Struttura del quotidiano

Materie:Appunti
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:171
Data:24.05.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
struttura-quotidiano_1.zip (Dimensione: 7.72 Kb)
trucheck.it_struttura-del-quotidiano.doc     54.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

La struttura del quotidiano
La stampa quotidiana nasce in Inghilterra. Il quotidiano in Italia arriva solo nel ‘700, parecchio tardi rispetto all’Inghilterra.
Il quotidiano (Mass medium):
- Rappresenta l’informazione scritta
- Contribuisce a costruire l’opinione pubblica
I quotidiani non sono tutti uguali. Vi sono, infatti, tipologie diverse di quotidiano:
➢ Regionali
➢ Nazionali
ma anche:
➢ Politici
➢ Cosiddetti indipendenti
anche se partono tutti dalla stessa materia prima cioè i fatti che divengono notizia.
• Che cos’è una notizia?
Non è lo specchio della realtà ma la rappresentazione di un fatto che ci arriva attraverso:
➢ la lingua
➢ le immagini
➢ la grafica
Analisi del quotidiano come:
➢ mezzo specifico di comunicazione
➢ discorso unitario (testo complesso)
Per realizzare un quotidiano occorrono operazioni che sono a loro volta comunicazione (il medium è il messaggio)
1. Configurazione grafica
Il formato può essere:
- Standard (formato lenzuolo) che è il formato più tradizionale
- Tabloid che è il formato più recente
Prima pagina (identikit del giornale)
- Testata (fondatore, orientamento politico, data della fondazione)
- Menabò cioè lo schema d’impaginazione (formato dai tagli, linee orizzontali e dalle colonne, linee verticali)
- Articoli:
• Fondo editoriale; non è un articolo di informazione ma un commento di apertura
• Spalla: articolo che fa da spalla all’apertura cioè si trova a lato
• Corsivo: articolo di commento scritto in maniera visibilmente diversa
• Taglio alto/ medio/ basso
• Box: articoli racchiusi
• Civetta: breve passo che manda agli articoli nelle pagine centrali.
- Immagini:
• Fotografie
• Vignette
• Manchettes (pubblicità affiancate al titolo)
• Pubblicità in generale
- Colore/bianconero
- Corpo tipografico (formato da font, tipo di carattere e dai caratteri, formato del carattere)
2. Organizzazione dei contenuti
• scelte dei fatti
• trasformazione delle notizie
• contenuti generali predominanti
• sequenza di tali contenuti
• contenuti specifici (quali e quanto spazio occupano)
• Quali fatti divengono notizie?
I criteri sono:
➢ Importanza del fatto
➢ Linea editoriale del giornale
➢ Notiziabilità del fatto:
o Unicità del fatto
o Componente narrativa
o Impatto passionale ed emotivo
o Riflessione
o Possibilità di presentare una forma spettacolare del fatto
3. linguaggio
• lessico e sottocodici
• strategie enunciative/persuasive
• implicito e non detto (inferenze)
• strutture narrative (fabula, intreccio)
Il lead e i suoi tipi:
il lead è l’inizio, l’attacco dell’articolo. Questo può essere impostato:
- opening centre (massimo 40 parole)
- guida alla lettura (indica la strada per il lettore)
I. tipo classico delle 5W
➢ chi
➢ dove
➢ quando
➢ cosa
➢ perché
II. tipo di enunciazione del fatto
III. tipo per situazione (concreto)
IV. tipo per dichiarazione
V. tipo per interrogativo
Il titolo
lo scopo del titolo = anticipare la notizia trattata nell’articolo (è il 1° approccio con l’informazione da parte del lettore)
Il titolo si differenzia dall’occhiello e dal sommario per il suo formato topografico, ed è l’emblema della sintesi. Per questo deve essere:
➢ preciso
➢ inequivocabile (rispetto al contenuto dell’alrticolo)
➢ breve
➢ coerente (rispetto al contenuto dell’articolo)
es. frasi nominali, con ellissi di alcune parti del discorso.
Il titolo si muove intorno ad un asse:

Esempio



  



Come usare