip (Dimensione: 8.03 Kb)
trucheck.it_la-seconda-guerra-mondiale.doc     36 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

LO SCOPPIO DELLA GUERRA
anni 30 in europa espansionismo tedesco (hitler convinto di creare il 3° reich senza problemi)
mussolini avanza pretese su numerosi stati e occupa l’albania
I e G stringono il patto d’acciaio (aiuto reciproco in caso di pericolo)
F e GB cercano un accordo con l’Urss contro l’espansione tedesca, non concluso perché la Polonia non è disposta a consentire il passaggio di truppe U sul proprio territorio
U firma un patto di non aggressione con la G (per non entrare in un’imminente guerra) e questo provoca sconcerto (G e U nemiche storiche)
GB e P firmano un trattato di alleanza antitedesco
G invade la P, GB e F chiedono il ritiro delle truppe G --> inizio guerra (intesa come guerra-lampo)
G occupa la P, attacca la Norvegia e la Danimarca e punta alla conquista della F (nazione che + umiliò la G col patto di versailles)
G invade Belgio, Olanda e Lussemburgo (neutrali) e invade la F
pétain avvia le trattative per l’armistizio
F
de gaulle invita la F a resistere
F armistizio --> divisa in 2: nord occupazione nazista, sud repubblica di vichy con pétain (sovranità sulle colonie) --> nuova costituzione, governo autoritario in collaborazione con G, fine 3^ repubblica
LA GUERRA ‘PARALLELA’ IN I
inizialmente neutrale (anche se alleata con G) decide poi di intervenire
scopo: invasione della F sud --> scarsa preparazione militare I ma F già sottomessa da G --> armistizio
I inizia una propria guerra di conquista parallela a quella tedesca: africa nord, grecia (entrambe con poco successo)
1^ fase vincente (conquista della somalia fino forte resistenza imprevista +
all’egitto), poi gli GB riprendono tutti i territori controffensiva
compresa l’etiopia
questi fallimenti portano forti ripercussioni interne: il governo di mussolini viene messo in discussione e diminuisce il consenso per il fascismo
IL PREDOMINIO TEDESCO
crollo della F --> GB sola contro la G, rifiuta la proposta di pace G in cambio del riconoscimento delle posizioni acquisite (churchill invita a resistere)
inizia l’operazione leone marino (progetto nazista per l’invasione della GB) --> nonostante le devastazioni materiali e i costi umani, la GB (nazione-simbolo della lotta antitedesca) resiste e rappresenta il 1° serio ostacolo per la G (mette da parte momentaneamente questo progetto)
a fianco della GB molti paesi (es: USA)
G, I e giappone sottoscrivono il patto tripartito (reciproco aiuto militare ed economico)
I e G attaccano la jugoslavia e la grecia e le occupano (comunque continua resistenza degli occupati con guerriglie)
G tenta di conquistare l’U (operazione barbarossa): 1^ U impreparata (+ la finlandia riprende la guerra contro l’U), poi la lunga controffensiva U mette in crisi il progetto G di una conquista veloce
L’INTERVENTO DEGLI USA
la guerra si allarga all’estremo oriente, il GI (alleato con I e G) tenta di espandersi e di imporsi sull’asia sud-orientale
gli USA entrano in guerra, anche se la loro intenzione era quella di mantenersi estranei ai conflitti europei, ma di fronte alla violenza G roosevelt decide di appoggiare la GB (aiuti e rifornimenti bellici + rompe le relazioni diplomatiche con G e I)
l’intesa GB/USA viene ufficializzata con una dichiarazione comune di churchill e roosevelt (carta atlantica) che fissava i principi 2° cui, finita la guerra, si sarebbe dovuto ricostruire l’ordine democratico
GI invade il vietnam (si forma un movimento di resistenza con ho chi-minh), USA e GB chiedono il ritiro delle truppe GI --> GI aggredisce gli USA: senza dichiarazione di guerra GI attacca la base navale di pearl harbour (gran numero di vittime e perdite di mezzi)
USA e GB dichiarano guerra al GI
I e G dichiarano guerra agli USA --> la guerra diviene mondiale
conferenza di washington: i rappresentanti di tutti gli stati contro il tripartito sottoscrivono il patto delle nazioni unite che li impegnava a coordinare le forze nella lotta contro il fascismo
le truppe I/G riportano nuovi successi: africa nord, fronte russo
la G, tesa alla massima espansione, sembra non incontrare ostacoli e quindi può mettere in atto il progetto antiebraico
L’EUROPA OCCUPATA
scopo della G è di assoggettare gli slavi di razza inferiore ed eliminare gli ebrei di razza impura: le popolazioni vengono sottoposte a violenze, private di tutto e sfruttate; morirono di fame, fatica o vittime della pratica sistematica del terrore
si ebbe il genocidio = distruzione pianificata di un intero popolo
agli ebrei viene imposto di portare un segno di riconoscimento esteriore (la stella gialla)
rastrellamenti e deportazioni in massa nei campi di prigionia e di lavoro (lager) --> sterminio degli E
annientamento della dignità umana
l’amministrazione dei campi venne affidata alle SS, la forza-lavoro era a costo zero, molte industrie G beneficiarono di questo e altri profitti vennero dalla confisca dei beni degli E
le ricchezze prelevate permisero di finanziare la guerra e consentirono al popolo G un tenore di vita alto
tutto questo provocò reazioni: fenomeno della resistenza dei partigiani combattenti dell’intera europa occupata (anche se il coordinamento non fu cosa facile)
in opposizione alla resistenza vi fu il fenomeno del collaborazionismo: parti che accettarono di collaborare con gli occupanti per paura, opportunismo, interesse, ..
