Contatore modulo 4

Materie:Altro
Categoria:Sistemi

Voto:

1 (2)
Download:261
Data:30.05.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
contatore-modulo-4_1.zip (Dimensione: 14.1 Kb)
trucheck.it_contatore-modulo-4.doc     48.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Contatore modulo 4
Elenco materiale
• Bread-bord
• Fili elettrici
• 4 Led
• 4 resistenze da 330 Ω
• 2 Circuiti integrati funzionanti da Flip Flop J K (7476)
• 1 Decoder per display a 7 segmenti (DM9368)
• 1 Display a 7 segmenti
Descrizione circuito
1. Schema a blocchi logici

2. Il contatore è un sistema sequenziale che serve a contare, in codice binario, il numero di inpulsi di clock applicati al suo ingresso. Nel nostro caso serve a contare fino a 15, 0 compreso.

3. Fase realizzativa
Per prima cosa abbiamo inserito sulla bread-bord 2 integrati “7476”. Dopo di che, abbiamo alimentato gli integrati “7476”, collegandoli a massa e a fase, corrispondenti ai piedini 13 e 5 degli integrati.
Fatto ciò, abbiamo collegato tutti i piedini equivalenti a “J”e “K” a Vcc, attribuendogli quindi valore 1. Dopo di che, nel primo 7476, abbiamo collegato la prima uscita (piedino 15) al secondo clock (piedino 6) e poi a una resistenza da 330 Ω in serie con un led (b0) collegato a massa.
Abbiamo fatto questo anche per la seconda uscita del primo “7476”, collegandola sempre a una resistenza da 330Ω in serie con un led (b1) collegato a massa; questa volta però, abbiamo dovuto usufruire anche del secondo integrato “7476”, collegandogli al primo clock (piedino 1), la seconda uscita (piedino 11) del primo “7476”.
A questo punto ci rimanevano da collegare ancora 2 cose:
• la prima uscita del 2° “7476” (piedino 15) al secondo clock del 2° “7476” (piedino 6), e poi ad una resistenza da 330 Ω in serie con un led (b2) collegato a massa.
• La seconda uscita del 2° “7476” (piedino 11) ad una resistenza da 330Ω in serie con un led (b3) collegato a massa.
A questo punto, bastava contare in binario fino a 15 semplicemente guardando l’ordine in cui si accendevano i led.
Per semplificarci di più la vita, però, abbiamo deciso di rendere la cosa un tantino più facile e immediata, usufruendo del decoder per il display a 7 segmenti (che ora in poi chiamerò “DM9368”) e, naturalmente, del display a 7 segmenti.
Dopo averli posizionati sulla bread-bord, li abbiamo alimentati collegando, per quanto riguarda il decoder, il piedino 16 a fase e il piedino 3 a massa, e per quanto riguarda il display, abbiamo semplicemente collegato il piedino 3 a massa.
A questo punto, dovevamo collegare ciascuna uscita dei 2 integrati “7476”, al proprio posto rispetto al decoder. Più precisamente abbiamo collegato:
• la prima uscita (piedino 15) del 1° “7476” al piedino 7 del “DM9368”
• la seconda uscita (piedino 11) del 1° “7476” al piedino 1 del “DM9368”
• la prima uscita (piedino 15) del 2° “7476” al piedino 2 del “DM9368”
• la seconda uscita (piedino 11) del 2° “7476” al piedino 6 del “DM9368”
Fatto ciò, le uniche cose che ci mancavano di fare erano il collegare i piedini corrispondenti ai 7 segmenti, dal “DM9368” al display a 7 segmenti.
Ed è ciò che abbiamo fatto, collegando:
• il piedino 13 (a) del “DM9368” al piedino 7 (a) del display a 7 segmenti
• il piedino 12 (b) del “DM9368” al piedino 6 (b) del display a 7 segmenti
• il piedino 11 (c) del “DM9368” al piedino 4 (c) del display a 7 segmenti
• il piedino 10 (d) del “DM9368” al piedino 2 (d) del display a 7 segmenti
• il piedino 9 (e) del “DM9368” al piedino 1 (e) del display a 7 segmenti
• il piedino 15 (f) del “DM9368” al piedino 9 (f) del display a 7 segmenti
• il piedino 14 (g) del “DM9368” al piedino 10 (g) del display a 7 segmenti
Finito di fare tutti questi collegamenti, il contatore era pronto a contare fino a 15 in binario, e noi potevamo contare con “lui”, o attraverso i led, o più semplicemente guardando il display a 7 segmenti.

Esempio