Vita ed Opere di Eugenio Montale

Materie:Appunti
Categoria:Italiano

Voto:

1 (2)
Download:795
Data:24.05.2005
Numero di pagine:6
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
vita-opere-eugenio-montale_1.zip (Dimensione: 7.23 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_vita-ed-opere-di-eugenio-montale.doc     31.5 Kb



Testo

VITA
Montale si collega alla fatica,male di vivere.
Intendere montale come una prosecuzione del pessimismo di Leopardi.
Ci rimanda attraverso le sue poesie a Leopardi.
Nasce a Genova nel 1896 da una famiglia d commercianti,diventa ragioniere kn uno studio autodidattico.un pò se ne vergogna.
Trascorre la sua adolescenza tra Genova e Monterosso→”ossi di seppia”.
troviamo molto d qsta costa ligure. Il mare per lui ha un significato particolare ed è molto presente. partecipa kome ufficiale alla prima guerra mondiale nel 1917 in trentino.
Legge molto,Genova ha altri molti poeti.
Nel 1925 pubblica “ossi di seppia”.la sua prima raccolta.
Qste ossa sn friabili,piatte,s trovano sulla spiaggia.
Nel 1925 il panorama d letteratura è dominato da D Annunzio e Pascoli,il tono d Montale è diverso. è il periodo delle avanguardie storike→ci sn i crepuscolari.
Svolge anke attività d critico letterario.
Pubblica “un omaggio a Italo Svevo”,è il primo a capire la grandezza d Svevo.
Nel 1928 trova un impiego presso un editore a Firenze e diventa direttore d un istituto culturale molto prestigioso:gabinetto scientifico letterario. È allontanato da qsto incarico perkè firma “il manifesto degli intellettuali antifascista”.
È costretto a dare le dimissioni..qsto soggiorno è importante perkè conosce Vittori e Gadda.
Nel 1939 pubblica “le occasioni”la sua seconda raccolta.
ha un tono +alto e difficile,lo avvicina all ermetismo.
Ermetismo = nasce in Francia kn il simbolismo,il nome sta a indicare oscurità e indecifrabilità in confronto alla poesia classica.i poeti hanno un senso d solitudine,xdono i valori positivisti e romantici.temi dell’ incomunibilità e l alienazione del poeta dovuta dal periodo d guerra.
Non partecipa alla seconda guerra mondiale,protegge alcuni ebrei kome Saba.
Nel dopoguerra s ritira dalla vita politica.
Nel 1943 v a Lugano e qui pubblica una raccolta d 15 lirike legate alla guerra ke poi verranno incluse un una raccolta d Montale(la terza)→”la bufera ed altro”.
Nel 1948 s trasferisce a Milano,lavora kme redattore del corriere della sera.
Nel 1956 pubblica ”la bufera ed altro”(finisterre s riamava).
Tra il 1962 e il 1972 non scrive nulla,cè un silenzio poetico.vengono pubblicate delle prose. Dovuto alla morte della moglie e crisi dell’ Italia.
Nel 1971 pubblica un'altra raccolta -→”satura”(satira). È una poesia completamente diversa. L ostile alto è dato dall’ ironia,cattiva ke da + spazio agli anni in cui vive,dà importanza alla quotidianità. Toni un p cattivi. In satura cè qsto mutamento ke è da mettere in relazione kn il consumo d massa. nella società d massa la parola sembra svilita.
lui vuole riconsiderare il valore della roba.satura è u distacco alla volgarità.arma verso al società d massa.uso d qsto tono ironico è proprio la scelta d costruire una poesia graffiante verso qsta società ke commercia tutto.
La parola diventa colloquiale,una poesia un po’ sottotono.
Tra il 1973 e il 1977 sono i suoi ultimi anni e scrive dei diari.
Nel 1975 riceve il premio nobel x la letteratura e nominato senatore a vita.
Nel 1981 muore a Milano.
attraversa tanti movimenti letterari a cui da un impronta propria.
Non è un antifascista militante. Non possiamo leggere le poesie kme un manifesto antifascista x vari motivi. Anke dopo la caduta nn entra dentro le tematike sociali e politike. La poesia d Montale s muove dentro l impossibilità della conoscenza e il male d vivere. In qste 2 tematike è un intellettuale antifascista.lui dice ke d certezze nn ce ne sn,è impossibile conoscere la realtà. Porta qsta difficoltà d vivere,il malessere esistenziale.
Il poeta è una persona comune ke ha u rapporto kn le cose concrete e percepisce il male.trova ispirazione dalla realtà(pozzi,cicale,muri).
Realtà ke diventa simbolo d qlksa.non ha messaggi da comunicare ma s fa testimone d ciò ke vede.
Assume la cifra del negativo.fascismo era una certezza ma montale dice esattamente il contrario→vivere senza il nulla dietro le spalle,senza una certezza.per Montale la vita diventa una costante ricerca d punti d salvezza.
L impossibilità d trovare la certezza diventa il male d vivere. Simbolo salvifico→ke può dare un senso alla vita,è sempre alla ricerca d qsta cosa.
