Benazir Bhutto e Giovanna d'Arco a confronto

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:53
Data:27.03.2008
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
benazir-bhutto-giovanna-arco-confronto_1.zip (Dimensione: 3.81 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_benazir-bhutto-e-giovanna-d-arco-a-confronto.doc     26 Kb



Testo

DA BENAZIR BHUTTO A GIOVANNA D’ARCO

Benazir Bhutto, pakistana nata a Karachi nel 1953 era una donna politica e statista nel suo paese. Si laureò in scienze politiche ad Harvard, studiando poi a Oxford. A meno di vent’anni cominciò la sua carriera politica assistendo il padre,all’epoca Primo ministro.
Per volere del dittatore allora in carica, il padre di Benazir venne giustiziato e lei venne relegata agli arresti domiciliari. Quando nel 1984 ottenne il permesso di tornare negli stati uniti, divenne leader in esilio del Partito del Popolo Pakistano (PPP).
Alle elezioni del 1988, il PPP ottenne la maggioranza e la Bhutto divenne così Primo ministro e contemporaneamente prima donna a ricoprire un incarico politico in un paese musulmano. Per due volte di seguito venne accusata, dapprima sola e poi assieme al marito, di corruzione, e quindi destituita: non potendo essere eletta una terza volta a causa della legge al tempo in vigore, fino al 2002 (anno in cui la costituzione venne emendata) non poté ricandidarsi.
Trascorsi così otto anni in esilio, il suo ritorno in patria del 18 ottobre per prepararsi alle elezioni nazionali del 2008 è stato disastroso: non più di due ore dopo il suo arrivo in aeroporto, mentre da un camion blindato salutava la folla, un attentato causò 140 morti e oltre 600 feriti, lasciando però Benazir illesa.
Non riuscì però a sottrarsi alla morte una seconda volta quando un secondo attentato la colpì il 27 dicembre in una cittadina vicino ad Islamabad, dove aveva appena partecipato ad un comizio.

bene, questa è la storia della nostra eroina pakistana. Ma perché si ricollega a Giovanna D’arco? Non è facile, oggi 2008 nell’era della globalizzazione, istituire delle convergenze fra due figure così diverse: l’una, Giovanna, proveniente da una famiglia povera, incolta, guidata soltanto dalla sua fede; e benazir Bhutto, figlia di un primo ministro, ricca, colta, educata nelle migliori università occidentali. Ovviamente le condizioni storiche, sociali e culturali sono diverse, e la storia non si ripete mai nella stessa maniera. Ma forse l’elemento che può accomunarle è la fede nelle proprie idee perseguita fino in fondo, e il fatto che sono state entrambe vittime di fanatismi sia politici che religiosi.
Un altro parallelismo che potremo istituire è quello che le mette sullo stesso piano in quanto figure emergenti di donne: in una società guidata quasi sempre dal sesso maschile, entrambe hanno rappresentato per la storia un momento in cui una donna ha preso in mano la situazione: prima donna nella storia occidentale Giovanna; prima donna nella storia islamica Benazir.

Esempio



  



Come usare