Il feudalesimo

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

2 (2)
Download:393
Data:05.01.2010
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
feudalesimo_15.zip (Dimensione: 7.64 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_il-feudalesimo.doc     30 Kb



Testo

Il feudalesimo….
In età longobarda la Curtis aveva continuato la funzione della villa romana mentre i cittadini cercavano una protezione di un potente. In età barbarica i cittadini che chiedevano la protezione di un potente si accompagnavano a lui come compagni d’armi i quali tutti insieme venivano a costituire una TRUSTIS (un gruppo di persone che seguivano e difendevano l loro capo in guerra). Costoro a guerra terminata partecipavano alla spartizione del bottino e spesso ricevevano terre in >.
Con Carlo Martello il beneficio divenne una norma per assodare la cavalleria e tenere comunque in armi il proprio esercito . queste costumanze romane e barbariche continuarono fino a Carlo Magno che le utilizzo per organizzare il proprio impero.
Infatti divise il suo regno in Contee e Marche ,come i Longobardi avevano diviso l’Italia in Ducati. Il governo di queste ripartizioni territoriali era concesso ad uomini fidati, che venivano in tal modo ricompensati. Le organizzazioni erano deboli e disorganizzate che non si poteva frenare a lungo lo sgretolamento territoriale. infatti i sovrani davano terre che potevano affidare liberamente, questa concessione veniva chiamata beneficio o feudo , mentre chi lo riceveva veniva chiamato vassallo e si impegnava con un giuramento a seguire in guerra il sovrano ed essere fedele a lui. Nello stesso tempo lo stato dava dei benefici anche al vassallo , dandogli l’immunità , ossia dei privilegi come l’amministrazione, la giustizia e l’esazione delle imposte.
I rapporti tra il vassallo e il suo sovrano erano strettamente personali ed il vincolo che li legava era strettamente circonciso. Cioè il sovrano non aveva un rapporto con il valvassore , ma l’unico ad averlo era il suo vassallo, come solo il valvassore , a sua volta,aveva un rapporto con il valvassino. Quindi ogni uno aveva un rapporto personale con il suo sovrano. Anche l’atto di assegnazione del feudo era di carattere personale. Il sovrano concedeva un feudo al suo beneficiario in una cerimonia dove al beneficiario veniva data una piccola zolla di terra , una spada e uno scettro , che simboleggiavano: il beneficio terreno ( la zolla) il beneficio militare (la spada) e il beneficio temporale (lo scettro). Con questi il feudatario riceveva anche l’immunità. Pian piano si vennero a creare tanti piccoli sovrani i quali erano , avvolte , più potenti di quello legittimo. Inoltre il vassallo poteva dare porzioni di terre ricevute dal suo sovrano , al suo valvassore e il valvassore poteva darle ai suoi valvassini. All’inizio il feudo veniva dato solo in prestito ed era facile trovare un traditore , con il tempo il feudo veniva tramandato da padre in figlio con dei diritti di eredità riconosciuti prima nel Capitolare Di Kiesry per i feudi maggiori e poi nella Costitutio de Feudis per i feudi minori. In effetti dopo Carlo Magno l’impero fu diviso tra i vari Vassalli che divennero sempre più ribelli e indipendenti tanto da causare una fase di Anarchia Feudale (sec. IX e X).
Come si è notato nel feudalesimo si veniva a formare una piramide dove al vertice c’era il sovrano, poi seguivano i grandi vassalli ai quali seguivano i valvassori e alloro volta seguivano i valvassini. Facevano parte poi nella classe dominante dei vassalli , i nobili cioè i cavalieri che partecipavano alla vita di corte e combattevano a cavallo. Al disotto di tutto poi c’erano i contadini ch e pian piano diventarono veri e propri servi della gleba , cioè contadini che non potevano per nessuna ragione allontanarsi dalla terra, vivevano di sussistenza, servivano il padrone e infine se la terra veniva venduta , veniva venduto anche il servo. I padroni avevano una vita lenta e monotona, infatti solo guerre e feste rompevano quella monotonia quasi opprimente. Inoltre i commerci non fiorirono molto perché i commerci erano quasi inesistenti e si usava l’uso del baratto. Infatti il feudo divenne così un mondo chiuso e si viveva di un economia molto ridotta. Però il feudalesimo portò anche molti lati positivi. Infatti grazie a questo sistema per la prima volte venivano infranti i latifondi , poiché stare al servizio di un nobile in quei periodi , assicurava un lavoro e un modo per sfamarsi. Inoltre per la prima volta l’impero era governato da persone ch eseguivano il loro lavoro con passione e ci fu grande fiducia e stabilità.

Esempio



  



Come usare