La crisi del Seicento e la guerra dei Trent'anni 1560-1650

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

1 (2)
Download:425
Data:25.06.2001
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
crisi-seicento-guerra-trent-anni-1560-1650_1.zip (Dimensione: 16.2 Kb)
trucheck.it_la-crisi-del-seicento-e-la-guerra-dei-trent-anni-1560-1650.doc     86.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

1559 Morte di Enrico II
1559 – 1560 Sale al trono Francesco II (marito a 15 anni a Maria Stuart)
Reggenza reale a Francesco di Guisa e al Cardinale di Lorena
1560 Sale al trono Carlo IX, di 10 anni. Il regno è nelle mani della madre, Caterina de’Medici
In quest’epoca circa un milione di francesi erano ugonotti.
Due fazioni
Nella corte
Guisa
Cattolici
Coligny
Ugonotti
Temendo di cadere nelle mani di una delle due fazioni, Caterina cercò di promuovere una pacificazione religiosa, garantendo libertà di culto ai calvinisti (Editti di San Germano)
1562 Massacro di Vassy: i Guisa sventano un colpo di stato degli ugonotti e ne uccidono un grande numero
1572 Notte di San Bartolomeo: Il popolo parigino, incitato dal Duca d’Angiò (Enrico III), massacrano casa per casa gli ugonotti convenuti per una cerimonia
Venne ucciso anche il capo della fazione ugonotta, l’ammiraglio di Coligny
1573 Ascesa al trono di Enrico III, fratello di Carlo IX. La situazione peggiora.
I protestanti si riorganizzano sotto Enrico di Borbone (Enrico IV), i cattolici sotto Enrico di Guisa.
1588 Enrico III fa assassinare Enrico di Guisa e si allea con Enrico di Borbone. Viene ucciso da un frate domenicano
1589 Sale al trono Enrico di Borbone (Enrico IV)
Filippo II decide un intervento militare, Papa Sisto V dichiara nulla la successione.
Un esercito della lega Santa assedia la Francia sotto la guida di Alessandro Farnese.
Enrico pronuncia l’abiura e viene riconosciuto come re da Clemente VIII.
1598 Pace di Vervins fra Spagna e Francia
Editto di Nantes: libertà di culto per gli ugonotti, pieni diritti politici, concessione di 100 roccaforti nel paese. Non potevano però praticare la loro religione nei dintorni di Parigi.
E’ una soluzione di compromesso.
Morte di Filippo II
La crisi del ‘600
Stagnazione e decremento demografico
Cause:
• Pressione dei signori sui contadini → Diminuisce il potere d’acquisto → I nobili investono i loro profitti non su nuove attività produttive, ma su merci di lusso.
• Diminuzione dell’oro e dell’argento proveniente dall’America
• Raffreddamento del clima e carestia (coltivazione quasi esclusiva dei cereali)
• Carestia e guerre → Diffusione delle epidemie
Decadenza dell’area mediterranea (Italia – Spagna)
Riconversione delle attività commerciali di Olanda ed Inghilterra verso prodotti di basso costo destinanti a larga scala.
Flotte mercantili :
1602 Compagnia delle Indie Orientali
1614 Compagnia delle Indie Occidentali
Spagna
1598 Sale al trono Filippo III
1598 Pace di Vervins con la Francia
1604 Pace di Londra con l’Inghilterra
1609 Tregua dei 12 anni con le Provincie Unite
Effetti della crisi : Rifeudalizzazione e banditismo
1621-65 Salita al trono di Filippo IV, con il conte-duca di Olivares come ministro
Riprende una politica estera aggressiva, e riduzione delle autonomie provinciali.
Francia
Il duca di Sully porta in pareggio il bilancio dello Stato, con una più precisa politica fiscale, vendita delle cariche pubbliche e istituzione della paulette.
Promozione di manifatture regie e misure protezionistiche.
1610 Enrico IV viene ucciso da un fanatico cattolico.
Sale al trono Luigi XIII, al posto del quale regna la madre Maria dei Medici
1614 Vengono convocati gli Stati Generali: i nobili di spada erano contrari alla nobiltà di toga, il secondo stato agli abusi degli aristocratici e alle pesanti imposizioni feudali
1617 Luigi si impossessa del pieno esercizio del potere con l’aiuto di Richelieu.
1624 Richelieu diventa capo del consiglio del re.
1625 Attaccò le roccaforti ugonotte
