Amnesty International

Materie:Appunti
Categoria:Storia
Download:71
Data:15.02.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
amnesty-international_3.zip (Dimensione: 4.21 Kb)
trucheck.it_amnesty-international.doc     25 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Amnesty International

Organizzazione internazionale, nata nel 1961 come movimento per i diritti dell'uomo. Essa si oppone in tutti i casi e senza riserve alla pena capitale e alla pratica della tortura. La proposta di costituirla partì dall'avvocato inglese Peter Benenson, specializzato in processi politici, e le basi dell'organizzazione furono poste da rappresentanti di cinque paesi. La sede è a Londra. Alla fine degli anni Novanta il movimento contava oltre un milione di soci sparsi in più di 170 paesi. Tra i molti rapporti annuali presentati da AI, ricordiamo quelli sulle violazioni dei diritti umani in Ulster, Brasile, Indonesia, Vietnam del Sud, Spagna, Cile, Siria, Israele e URSS.
Tra le azioni pubbliche di maggior rilevanza si sottolineano: la campagna permanente contro la pena di morte (convegno internazionale a Bologna nel 1982, nuova campagna nel 1989); la campagna contro le “sparizioni”, iniziata nel 1981 (non solo in America latina, ma anche nelle Filippine, in Etiopia, Guinea, Repubblica Popolare dello Yemen, Cambogia e Uganda); appello per un'“amnistia universale”, lanciato in occasione della giornata internazionale dei diritti umani (dicembre 1982); campagna contro gli omicidi politici governativi (iniziata nel 1983); campagna contro la tortura (dal febbraio 1984); campagna Human Rights Now per il rispetto dei diritti umani nel quarantesimo anniversario della Dichiarazione Universale (1988). Nel 1977 AI ha ottenuto il premio Nobel per la pace.

La pena di morte nel mondo

Tale pena è in vigore tuttora in molti Stati, benché in Europa la tendenza abolizionista prevalga, contando, oltre all'Italia, i paesi scandinavi, l'Olanda, il Belgio, il Lussemburgo, la Germania, l'Austria, la Svizzera, il Portogallo, la Francia e la Gran Bretagna. La pena di morte nell'ex URSS fu abolita nel 1947, ripristinata nel 1950 per alcuni delitti politici (reati di tradimento e di sabotaggio) e rimessa completamente in vigore nel 1954 per essere in seguito nuovamente limitata a pochi gravi reati; dopo la sua dissoluzione le singole repubbliche hanno preso decisioni diverse. Negli Stati Uniti la pena è prevista in alcuni Stati, in altri no; in alcuni esiste in teoria, ma è inapplicata; in altri si può essere condannati a morte solo per tradimento verso la nazione o se ergastolani si commetta un omicidio. Formalmente la pena sussiste anche nello Stato del Vaticano, essendovi ancora vigente il codice penale italiano del tempo del concordato, che prevedeva la pena di morte.
La pena di morte viene praticata con:
• L'impiccagione, già vigente in Inghilterra è praticata in sei Stati americani, nei paesi del Commonwealth e in quelli che sono nella sua sfera d'influenza; sussiste inoltre in Giappone, Iran, Iraq, Repubblica Araba Unita, Turchia. L'impiccagione è stata sostituita in Spagna, nel 1882, dalla garrotta.
• La ghigliottina che è stata usata in Francia.
•La fucilazione che è stata praticata in Cecoslovacchia, Polonia, Ungheria, Grecia, Iugoslavia, in parecchi Stati africani e dell'America Centromeridionale, in varie repubbliche dell'ex URSS in alcuni degli Stati Uniti nella Repubblica popolare cinese.
•La sedia elettrica è impiegata in numerosi Stati degli USA e nelle Filippine.
•La camera a gas in altri Stati degli USA.
•Sempre negli USA è impiegato anche il metodo di un'iniezione di veleno.

Esempio



  



Come usare