Ciascuna individuo deve vivere la sua vita accogliendo kn dignità la sua fragilità(leopardi sull’ uomo).
punto fondamentale d montale è la poesia delle cose:cioè degli oggetti.descrivere le piccole cose ke l uomo incontra nella sua quotidianità.risolve la poesia in qsti oggetti senza un commento psicologico.
Nelle “occasioni” bisogna esprimere l oggetto e tacere l occasione ke lo ha generato. Qsti oggetti sn correlativi oggettivi:l oggetto ha un valore proprio ma anke un valore in relazione al sentimento k l oggetto suscita. C sn correlativi negativi anke in positivo.
Il mare diventa colui ke in qlke modo ha una voce x dare risposte,come se conoscesse una legge sconosciuta agli uomini e loro nn posso decifrarlo. a volte li mare è una minaccia.
Anke la donna è colei ke conosce la verità ke agli uomini sn negate,alcune volte è la loro salvezza. Poesie bellissime le h dedicate alla moglie:filtro della realtà.
“le sole vere pupille tanto offuscate(era miope)erano le tue”→vedeva meglio nella vita, aveva + risp x Montale.
le donne detengono delle possibilità in +.
Cercare u varco ke lo porta alla verità→passaggio vs la realtà.
POESIE:
I →”ossa di seppia”
Le ossa sn una carcassa dopo l erosione della vita.indica i resti animali dopo ke la natura ha fatto il suo corso.uso d paesaggi aridi.
”ossa d seppia”è pulito nella sua forma,semplice,senza ricercatezza apparenti ksì kme le ossa.ma rimanda anke alla fragilità(dell’ uomo).legato al paesaggio marino.noi troviamo il correlativo oggettivo.andamento poesia quasi prosaico,modo d Montale x avvicinarsi a un mondo d cose→andamento prosaico.
“I limoni”→rifiuta qsto linguaggio altisonante,rifiuto della scienza d Dannunzio. Stile d Montale è secco,usa poco le metafore. Lui va alla ricerca d una parola quotidiana.
In qsta raccolta apre degli spazi al nn letterario,c parla d muri,anguille,limoni.
Temi:ma le d vivere,negazione dell’ impossibilità della conoscenza.
.
Le 4 negazioni d Montale:
1)la negazione dell’ assoluto:nega l esistenza d tutto ciò ke cè al di là dell’ esperienza umana.
2)la negazione della storia: la storia è soltanto una proiezione della mia esistenza singola
3)la negazione del messaggio:Montale nn c vuole trasmettere messaggi e può darci soltanto una filosofia negativa,può dirci solo qllo ke nn è,qllo ke nn vuole esprimere ma nn può darci delle certezze in positivo.
4)la negazione della logica:è impossibile trovare un dio x legare i fatti,le sensazioni ke diano una spiegazione dell’ esistenza.costante ricerca d trovare un senso.
II →”le occasioni”
Impossibilità d modificare l esistenza,raccolta un po’ diversa da qlla prima.ogni poesia nasce dall’ occasione,il ricordo,la fantasia.
Bisogna tacere l occasione,presenta la tematica negando l occasione ke lo ha suscitato.poetica degli oggetti,mutamento del paesaggio.diventa paesaggio toscano→aspetti inquietanti.
Nelle “ossa d seppia” il protagonista è lo spazio,invece nelle “occasioni” è il tempo.
Introduce figure umane. Temi dominanti sono il tempo e la memoria.
Clizia è la donna amata da Montale,colei ke è stata trasformata i girasole,colei ke guarda il sole,capace d +,cerca i varco.Trasformata in uccello,angelo .colei ke salva,ke cera la verità.la donna è colei ke cerca la verità,coli ke salva.
III→”la bufera ed altro”
Incentrata sul male d vivere.colto anke nella sua dimensione storica(seconda guerra mondiale,parla della ora della tortura e dei lamenti.tema delle guerre.
Universo sconvolto dalla guerra,insensatezza.tensione quasi religiosa,metafisica.
Dentro qsta lirica s trova qsta tensione,ricerca del varco in una condizione da incubo e d vuoto.qsta risp ke dia senso alla vita.
Incubo e vuoto→descrive la II guerra mondiale.
Presenza salvifica delle donne.
La poesia finale d kiama”piccolo testamento”,dikiara ke il varco nn cè → “rifiuto d lumi d kiesa e d officine”= rifiuto d ogni dottrina,cosa rimane come testamento d noi(officina→politica).
la traccia madreperlata d lumaca(leopardi kn al ginestra).vuole lasciare una traccia ma qlla ke lascia è poca cosa,poco visibile ma cè.
il senso della sua vita e nel lasciare una traccia.presenta nonostante la guerra la sua voglia d vivere.
simbolo dell’ anguilla e del gallo =voglia d vivere.
IV→”satura”
Appartiene al secondo Montale,nel 1971.
i toni sn completamente diversi. è un ripensamento ke fa sulla sua esperienza poetica e sulle sue poesie.nasce satura.ripensamento anke sulla sua quotidianità.
una parte è dedicata alla moglie →XENIA
Componimenti ke fa dopo la moglie è morta e cè qsto suo ripensare alla vita kn lei.
Sono un po’ cattive,+ ironike ma l attaccamento x la vita cè sempre.

Esempio



  



Come usare