II guerra mondiale

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:127
Data:26.04.2001
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
ii-guerra-mondiale_3.zip (Dimensione: 3.82 Kb)
trucheck.it_ii-guerra-mondiale.doc     22 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La seconda guerra mondiale

La guerra lampo
Il Furer attaccò la Polonia ma, Francia e Gran Bretagna, risposero solo a parole; secondo il Patto d'Acciaio Mussolini doveva intervenire nella guerra per aiutare Hitler.
Mussolini però, si rifiutò di intervenire nella guerra e così proclamò lo stato di non-belligeranza dell'Italia.
Hitler pensò, che per attaccare la Polonia, non avrebbe fatto molta fatica perché comunque la Francia e la Gran Bretagna prima di entrare in guerra, ci avrebbero impiegato almeno alcune settimane, tempo sufficiente per impadronirsi di questo Stato: tutta questa organizzazione era già stata prevista da mesi nel Piano Bianco.
Così i tedeschi, fecero una guerra lampo, che era una tattica che puntava sulla rapidità dell'azione militare, resa possibile grazie all'impiego di mezzi motorizzati.
Perciò nel 1°settembre del 1939, anno dell'inizio della seconda guerra mondiale, la Germania attaccò la Polonia che fu divisa tra l'altro, anche con l'unione sovietica che prese l'occasione per conquistare i paesi baltici e la Finlandia.
Il 3 settembre dello stesso anno, Francia e Gran Bretagna, dichiararono guerra alla Germania.

Di nuovo sul fronte occidentale
Risolto il problema della Polonia che fu spartita dalla Germania e dall'Unione Sovietica, rimase il problema occidentale perché il Fuhrer doveva attaccare la Gran Bretagna.
Così, per cominciare, Hitler decise di occupare la Danimarca e la Norvegia, perché lì doveva costruire delle basi militari contro la Gren Bretagna.
La Francia intanto, aveva messo dei schieramenti militari lungo la linea Maginot che si trovava al confine con la Germania, e lungo la linea che confinava con il Belgio, perché avevano paura che si ripetessa la stessa strategia militara che avvenne durante la prima guerra mondiale.
Tutto ciò, accadde veramente, perché nel 1940, la Germania, attaccò la Francia passando per Belgio, Olanda e Lussemburgo che erano dei paesi neutrali; la Francia, però, che si era già preparata a questo attacco, si difende bane e riesce a sconfiggere le truppe tedesche.
In Italia intanto, Mussolini stava provando una grande invidia contro Hitler, perché si vedeva inferiore a lui, a causa delle sue enormi vittorie; così, siccome aveva visto che la Francia si trovava in situazioni catastrofiche, decide di attaccarla alle spalle perché lui credeva che sarebbero bastati qualche migliaia di morti per ottenere la sua parte del bottino di guerra.
Ma la Francia però, resistette bene a questo attacco alle spalle perché l'esercito era completamente disorganizzato e perché conduceva una guerra arretrata.
Il 14 giugno, i tedeschi, sconfissero la Francia attaccandola lungo la linea Maginot.
Così il 22 giugno, la Francia sotto il governo di Pètain, fu costretto a chiedere l'armistizio.
Gli accordi, stabilivano che la parte nord-ovest della Francia, dovevano appartenere alla Germania, mentre il resto della Francia, divenne la "Francia di Vichy", governata da Pètain.
Inoltre la Germania, aveva chiesto anche l'armistizio della Gran Bretagna, governata da Winston Churchill, il quale rifiutò a meno che i tedeschi non si fossero ritirati da tutti i territori occupati.

Operazione Leone Marino e operazione Barbarossa
Nel giugno del 1940, la Gran Bretagna, rimase l'unica potenza europea ad andare contro la Germania; la sua sorte sembrava ormai già segnata.
Churchill però seppe infondere tra i connazionali un'altissima volontà di lotta, secondo poi la Gran Bretagna disponeva di una flotta navale, di un'aviazione e di numerose zone radar, che erano superiori a quelle tedesche.
Così, la Germania in seguito fu costretta a dichiarare guerra anche alla Gran Bretagna: l'operazione Leone Marino.

Esempio



  



Come usare