LA SVOLTA DEL 1942-1943
le sorti della guerra iniziano a cambiare: prime sconfitte del tripartito
l’avanzata del GI viene interrotta dagli USA
la G attua un’azione che si risolve in una sconfitta: nella battaglia di stalingrado (centro nevralgico della difesa U) i soldati della G vengono sconfitti (1^ grande sconfitta della G)
nel nord-africa le truppe I/G costrette a ritirarsi
la G aumenta il controllo sulla repubblica di vichy mettendo fine alla sua falsa indipendenza
le potenze del tripartito sono ancora in grado di controllare la situazione sia in europa sia in oriente, ma il loro slancio espansionistico viene bloccato
con la conferenza di casablanca della GB/USA viene stabilita l’apertura di un nuovo fronte italiano (facile da occupare + I in difficoltà politico-militare) e la prosecuzione della guerra fino alla vittoria finale, senza scendere a patti con la G e i paesi al suo fianco
LA CAMPAGNA D’I
fronte in I aperto dalla flotta GB/USA in sicilia, subito occupata per la scarsa difesa (GB/USA visti + come dei liberatori che non come nemici)
|
prova della forte crisi del regime fascista (insofferenza diffusa e scoperta contro il fascismo)
nelle stesse file del partito fascista vi erano malumori verso mussolini
scopo del popolo I era di sganciarsi dalla G (per chiudere una guerra ormai persa) e di staccare la monarchia dal fascismo
il re era tuttavia formalmente depositario di un proprio potere di fronte al governo fascista
in una seduta del gran consiglio del fascismo mussolini venne attaccato e il re fu invitato a riprendere le proprie prerogative (soprattutto la sua funzione di comandante supremo delle forze armate)
mussolini viene invitato a dimettersi, arrestato e fatto prigioniero
non vi furono reazioni significative da parte fascista e come capo del governo venne eletto badoglio
tutto ciò suscitò manifestazioni di gioia nella speranza della prossima fine della guerra
il governo badoglio prese alcuni provvedimenti volti ad abbattere la strutture portanti del regime e si vietò la ricostruzione dei partiti
la G rafforza il proprio controllo militare in I, ma per rassicurarla badoglio proclama la continuazione della guerra a fianco della G, ma inizia i primi contatti con la GB/USA
GB/USA non permisero margini di trattativa e 2° il principio della resa incondizionata l’I dovette accettare un armistizio senza garanzie --> I in un disordine assoluto:
il re e il governo abbandonano roma, questa viene occupata dalla G
l’esercito abbandonato a se stesso non si oppose alla G ora nemica che prese sotto il proprio controllo gran parte della penisola
la G crea la linea difensiva gustav da gaeta alla foce del sangro
l’I dichiara guerra alla G coalleata di GB/USA
la G libera mussolini, occupa l’I e forma un nuovo stato fascista (repubblica di salò) comunque subalterno alla G, si ricostituisce il partito fascista, viene riorganizzato un esercito a fianco della G
nord repubblica di salò --> repubblichini
I
sud vecchio stato monarchico sotto l’amministrazione GB/USA
LA RESISTENZA I
dopo l’annuncio dell’armistizio si sviluppa un movimento di resistenza armata (1^ soprattutto al sud)
si formano le prime bande armate
1° episodio: sorta di battaglia in piemonte, il nucleo armato viene attaccato dalla G che vengono però respinti, si ha quindi una rappresaglia in un altro paese che viene incendiato con numerosi morti
il sistema del terrore contro i tentativi di reazione popolare cresce d’intensità con il crescere del movimento partigiano
dopo un 1° periodo di aggregazione improvvisata i gruppi partigiani iniziano ad organizzarsi: brigate garibaldi (comunisti), brigate matteotti (socialisti), gruppi di giustizia e libertà (liberalsocialisti), gruppi cattolici e liberali, badogliani (per la monarchia)
i partigiani agiscono soprattutto fuori dalle città, attaccano di sorpresa reparti della G, compiono azioni di sabotaggio, svolgono opere di propaganda contro il fascismo
nelle città: gruppi di azione patriottica e squadre di azione patriottica (colpiscono obiettivi militari o personalità di spicco e fanno propaganda)
ritornano i partiti: p comunista, p socialista, democrazia cristiana (cattolico), .. che danno vita al comitato di liberazione nazionale (cln), sia regionali che provinciali, nasce il cln alta italia
svolta di salerno di togliatti: obiettivo 1° la liberazione dell’I, poi la ricostruzione dell’unità nazionale e infine si sarebbe affrontato il problema della forma di stato (monarchia o repubblica)
vittorio emanuele II delega i propri poteri al figlio umberto dopo la liberazione di roma + referendum per la forma di stato
riorganizzazione degli organismi sindacali in un unico sindacato (cgil = confederazione generale italiana del lavoro)
roma viene liberata, umberto di savoia diviene luogotenente del regno
nell’I nord la resistenza libera alcune zone che diventano piccole repubbliche partigiane con un autogoverno popolare
episodio + clamoroso: sciopero che paralizza la produzione nelle fabbriche del nord, unico grande sciopero industriale nell’europa occupata dai tedeschi
numerose rappresaglie della G per: scoraggiare coloro che offrivano in vario modo sostegno alla resistenza e frenare la iniziative partigiane per il timore di scatenare rappresaglie contro i civili
nonostante i sistematici rastrellamenti della G e dei repubblichini i partigiani riuscirono a sopravvivere e l’offensiva della resistenza continuava mentre le forze della G cedevano

Esempio