l'olocausto: tema

Materie:Tema
Categoria:Storia

Voto:

1.5 (2)
Download:478
Data:26.01.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
olocausto-tema_1.zip (Dimensione: 5 Kb)
trucheck.it_l-olocausto:-tema.doc     27 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Sessant’anni dopo la deportazione degli ebrei romani, analizza i fatti accaduti con i materiali che ti sono stati dati e aggiungi delle tue riflessioni personali.

16 ottobre 1943: il grande Olocausto, 1022 ebrei romani vennero raziati da oltre 300 SS e per molto tempo non si seppe niente della loro sorte.
Gli sforzi della comunità ebraica e della Croce Rossa non ottennero nessun risultato fuorché un’udienza nella quale dopo aver lasciato parlare il Presidente della Croce Rossa, Kappler ribatté , freddo e sbrigativo, che la deportazione degli ebrei era stata un’operazione politica e militare dei tedeschi i quali non dovevano rendere conto a nessuno delle loro azioni.
18 erano i vagoni e 1022 erano gli ebrei ammassati all’interno, in condizioni disumane. Partirono da Tiburtina il 18 ottobre e giunsero ad Auschwitz dopo 6 giorni e 6 notti. Doveva essere un viaggio senza sosta, ma un imprevisto fece fermare il treno a Padova. Il peggior spettacolo per gli occhi delle persone di turno alla stazione padovana, dove i militi italiani ebbero una breve discussione con le SS per le condizioni degli ebrei e le truppe svizzere si giustificavano dicendo: “tanto sono solo ebrei…” ma gli italiani riuscirono a farli dissetare.
22 ottobre l’arrivo ad Auschwitz. Nessuno toccò terra fino al giorno seguente, infatti il 23 ottobre furono selezionati molto rapidamente: donne, bambini e anziani (erano l’82% di tutti gli ebrei, pari a 839 persone) vennero mandati alle camere a gas. La restante gente fu mandata al lavoro nei campi di quarantena.
Solo l’anno successivo, quando le truppe alleate entrarono nei campi di sterminio, capirono che l’inimmaginabile era accaduto veramente. Su 1022 ebrei solo in 16 tornarono a casa e dei 200 bambini non ci fu più nemmeno l’ombra, oserei dire nemmeno l’anima considerando le torture strazianti inflittegli.
Ci fu troppo silenzio per una tragedia simile e oggigiorno ci si sta dimenticando di certe date così importanti, e dimenticare certe cose può diventare anche pericoloso.
Perché tutte queste torture? Oggi io mi chiedo: perché?! Perché tanta crudeltà? Perché tutte queste differenze? Cosa avevano gli ebrei che gli altri non avevano? Non è accettabile tutto questo massacro; tutto ciò era uno degli obbiettivi principali della guerra hitleriana: lo sterminio degli ebrei. Ma ancora: PERCHÈ? Un ebreo non è diverso da un cristiano: abbiamo tutti un corpo umano, una testa e un cervello, degli ideali e delle credenze, un cuore, chi più e chi meno, ma comunque dei sentimenti. Come si poteva vendere un ebreo per 5000 lire?!nemmeno fossero degli animali da allevamento!
Persone uguali e diverse, uguali in tutto come già ho specificato prima e diverse solo dal colore della pelle, degli occhi e dei capelli, ma soprattutto diversi dai canoni di pensiero, probabilmente era questo che infastidiva Hitler tanto da sterminali tutti quanti.
Molte lacrime furono versate allora e chi ha buon cuore oggi una lacrima la perde ancora ripensando ai vari stermini e le atrocità. Ora non ci rimane che ricordare, l’unica cosa da fare è ricordare tutto ciò che accadde in quel anno terribile, proibito dimenticare! Solamente ricordare e sperare che tutto ciò non accada mai più.

Esempio



  


  1. laura

    sto cercando la storia dei ebrei e l olocasto


Come usare