II RIV. INDUSTRIALE ED IMPERIALISMO

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:352
Data:04.01.2006
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
ii-riv-industriale-imperialismo_1.zip (Dimensione: 7.58 Kb)
trucheck.it_ii-riv-industriale-ed-imperialismo.doc     34.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

STORIA PAR.1.1 e appunti

Il secolo che stava per chiudersi, l’800, aveva visto lo sviluppo dell’industria, diffusione dei mezzi di comunicazione, un nuovo ritmo di vita, un costante miglioramento delle condizioni di vita.
Adesso, inizio novecento, si mettono in dubbio gli equilibri della società che erano fondati su una netta separazione dei gruppi sociali, perché adesso si parla della società di massa.
Massa sociale perché c’era la presenza attiva all’interno della vita sociale di una larga parte della popolazione, questo processo iniziò nella rivoluzione francese, anche perché grazie alle industrie molte persone affluirono in città in cerca di lavoro, si unificano gli stili di vita.
In città si crearono circoli ricreativi, luoghi di ritrovo, migliaia di persone lavoravano insieme, insomma, la città era luogo di massima interazione sociale.
La fabbrica era simbolo di modernità.
La seconda rivoluzione industriale quindi parte dalla Germania e dagli Stati Uniti, simbolo è l’acciaio e quindi la torre eifell, aumenta l’estrazione di minerali, nasce industria chimica, c’è sviluppo dell’energia termoelettrica, idroelettrica.
Si utilizza il petrolio in scala industriale, si inventa il telegrafo e si usa la corrente elettrica per far andare i tram e illuminare le città.
Il liberismo economico (liberi scambi, nessun intervento statale, libera concorrenza) entra in crisi a causa dei monopoli, cioè dei soggetti forti economicamente che stroncano la concorrenza.
I modi in cui avvengono i monopoli sono: cartello, trust, holding.
Cartello è quando più società si mettono insieme e si accordano sul mercato riguardo i prezzi; i trust quando si mettono insieme aziende e producono insieme, trust orizzontale quando viene prodotto lo stesso tipo di prodotto mentre trust verticale quando è un gruppo di aziende alla quale una serve il prodotto dell’altra e quindi controllano la catena di produzione.
L’holding è una società finanziaria che acquista azioni di altre aziende e crea un impero di aziende collegate tra loro.

PAR.2.2

Così per salvaguardare la propria produzione, tutti i paesi europei ,tranne l’inghilterra che poteva contare sui mercati dei suoi domini, adottarono una politica protezionistica alzando i dazi doganali; così nacquero le multinazionali, grandi imprese con un coordinamento nel paese d’origine che dirigeva la produzione delle proprie filiali in altre nazioni.
Alle imprese serviva sempre più denaro e quindi le banche investivano capitale, così ebbero parte del controllo sulle imprese.
Si instaurò un rapporto tra imprese e stato perché le imprese volevano protezione da parte dello stato con i dazi ecc.. e lo stato chiedeva rafforzamento della produzione nazionale: così nasce il capitalismo.

IMPERIALISMO

PAR.3.1 e appunti

L’idea di nazione si era formata nella rivoluzione inglese, a seguito il romanticismo tedesco aggiunse il significato di unità linguistica, storica e culturale, posta a fondamento della società.
Si iniziò a parlare di nazionalismo in due modi diversi, uno inteso come patriottico e l’altro come razziale.
Hobson, scrittore liberale inglese, diceva che l’imperialismo era la degenerazione del capitalismo, è la risposta sbagliata ai problemi della società.
Ci fu una conferenza internazionale a Berlino, organizzata dal cancelliere Bismark, per accordarsi in che modo colonizzare, si colonizzava per evitare una sovrapproduzione in modo di aprire nuovi mercati, secondo Hobson bastava ridistribuire la ricchezza.
Kipling, Barres dicono che colonizzare è sinonimo di civilizzazione europea.
La germania era unificata, struttura federale, il potere esecutivo era in mano al kaiser, il cancelliere è scelto dall’imperatore e non necessita della maggioranza parlamentare.
Il parlamento tedesco è bicamerale, una camera con i deputati eletti a suffragio universale chiamata reichtag , e un’altra chiamata bundesrat formata dai rappresentanti degli stati che formano la germania.Le due camere hanno potere legislativo, fanno le leggi e se le votano.
In germania c’era il partito conservatore di destra i cui dirigenti sono i junker, che vogliono protezionismo doganale; poi sempre di destra c’è il partito nazional popolare, poic’è quello di centro chiamato zentrum che è cattolico e vuole autonomia locale e infine il partito social democratico.
Si stabilì che partendo dalle coste dell’Africa non occupate, le forze europee possono colonizzare fino a quando arrivano a trovare terre già colonizzate.
In realtà la colonizzazione divenne controllo totale e imposizione della propria cultura da parte dei colonizzatori.
La parte occidentale dell’Africa è francese mentre quella orientale è inglese, tutto questo avvenne con grandi tensioni perché gli indigeni si ribellarono e a Fascioda ci mancò poco perché non si scontrassero Francia e Inghilterra, solo grazie alla ritirata dei francesi che avevano paura di un possibile scontro successivo con i tedeschi, si evitò la battaglia.
La germania sostenne i rivoltosi in marocco per evitare che i francesi occupassero il nord africa.
Una delle rivolte più sanguinose subite dagli inglesi si ha in sudan, il capo della rivolta era chiamato mahdi perché era colui che doveva combattere contro l’anticristo, il generale inglese Gordon viene ucciso a Cartoon.
I primi campi di concentramento erano stati fatti dagli inglesi.
Il re del belgio mandò degli evangelizzatori per evangelizzare l’africa ma poi scoprirono l’oro e l’argento e occuparono la zona.