1628 Cade La Rochelle, l’ultimo caposaldo.
1629 Editto di grazia: libertà di culto degli ugonotti e disfacimento del loro apparato militare.
Istituzione degli intendenti (carica non venale), per il controllo amministrativo.
Le Provincie Unite
Organizzazione interna: ogni provincia aveva un Pensionario (governatore civile) e un Stadhouder (governatore militare). Gli stati generali avevano un Gran Pensionario e un Stadhouder generale.
Pensionario → borghesia mercantile → autonomie provinciali e pacificazione
Stadhouder → nobiltà terriera → prolungamento del conflitto e accentramento
1618 La corrente gomarista intransigente ebbe la meglio su quella moderata arminiana.
1619 Il Gran Pensionario viene condannato a morte per tradimento
Tuttavia le Provincie Unite rimangono il paese della tolleranza.
L’impero Asburgico
Boemia e Ungheria passano sotto il controllo degli Asburgo.
1608 il principe del Palatinato costituisce l’Unione Evangelica (protestante) con l’appoggio di Enrico IV di Francia e della Boemia anticattolica.
1609 Il duca di Baviera costituisce la Lega Cattolica sostentuta dalla Spagna.
L’imperatore Rodolfo II concesse ai boemi la libertà di culto con la Lettera di Maestà.
La situazione precipita con l’ascesa al trono di Mattia e poi di Ferdinando di Stiria, che riunisce anche le corone di Boemia e Ungheria.
Ferdinando era un fervente cattolico e abolendo la Lettera di Maestà avviò una restaurazione del Cattolicesimo.
1618 Defenestrazione di Praga: i boemi lanciano dalla finestra due rappresentanti imperiali, dichiarano decaduto Ferdinando e proclamano re l’elettore del Palatinato, Federico V, capo dell’Unione Evangelica.
Federico fu appoggiato da Inghilterra, Danimarca, Provincie Unite, Venezia.
Ferdinando dalla Spagna.
La guerra dei 30 anni (1618-1648)
1620 L’esercito spagnolo, guidato da Massimiliano di Baviera e Tilly, riportò una vittoria alla Montagna Bianca. Espulsione di tutti i pastori protestanti. Uccisione dei nobili coinvolti nella rivolta.
1620 Sacro Macello: gli Spagnoli occuparono la Valtellina, dopo aver incitato i cattolici al massacro dei protestanti.(Avvento al trono di Filippo IV)
1625 Il re di Danimarca Cristiano IV entrò in guerra. Fu sconfitto più volte.
1629 Pace di Lubecca: la Danimarca doveva rimanere fuori dalla guerra.
1630 Editto di Restituzione: si dovevano restituire tutte le terre confiscate alla Chiesa dopo il 1552. Inoltre l’imperatore voleva rendere ereditario il titolo. Si serviva dell’aiuto di Wallenstein.
Anche il re di Svezia Gustavo Adolfo decide di intervenire prima che sia troppo tardi.
1631 Portò i soldati in Germania e vinse a Breitenfeld. Continua successivamente a mietere successi.
Novità della tecnica svedese
• Artiglieria più maneggevole
• Cavalleria a ranghi serrati
• Fucilieri addestrati al tiro di precisione
• Truppe regolari a ferma lunga.
1632 Durante la battaglia di Lutzen il re di Svezia muore
1634 Le truppe svedesi vengono sconfitte a Nortlingen
1635 Pacificazione all’interno dell’impero con la pace di Praga: l’applicazione dell’editto di restituzione slittava di 40 anni.
Richelieu entra in guerra. La Spagna si trova impegnata su tre fronti: quello contro la Francia, contro la Svezia e contro le Provincie Unite.
1640 Catalogna e Portogallo dichiarano l’indipendenza dalla Spagna, abilmente sostenuti dal Richelieu.
1642 Morte di Richelieu, gli succede Mazzarino.
1643 La fanteria spagnola è sconfitta a Rocroi.
1648 La Spagna si pacifica con le Provincie Unite con la pace di Munster, anche se ostacolata da Mazzarino.
1648 Ferdinando III firma la pace di Vestfalia.
• Rinuncia ad una Germania tutta cattolica
• Cuius regio eius religio: tuttavia con tre religioni, quella Cattolica, Luterana e Calvinista; inoltre si poteva emigrare senza subire la confisca dei beni.
• Il limite dell’Editto di Restaurazione viene spostato al 1624 e non al 1552
• La Francia riceve Metz, Toul e Verdun.

Esempio



  



Come usare