Guerra del Kosovo

Materie:Appunti
Categoria:Storia

Voto:

1 (2)
Download:231
Data:05.11.2001
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
guerra-kosovo_2.zip (Dimensione: 4.93 Kb)
trucheck.it_guerra-del-kosovo.doc     17 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

STORIA

GUERRA IN KOSOVO

Il 24 marzo 1999 и un giorno da ricordare, negativo per l' Europa e terribile per un piccolo stato : il Kosovo, situato nel sud occidente della Iugoslavia, considerato autonomo sino al marzo 1989 anno in cui Milosevic Presidente della attuale Serbia (regione situata nella parte occidentale della Iugoslavia)
priva di ogni autonomia il Kosovo , stato in cui la popolazione и costituita per 88% da albanesi e da minoranze serbe e montenegrine. La maggioranza della popolazione и di religione ortodossa e musulmana. Nel 1913 l'Albania acquista l'indipendenza ma il Kosovo passa alla Serbia, nel 1918 fu fondato il regno dei Serbi, dei Croati, degli Sloveni, il Kosovo era la regione piщ povera senza strade, senza industrie, la popolazione svolgeva i lavori piщ umili ed erano disprezzati dai Serbi, i quali repressero le continue rivolte della popolazione con la forza, confiscarono le terre, chiusero le scuole, e favorirono l'insediamento Serbo nella zona.
Nel 1945 l'esercito partigiano di TITO riuscм a vincere la resistenza degli Albanesi del Kosovo, l'area fu organizzata come sottounitа amministrata dalla Serbia.Il maresciallo TITO governт la Iugoslavia prima che si si dividesse in stati indipendenti, dal 1944 al 1980 con un governo comunista. Nel 1974 riconobbe l'autonomia regionale al Kosovo, elargм l'universita' di Pristina, l'uso della lingua albanese negli uffici Pubblici, l'assistenza alle partorienti negli ospedali.
Nel 1968 ci furono disordini che culminarono a Pristina in una manifestazione a cui presero parte giovani e studenti albanesi.
Nel 1991 si verificarono violenti scontri che sono continuati sino ad oggi, gli albanesi chiedono la creazione di una Repubblica indipendente e i Serbi ribadiscono la loro egemonia giustificandola da un punto di vista storico esigendo il riassorbimento del Kosovo nella Serbia.
Questo stato di continua guerra civile и culminata nell'allontanamento della popolazione Kosovara dalla loro terra, con la violenza da parte dei militari Serbi che hanno usato ogni mezzo anche la "pulizia etnica " terribile parola che evocano gli incubi del nazismo di Hitler di 50 anni fa.
I Kosovari si sono diretti negli stati balcanici vicini Albania, Macedonia , Montenegro, migliaia di disperati vagano tra le montagne privi di tutto, su vecchi trattori (la maggioranza dei Kosovari sono contadini).
La dura reazione degli USA e dei Paesi membri della NATO (INGHILTERRA, FRANCIA, GERMANIA, SPAGNA, E ITALIA) hanno colpito la Serbia con una serie continua di bombardamenti, la guerra e' iniziata! Le citta' colpite Belgrado, Pristina, Novisad.
La Serbia ha chiesto aiuto alla Russia ,il Presidente Eltsin ha annunciato la rottura con la NATO e la ripresa della Guerra Fredda.
Gli USA sperano in un ruolo di mediatore diplomatico della Russia nel conflitto.Il ruolo dell'Italia che fa parte della Nato, e' in cerca di un compromesso partecipa ai raid aerei, ma chiede di tornare alla diplomazia al piщ presto, ma gli alleati dicono che и troppo presto e i bombardamenti continuano
L'Italia partecipa attivamente agli aiuti umanitari con l'operazione "ARCOBALENO" manda volontari cibo , denaro e medicine nei paesi balcanici, costruisce tende e allestisce ospedali militari.
Il 1° aprile '99 tre soldati americani sono presi prigionieri dai Serbi appaiono in tivu' stanchi, sporchi di sangue per le botte ricevute durante la cattura, li attende la Corte Marziale di Belgrado. Durante la Pasqua cattolica non ci sarа nessuna tregua nonostante i i continui appelli tra cui quello del papa.