ORIENTE

L’inghilterra obbliga la Cina al trattato di Nanching col quale i cinesi sono costretti ad aprire 5 porti sul mare per commerciare con l’inghilterra, così arrivano anche in cina le idee occidentali, che portano alla formazione di un movimento politico chiamato tai ping che farà una rivolta con a capo hung chan, per stroncare questa rivolta che ha successo solo nelle classi contadine, l’imperatore è costretto a chiedere aiuto alle forze europee.
Nasce un partito chiamato kuo ming tanu, fondato da sun yan tse, che vuole mettere fine all impero e vuole democrazia.
Il kuo ming tanu si alle con l’esercito e la rivoluzione ha successo solo che i generali, una volta ottenuto il potere bloccano le riforme di sun yan tse e impongono un regime militare.
Ci sono terribili battaglie interne per unificare il Giappone, Tokugawa riesce a portare il regime militare assoluto e vengono bloccati anche i rapporti commerciali.
Nel 1853 arrivano alla baia di tokyo delle navi statunitensi che mostrano la loro potenza e i giapponesi capiscono che è vana un’opposizione.
Il comandante delle navi Perry dice da parte del presidente che se il Giappone non aprirà il commercio ci saranno scontri, così il giappone apre il commercio, così avviene una catastrofe sociale perché gli americani comprano il riso, così il prezzo sale e i contadini giapponesi cadono in semi povertà perché il riso costava troppo e non se lo potevano permettere.
Lo shogun (capo militare) viene eliminato e inizia l’era Meijii nella quale il giappone passa da un sistema medioevale a un sistema industrializzato.
Viene creato un parlamento sulla base di quello tedesco,il servizio militare diventa obbligatorio ciò significa la fine dei samurai.Esce anche una legge che vieta di portare la spada, viene introdotta un’istruzione obbligatoria per formare alte categorie di dirigenti, vengono fatte nuove infrastrutture.
I giapponesi attaccarono port artur, per andare contro la russia, la russia si vendicò ma venne sconfitta.

IMPERIALISMO AMERICANO

Gli stati Uniti colonizzano nel pacifico e nell’america latina, nel 1877 acquistano l’alaska dai russi che si svelerà una ricchezza perché trovarono giacimenti petroliferi.
Poi avevano coltivazioni nelle Hawaii, poi dopo un conflitto con la spagna si prendono le filippine.
Il presidente Monroe aveva detto che le potenze europee non avevano il diritto di occuparsi degli affari americani, concetto che ribadisce anche Rooswelt nel “corollario Rooswelt” nel quale afferma che gli americani hanno il diritto di intervenire militarmente in centroamerica per portare democrazia e libertà e tutelare gli investitori.
Cuba era sotto la spagna, gli stati uniti aumentarono del 40 per cento le tasse sullo zucchero, così nessuno compra lo zucchero e Cuba entra in crisi, così c’ è rivolta contadina verso gli spagnoli, inizia guerra con la spagna nei carabi e nel 1898 la spagna chiede la pace che ottiene grazie al trattato di Parigi.
Cuba diventa repubblica sotto gli stati uniti.

Esempio