"L'immaginario Medievale" di Le Goff: scheda libro

Materie:Scheda libro
Categoria:Storia

Voto:

1 (2)
Download:225
Data:26.05.2005
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
immaginario-medievale-goff-scheda-libro_1.zip (Dimensione: 3.53 Kb)
trucheck.it_l-immaginario-medievale-di-le-goff:-scheda-libro.doc     21 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

RECENZIONE DEL LIBRO
“L’IMMAGINARIO MEDIEVALE”

AUTORE: Le Goff nato nel 1924 è uno dei massimi storici del
medioevo.
TRAMA: L’immaginario medievale fu pubblicato nel 1985. Esso
tratta di diversi argomenti.
Le Charroi de Nimes; La Prise d’Orange è il seguito de Le
Charroi de Nimes. Queste due opere fanno parte del ciclo di
Guglielmo d’Orange. Poi descrive quattro dei dodici Lais di
Maria di Francia, Lanval, Yonec, il Laustic e Eliduc, e per finire
il primo capitolo descrive il romanzo di Chretien de Troyes,
Perceval ou le Conte du Graal.dal secondo capitolo in poi parla
di altri argomenti e altre opere ad esempio il brano che parla di
Guglielmo d’Alvernia, l’exemplum sui tornei antichi di Giacomo
di Vitry, aspetti secondo gli antichi dell’aldilà, come secondo
loro fosse il purgatorio, oppure la loro rappresentazione dei
sogni, come quello del padre contadino, il quale aveva un figlio
che voleva andare in città per diventare ricco, sognò che se
l’avrebbe fatto gli sarebbero accadute molte cose spiacevoli.Il
figlio allora andato in città e morì, e molti dicono che se avrebbe
dato ragione a suo padre non sarebbe successo.Oppure un altro
brano sempre riguardante I sogni è quello riguardante la
differenza di rappresentare i sogni tra Cristianesimo e
Paganesimo. In questo brano descrive come I Cristiani tenevano
all’interpretazione dei sogni, infatti chiamavano anche scienziati
per capirli, invece il Paganesimo considerava la maggior parte
dei sogni veri ma secondo loro c’erano anche sogni falsi. Tra

questi due tipi di sogni c’è anche una diffrenza, quelli veri
passavano attraverso una Porta di Corno, quelli falsi attraverso
una Porta d’Avorio.Infine si pensava che potessero sognare tutti,
invece più tardi pensavano che potevano sognare solo I santi.
COMMENTO: Questo libro a me non mi è parso molto
interessante, anche perche alcuni punti l’ho trovati difficili da
comprendere. L’unica cosa che comunque mi ha interessato più
delle altre è stata l’interpretazione dei sogni.

Esempio



  



Come usare