Una questione privata, B. Fenoglio

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

2 (2)
Download:858
Data:06.04.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
questione-privata-fenoglio_2.zip (Dimensione: 8.23 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_una-questione-privata,-b-fenoglio.doc     46.5 Kb



Testo

ROBA ANTONELLA VACANZE ESTIVE 2006

di Beppe Fenoglio.
PERSONAGGI PRINCIPALI
Milton “era uno brutto: alto, scarno, curvo di spalle. Aveva la pelle spessa e pallidissima, ma capace di infoscarsi al minimo cambiamento di luce o di umore. A ventidue anni, già aveva ai lati della bocca due forti pieghe amare, e la fronte profondamente incisa per l’abitudine di stare quasi di continuo aggrottato, i capelli erano castani, ma mesi di pioggia e di polvere li avevano ridotti alla più vile gradazione di biondo. All’attivo aveva solamente gli occhi, tristi e ironici, duri e ansiosi, che la ragazza meno favorevole avrebbe giudicato più che notevoli. Aveva gambe lunghe e magre, cavalline, che gli consentivano un passo esteso, rapido e composto”.
Questa è l’unica descrizione che il narratore ci dà del protagonista. Dallo svolgersi della vicenda, però, traspaiono molte componenti del suo modo di essere tra cui l’amore spassionato nei confronti di Fulvia, il coraggio e il valore sul campo di battaglia. Milton, oltre ad essere il protagonista di una vicenda d’amore, è prima di tutto un partigiano badogliano e sarà proprio l’appartenenza a questo schieramento a portarlo alla morte.
Fulvia è la bella ragazza sedicenne dagli occhi nocciola di cui si innamora Milton. Ella è originaria di Torino da cui si trova costretta a fuggire, a causa dei bombardamenti, per trasferirsi sulle colline di Alba dove conoscerà Milton stesso. Fulvia non è mai protagonista attiva della vicenda ma ci viene presentata unicamente attraverso flashback che, portano l’attenzione del lettore ad eventi passati che, Milton rivive nella sua mente.
Giorgio Clerici, partigiano compagno di Milton, è un giovane biondo, con gli occhi azzurri e dal fisico atletico. Quando Milton viene a sapere che forse tra il suo compagno, e amico, e Fulvia c’è stato qualcosa in più di una semplice amicizia sente il bisogno imminente di scoprire tutta la verità. Da qui si sviluppa, poi, tutta la vicenda: Milton vuole incontrare Giorgio ma viene a sapere che è stato catturato dai fascisti così cerca un ostaggio da scambiare ma il suo tentativo non va a buon fine. Milton, infatti, si trova costretto a uccidere il sergente che aveva catturato e finisce anch’egli ucciso.
Ivan, partigiano compagno di brigata di Milton che lo accompagna anche al casolare in cui viveva Fulvia prima che ella ripartisse per Torino.
Hombre, comandante della brigata rossa al quale Milton si rivolge per ottenere l’ostaggio da scambiare.
Altri partigiani: Paco, Leo, Giulio, Otto, Victor, Edo, ……
CAMBIAMENTI E TRASFORMAZIONI DEI PERSONAGGI
L’unico personaggio di cui viene descritta una sorta di evoluzione è Milton, il protagonista della vicenda. All’inizio del romanzo il giovane viene ripreso durante l’evento che darà il via al suo più radicale cambiamento; viene, infatti, a conoscenza della possibile relazione tra Fulvia e Giorgio. Questo dubbio scatena in lui una voglia irrefrenabile di verità che lo porta anche ad allontanarsi dai compiti di partigiano per cercare Giorgio. Milton da buon partigiano diventa un uomo “debole” disposto a fare qualsiasi cosa per risolvere il dubbio che lo assilla.
Il desiderio e bisogno di sapere se Fulvia gli è rimasta fedele porterà, però, il protagonista alla morte; Milton verrà, infatti, ucciso da una squadra fascista dopo un lungo inseguimento.
PROTAGONISTA-ANTAGONISTA
Alla vicenda d’amore tra Milton e Fulvia fa da sfondo la Resistenza, la vera protagonista del romanzo. Questa è rappresentata dalla lotta portata avanti dai vari partigiani nei confronti del fascismo. Ma vi sono anche lotte interne tra i partigiani divisi in due possenti schieramenti: i Rossi, seguaci di Garibaldi e gli Azzurri, a cui appartiene anche Milton, seguaci di Badoglio.
TEMATICHE
Le tematiche di cui è portatore Milton nella sua avventura sono svariate ma i due argomenti principali sono:
L’AMORE che rende l’uomo debole e schiavo del proprio sentimento al punto di mettere in secondo piano i doveri partigiani per rincorrere una verità irraggiungibile.
LA RESISTENZA PARTIGIANA che fa da sfondo a tutta la vicenda. I partigiani in gran parte giovanissimi e inesperti di guerra vengo ripresi durante la loro continua lotta contro la fame, il freddo, i disagi e la morte. La morte è una presenza costante, è una paura a cui un partigiano non può sottrarsi ed è qui descritta nella sua crudeltà e nell’indifferenza che ormai si prova nello sparare anche ad un bambino, come Riccio. Altra scena di morte è quella con cui si conclude il romanzo e la vita del protagonista che dopo aver tentato inutilmente di fuggire, rimasto disarmato, viene ucciso.

SPAZIO E TEMPO
La vicenda è interamente ambientata sulle colline delle Langhe in cui Milton si sposta (Alba, Canelli, Santo Stefano, Mango …).
Per quanto riguarda il periodo in cui sono ambientati gli avvenimenti si tratta della Resistenza partigiana durante la seconda guerra mondiale.
Gli eventi seguono l’ordine cronologico ad eccezione di alcuni flashback in cui Milton ci presenta i suoi ricordi con Fulvia.
ANNO DI PUBBLICAZIONE
“Una questione privata” è stata pubblicata per la prima volta nel 1963.
Si era ormai concluso il periodo del “miracolo economico” che si fondava su un regime di bassa salari. I punti deboli di questo regime che portarono poi, l’economia italiana a un periodo di recessione, erano svariati.
Un problema era proprio l’abbassamento dei salari perché ciò comportava la diminuzione della domanda interna. Inoltre vi era una forte emigrazione dal sud e dalle regioni depresse verso i grandi centri industriali del Nord. Si diffuse il lavoro in nero e aumentò la fuga di capitali. Tutto ciò spiega perché, dal 1963, l’andamento dell’economia italiana non fu più lineare, ma alternò periodi di acuta depressione a periodi di ripresa espansiva.
GIUDIZIO PERSONALE
“Una questione privata” è un romanzo coinvolgente per la realtà del tempo che descrive.
Il narratore onnisciente prende spesso il punto di vista dei personaggi che descrive ed in particolare quello di Milton, ma la sua caratteristica principale, è la trattazione degli eventi bellici italiani in maniera parallela alle vicende narrate.
Il discorso non è particolarmente complesso, ma presenta numerose forme dialettali e termini specialistici della guerra e delle armi, che rendono più faticosa la lettura.
Lo scopo del testo, oltre descrivere la tragica situazione dei partigiani della seconda guerra, è quello di far notare come la vita, anche se guidata dai più nobili sentimenti d’amore, non si conclude sempre con un lieto fine, anzi, spesso accade l’opposto.
L’inutile speranza di scoprire la verità rende il libro una sorta di metafora della vita.

1

Esempio



  



Come usare