Imperialismi e nazionalismi

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:112
Data:09.04.2001
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
imperialismi-nazionalismi_1.zip (Dimensione: 6.38 Kb)
trucheck.it_imperialismi-e-nazionalismi.doc     33.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il periodo considerato inizia in Europa nel 1849 e termina nel primo decennio del Novecento, in coincidenza con la prima affermazione della 2° rivoluzione industriale. Sul piano letterario, Flaubert e Buadelaire anticipano in Francia le tendenze che saranno il Naturalismo e del Simbolismo, mentre in Italia le loro posizioni vengono accolte dal movimento della SCAPIGLIATURA.

In Europa si ha il passaggio da una borghesia liberista ad una imperialista fra il 1849 e il 1873 si assiste ad una forte sviluppo economico, ma questo tipo di borghesia entra però in crisi al momento della grande depressione (1873/1895).
L’economia europea tentò di uscire dalla depressione con una politica antiliberista ed imperialista.
Si formarono grandi concentrazioni industriali monopolistiche che limitano la libera concorrenza; lo stato interviene nell’economia assumendo la protezione dell’aziende; si creano nuovi mercati attraverso l’espansione colonialistica: è la seconda rivoluzione industriale (1896/1910).
La parola “imperialismo” indica la politica aggressiva seguita dagli stati europei, diretta soprattutto dalla conquista di nuove colonie in Africa e in Asia.
In campo letterario, le due tendenze dominanti in questa età sono il Naturalismo e il Simbolismo: con esse finisce la letteratura romantica; nel Naturalismo viene infatti a mancare la partecipazione romantica ai destini della società: lo scrittore diventa uno specialista che osserva in modo staccato e neutrale; meccanismi sociali, limitano a descriverli.
Con il termine NATURALISMO deriva dalla concezione che ispira questa poetica: l’uomo è determinato dalla natura, cioè dagli istinti, dai bisogni naturali e dall’ambiente in cui vive (influenza del positivismo e del darwinismo).

SITUAZIONE ECONOMICA ITALIA/EUROPA

a) 1849-1873: E’ uno dei momenti di rigogliosità dell’economia europea, settore trainante è quello FERROVIARIO, che favorisce inoltre lo sviluppo di una serie di industrie ad esse collegate:
• MECCANICA: ( Produzione delle macchine)
• SIDERURGICA: (Ferro per le rotaie)
• ESTRATTIVA: (Carbone)

b) 1873-1895: Grande depressione; fu una conseguenza della guerra Francia e
Prussica, alla quale va aggiunta buna crisi agraria (dovuta alla Concorrenza proveniente dagli USA).

In questo periodo l’economia dei paesi più avanzati reagisce con tre tipi di misura:

• Protezionismo (che pone dazi sull’importazioni delle merci straniere).
• Confluenza delle aziende minori in grandi concentrazioni monopolistiche.
• Costruzione di un vasto impero coloniale e controllo delle Materie prime e del Mercato.

CONSEGUENZA Questo tipo di colonialismo diventa una conquista militare acquisizione territoriale da interi paesi asservimento del lavoro umano di queste popolazioni agli interessi delle nazi0ni dominanti; si diffondono ideologie a teorizzare la superiorità dell’uomo bianco occidentale e a giustificare il colonialismo come diffusione della civiltà.
Innovazioni tecnologiche:
• Telefono, Microfono,Fotografia, Cinematografia;
• Bicicletta, Automobile, Macchina da scrivere;
• Petrolio;
• Organizzazione del lavoro in fabbrica si razionalizza (macchine)
• TAYLOR :inventore della suddivisione del lavoro.

c) 1896-1908: Seconda rivoluzione industriale;

• 1899: nasce la FIAT
• QUESTIONE MERIDIONALE.

Esempio



  



Come usare