Il radiotelescopio

Materie:Altro
Categoria:Scienze
Download:75
Data:03.05.2007
Numero di pagine:1
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
radiotelescopio_1.zip (Dimensione: 142.14 Kb)
trucheck.it_il-radiotelescopio.doc     174 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

IL RADIOTELESCOPIO

Il radiotelescopio è uno strumento per la rilevazione di segnali radio dallo spazio e per determinare la posizione dei corpi
che emettono i segnali. Comprende un'antenna parabolica generalmente di grandi dimensioni poiché i segnali arrivano da lontano; questa concentra le onde su un tipo di antenna ricevente che le trasforma in un segnale elettrico e le invia a un sistema di registrazione. La precisione del radiotelescopio dipende dall'ampiezza della parabola; per tale ragione spesso vengono affiancati più radiotelescopi, in modo tale da creare dei radiointerferometri di grande precisione.
l'interferometria è una tecnica che utilizza una combinazione di numerosi radiotelescopi che possono essere usati come un'unica antenna più grande. Al giorno d'oggi, quasi tutti i radiotelescopi utilizzano la tecnica interferometrica. I radiotelescopi funzionano ininterrottamente giorno e notte, con cielo sereno e coperto.
La grandezza tipica di un radiotelescopio a parabola è di 25 metri. Dozzine di tali radiotelescopi sono sparsi per il mondo. Il radiotelescopio più conosciuto, che è anche quello più
grande, si trova ad Arecibo, in Porto Rico, ricavato in una depressione naturale larga circa 300 metri.
Il più grande radiotelescopio europeo, che è anche il più grande composto da una singola antenna orientabile, si trova ad Effelsberg, Germania, ed ha un diametro di 100 metri.
In Italia ci sono due radiotelescopi medi, a Medicina in Emilia-Romagna e Noto in Sicilia, entrambi singole parabole con un diametro di 32 metri. A Medicina si trova anche un radiotelescopio più grande, una serie di archi di parabola disposte lungo due bracci della lunghezza di 560 e 625 metri.

Esempio



  



Come usare