Cent'anni di solitudine

Materie:Scheda libro
Categoria:Lettere

Voto:

2 (2)
Download:300
Data:23.01.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
cent-anni-solitudine_5.zip (Dimensione: 4.84 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_cent-anni-di-solitudine.doc     26 Kb



Testo

CENT’ANNI DI SOLITUDINE
PERSONAGGI:
la famiglia è composta da personaggi con lo stesso nome e stessi caratteri.
Ursula: con la sua lunghissima vita è il personaggio che accompagna tutti gli altri e costituisce una figura portante per tutti gli abitanti grazie alla sua risolutezza e forza d’animo,riuscendo persino ad instaurare un matriarcato all’interno di questa grande famiglia. È una persona molto seria, autorevole e severa.
Come personaggio mi è piaciuto, però l’ho trovato un po’ freddo…
i Jose Arcadio presentano il fisico massiccio, sono estroversi, energici, ma destinati ad un’esistenza solitaria.
gli Aureliano sono minuti solitari introversi ma dotati di chiaroveggenza.
Secondo me il personaggio più importante e interessante è Aureliano Buendia,il primo uomo nato a Macondo, lui combatte per tutta la sua vita senza mai vincere, diventando ugualmente un eroe, e passando gli ultimi giorni della sua vita fabbricando pesciolini d’oro nel suo piccolo studio.
Rebeca adottata da bambina sorella di Amaranta è una giovane ragazza destinata ad una vita solitaria.
Renata remedios: una bambina sposatasi a 10 anni che morirà a causa di alcune complicanze nel parto destinata a una vita solitaria come Amaranta
Il patriarca: anche lui, come i Josè Arcadio ha un fisico massiccio è energetico ed estroverso
Da Aureliano ed Amaranta Ursula nascerà un bambino, l’ultimo della famiglia, con la coda di maiale che morirà dopo qualche giorno divorato dalle formiche.
Il fatto che i nomi si ripetano e che coincidano con il carattere è carino, però, se devo essere sincera, non mi è piaciuta molto.
Non tanto per il nome ma per il carattere;secondo me ognuno deve avere un proprio carattere personalizzato.
Per resto mi sono piaciuto tutti i personaggi.
AMBIENTAZIONE:
Come ambientazione Macondo mi è piaciuto molto; non so il motivo però mi ha dato un minimo l’idea di un paese colombiano (o comunque sud-america) incontaminato dall’uomo, non rovinato però popolato dove la natura offre tutto il possibile.
EPISODI NARRATI:
Gli episodi narrati mi sono piaciuti tutti. Non mi hanno dato fastidio le parti in cui vi erano rapporti “intimi,”poiché penso che è un rispecchio della società.
In particolare mi hanno colpito tutti gli episodi accaduti quando i nomadi passavano per Macondo perché accadeva qualcosa di nuovo nuove scoperte, nuovi amori…
Ho trovato tutto molto interessante ed istruttivo.
MODALITÀ DI NARRAZIONE:
Il tempo assume un’enorme importanza, poiché in certi punti sembra non passare mai mentre in alcune parti scorre freneticamente, e penso che l’autore abbia voluto dare quest’effetto per inserire Macondo in un’atmosfera surreale.
Sinceramente il libro non l’ho capito proprio bene credo a causa della modalità i narrazione, appunto lenta in alcune parti e molto frenetica in altre.

Esempio



  



Come usare