Il comunismo in Russia: cronologia

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

2.5 (2)
Download:134
Data:16.06.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
comunismo-russia-cronologia_1.zip (Dimensione: 5.68 Kb)
trucheck.it_il-comunismo-in-russia:-cronologia.doc     42.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Il comunismo in Russia

23 febbraio 1917
Manifestazioni di protesta a Pietrogrado.
23-28 febbraio 1917
Rivoluzione di febbraio.
1° marzo 1917
Nasce il governo provvisorio, espresso dalla Duma,in cui il partito prevalente è quello dei “cadetti”=Costituzionali-Democratici(liberali moderati). Affianco al governo ci sono i soviet.
2 marzo 1917
Abdicazione dello zar Nicola II.
3 aprile 1917
Lenin rientra dall’esilio in Svizzera a Pietrogrado e proclama le Tesi di aprile(immediata pace separata della Russia con la Germania, tutto il potere ai soviet).
Agosto 1917
Fallisce il colpo di stato di Kornilov, grazie all’intervento determinante dei bolscevichi nello sventare il tentativo controrivoluzionario.
Settembre 1917
I bolscevichi conquistano la maggioranza nei soviet di Mosca e Pietrogrado e quindi controllano il Congresso Panrusso dei soviet.
25 ottobre 1917
Rivoluzione d’ottobre: reparti armati bolscevichi attaccano il palazzo del governo, arrestano numerosi ministri e creano il Consiglio dei commissari del popolo, nuova guida dello stato. I bolscevichi al potere emanano nuovi provvedimenti: il decreto sulla terra abolisce la proprietà privata, le industrie(a parte le piccole) e le banche vengono nazionalizzate, diritto d’indipendenza delle nazionalità non russe, diritto di voto alle donne, diritto all’aborto e al divorzio, giornata lavorativa di 8 ore). Nasce l’URSS (Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche), unione confederativa di repubbliche socialiste, in cui risorse e industrie sono controllate dallo stato.
30 ottobre 1917
Elezione dell’Assemblea Costituente.
7 dicembre 1917
Istituzione della CEKA, Commissione straordinaria per la lotta contro la controrivoluzione e il sabotaggio.
6 gennaio 1918
Viene sciolta con la forza l’Assemblea Costituente.
3 marzo 1918
Trattato di Brest-Litovsk, la Russia esce dalla guerra mondiale( perdendo stato baltici, Polonia, bacini petroliferi del Caucaso, l’intera Ucraina)
Estate 1918
Nascono i primi campi di concentramento.
16 luglio 1918
Uccisione dello zar e della sua famiglia.
30 agosto 1918
Fallito attentato a Lenin.
5 settembre 1918
Inizio del Terrore rosso
Aprile 1920- marzo 1921
La Polonia invade le regioni occidentali, ma, nonostante gli attacchi dell’Armata rossa, riesce ad ottenere (trattato di Riga) uno spostamento del confine di 200 Km.
1918-marzo 1921
Guerra civile, intervento di truppe straniere a sostegno delle Armate Bianche contro l’Armata Rossa di Trockij e periodo del Comunismo di Guerra.
Marzo 1921
Inizia la NEP, Nuova Politica Economica, che introduce nelle campagne un’economia di mercato e aumento la produzione di beni di consumo.
24 gennaio 1924
Muore Lenin.
1927
Stalin ottiene il completo controllo del Partito Comunista e dell’URSS, eliminando tutti i principali esponenti comunisti suoi concorrenti.
1929
Inizia il primo piano quinquennale, che investe soprattutto sulle industrie pesanti(questo consentirà alla Russia di diventare in dieci anni, la seconda potenza mondiale).
Gennaio 1930
Inizia la liquidazione dei Kulaki, la collettivizzazione delle campagne e la formazione di grandi aziende agricole.
1930
Viene istituita la Direzione centrale dei lager, il GULag.

Esempio