2°guerra mondiale

Materie:Riassunto
Categoria:Storia

Voto:

2 (2)
Download:243
Data:03.01.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
2-guerra-mondiale_1.zip (Dimensione: 5.26 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_2-     29.5 Kb



Testo

La seconda Guerra Mondiale

I contrasti nati in seguito alla prima guerra mondiale risultano il pretesto per l’inizio del secondo conflitto internazionale. Infatti le diverse potenze coinvolte non riuscivano a trovare un punto d’incontro. Inoltre le potenze vincitrici non intendevano considerare ne la Germania ne l’Unione Sovietica come loro pari. Dal canto loro i paesi sconfitti non accettavano le nuove sistemazioni territoriali imposte dai vincitori. Ma il primo attacco alla pace mondiale fu l’invasione della Manciuria da parte del Giappone. Esso aveva come obbiettivo il predominio sul Pacifico. In questa occasione la società delle nazioni dimostrò di non avere le idee chiare in quanto da un lato condannò l’operato del Giappone dall’altro gli riconobbe le conquiste effettuate. Nel 1933 Hitler ritirò la Germania dalla Società delle Nazioni e cominciò la sua politica del riarmo nelle regioni della Saar e delle Renania. Successivamente l’Italia invase l’Abissinia e nel 1936 conquistò l’intera Etiopia. Mussolini infatti intendeva estendere il suo dominio nel Mediterraneo. Ormai le potenze internazionali si trovavano divise in due blocchi contrapposti,da una parte vi erano quelle potenze che sostenevano gli equilibri che si erano formati alla fine della prima guerra mondiale,dall’altra vi erano quelle potenze che intendevano modificare quegli equilibri. Tra di essi avevano già stipulato una serie di accordi e di alleanze tra cui il cosiddetto Asse Roma - Berlino del 1936. Nonostante ciò le potenze avversarie erano disponibili a negoziare,con la Conferenza di Monaco con la quale si decise il destino della Cecoslovacchia,che venne lasciata nelle mani della Germania. Dunque gli interessi della Germania si spostarono su Danzica e sul corridoio polacco e,dopo aver firmato un patto di non aggressione con l’URSS,invase la Polonia violando i patti di Monaco. Francia ed Inghilterra,che avevano promesso il loro appoggio alla Polonia in caso di aggressione,dichiarano guerra alla Germania. Ma la Polonia venne conquistata e vi vennero installati dei terribili campi di concentramento in cui venne applicata la politica razziale tedesca. In quest’occasione la Francia e la Gran Bretagna si rivelarono impreparate allo scontro. Tanto che l’anno successivo la Germania procedette all’invasione della Francia passando dall’Olanda,il Belgio e il Lussemburgo, aggirando così la linea di difesa francese, la “linea Maginot”. La Francia settentrionale fu occupata militarmente, mentre il resto del territorio fu lasciato in mano ad un “governo amico”. Con la politica dei governi collaborazionisti,che portò anche negli altri paesi conquistati, la Germania intendeva accaparrarsi il consenso popolare al “nuovo ordine” nazista. Ma in contrapposizione a tutto ciò si organizzò una resistenza,così si creò nei vari stati una guerra civile,che portò gravi lacerazioni fra i popoli di queste nazioni.
Il primo insuccesso tedesco la “battaglia d’Inghilterra”,infatti nonostante l’incessante sequenza di bombardamenti aerei a cui fu sottoposta,l’Inghilterra non si arrese, grazie anche agli aiuti economici da parte degli USA. Nel fra tempo anche l’Italia entrò a far parte del conflitto stipulando il “patto tripartito” con la Germania e il Giappone. Ma ben presto l’Italia mostrò le proprie debolezze che riuscì a superare solo grazie all’aiuto dei tedeschi. Ormai quasi l’intera Europa era sotto le mani tedesche,dall’altra parte il Giappone aveva in mano tutto l’estremo oriente. Ma nel giugno 1941 la Germania attaccò la Russia,ma la sua avanzata venne fermata prima che giungesse a Mosca. In questa occasione la Russia sottoscrisse la Carta atlantica,un documento che era alla base della costruzione di un’alleanza di tutti i paesi contrari al patto tripartito. Sempre nel dicembre di quell’anno vi fu l’attacco da parte dell’aviazione Giapponese alla base americana di Pearl Harbor,e in seguito anche l’Italia e la Germania dichiararono guerra agli Stati Uniti. Già agli inizi del 1943 gli alleati riuscirono ad organizzare un efficace controffensiva,i sovietici fecero arretrare i tedeschi,gli anglo americani liberarono la Libia e la Tunisia. Da questi paesi partì l’invasione dell’Italia infatti gli alleati sbarcarono in Sicilia e da li risalirono la penisola italiana,ci fu immediatamente la caduta di Mussolini e l’istituzione di n governo provvisorio presieduto dal generale Badoglio,che firmò l’armistizio con gli alleati il 3 settembre del 1943,ma l’Italia settentrionale rimaneva in mano tedesca. Gli alleati aprirono un altro fronte quello dell’Europa occidentale, il 6 giugno 1944 vi fu la sbarco in Normandia che nel settembre successivo portò alla liberazione della Francia. Nel corso della primavera del 1945 scattò l’ultima e decisiva offensiva,grazie alla quale vennero liberate la Polonia,l’Ungheria,l’Austria e l’Italia settentrionale. Venne attaccata Berlino,qui Hitler si suicidò cedendo il potere all’ammiraglio Karl Donitz che firmò la resa senza condizioni il 7 maggio 1945. nel mentre nel fronte orientale continuava la lotta contro il Giappone. Gli alleati non avevano intenzione di scendere a patti col Giappone,per ciò l’America decise di utilizzare la bomba atomica,che venne usata ad Hiroshima ed a Nagasaki il 6e il 9 agosto. La settimana successiva l’imperatore del Giappone offrì la resa incondizionata.

Esempio



  



Come usare