Nonostante i continui raid aerei la Serbia non si piega.
Milosevic offre una tregua unilaterale , ma Washinghton la giudica insufficiente poiche' non contempla il ritiro dei serbi dal Kosovo.
La NATO intima a Belgrado di mandare in onda sei ore al giorno di informazione sulla guerra nei balcani trasmesse dalle TCV occidentali, altrimenti bombarderа la TV serba non si possono usare i mass media per propaganda politica , ciт che invece succede normalmente in Serbia.
Piщ passa il tempo piщ cresce la consapevolezza che i bombardamenti non risolveranno la tragedia del Kosovo, Eltsin alla NATO:" si rischia la terza guerra mondiale" !
Bombe sui profughi la NATO uccide per errore 75 civili Kosovari.
Siamo alla terza settimana di guerra per risolvere definitivamente il conflitto si inizia a discutere dell'inevitabilita' di un intervento di terra , purtroppo costera' altre vite umane.
La NATO difende i propri paesi , vicini di casa della Iugoslavia se la Serbia provera' ad attaccarli, la NATO reagirа senza esitazione.
Milosevic inasprisce la censura contro i giornalisti presenti nel suo paese, licenzia la voce del moderato Draskovic (VICEPREMIER) l'uomo che aveva avuto il coraggio di criticarlo, l'accusa : avere espresso opinioni contrarie alla posizione del governo e del popolo Serbo.
Milosevic libera i tre soldati prigionieri e chiede un incontro faccia a faccia con il Presidente Clinton;incontro finora mai avvenuto.
Arrivano in Italia diecimila kosovari saranno ospitati nella ex base militare USA di Comiso in Sicilia.
Cento bombe sganciate dagli aerei NATO in adriatico e trovate dai pescatori di Chioggia i quali si rifiutano di uscire in mare per motivi di sicurezza, un pescatore e' stato ferito da una bomba esplosa accidentalmente.
Sono stati usati come scudi umani 100 mila Kosovari uccisi per errore dalla NATO sul campo militare di Korisia.
Arrivano in Albania diecimila Kosovari tutti maschi tra i 16 e i 68 anni, sono reduci dei lager serbi ,si sospettava fossero stati uccisi, raccontano le torture e la fame subite nei campi di prigionia,sembrano scheletri usciti dall'inferno.
Iniziano i primi segnali di rivolta in alcune cittа serbe contro il regime di Milosevic, alcune manfestazioni pacifiste spontanee sono state represse con multe dai due ai quattro milioni di lire da pagare entro 24 ore.
Il 28 maggio Milosevic viene incriminato da parte del tribunale penale dell'AIA per CRIMINI DI GUERRA commessi nel suo paese.
L'intensa attivita' diplomatica dei ministri degli esteri del "G 8" Russia, Usa Canada Giappone, Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania ha trovato soluzione per un accordo politico stipulando un documento che si puo' riassumere in alcuni punti fondamentali:
1) ritiro dei militari Serbi dal Kosovo
2) presenza in Kosovo di una forza internazionale mandata dall' ONU, per garantire il ritorno dei profughi nel loro paese.
3) amministrazione politica provvisoria decisa dall'ONU, per assicurare una vita pacifica a tutti i cittadini
4) avvio di un processo politico per una completa autonomia del Kosovo.
5) ricostruzione e e inizio di uno sviluppo economico e di stabilitа politica nei balcani.
Milosevic e il parlamento Serbo dovranno accettare completamente le condizioni poste, e avviarne l'attuazione .
Il 3 Giugno 1999 Milosevic ha detto sм al piano di pace e accettato l'accordo, dopo 72 GIORNI DI GUERRA, forse si puo' sperare in un ritorno alla vita in questi paesi.
Milosevic se sopravviverа sarа costretto dall'AIA (tribunale internazionale) agli arresti domiciliari nel proprio palazzo .
Il mitico sogno della Grande Serbia del dittatore Milosevic, и andato definitivamente in frantumi , diventera' un altro capitolo di storia sull'ennesima guerra, nei prossimi decenni.

Esempio



  



Come usare