Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:175
Data:13.04.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sogno-notte-mezza-estate-william-shakespeare_1.zip (Dimensione: 7.76 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_sogno-di-una-notte-di-mezza-estate-di-william-shakespeare.doc     43.5 Kb



Testo

“SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE”
Di William Shakespeare
• Titolo originale: “A midsummer night’s dream”
• Autore: William Shakespeare
• Anno di pubblicazione: 1595-6
• Casa Editrice: Newton _ Tascabili
• Anno di pubblicazione: edizione letta: 1997
• Cenni sull’autore: William Shakespeare (1564-1616)
Drammaturgo e poeta inglese. Nacque a Stratford on Avon nel 1564 è assodato che appartenesse ad una numerosa famiglia, che avesse frequentato la locale Grammar School e sposato Anne Hataway, la quale gli aveva dato tre figli. Nel 1592 era già conosciuto come autore teatrale e fra il 1594 e il 1595 vennero rappresentati almeno quattro dei suoi drammi. Ormai faceva parte dell’importante compagnia del Lord Ciambellano, che godrà di ininterrotto favore a Corte, prendendo sotto Giacomo I il nome di King’s Men. Ad essa Shakespeare dedicherà tutta la sua attività si drammaturgo. Morì il 23 aprile del 1616.
°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*
“Sogno di una Notte di Mezza Estate”
• trama:
Con questa allegra commedia, composta tra il 1594 e il 1596, Shakespeare si prende gioco dei giuramenti d’amore e dei capricci di Cupido.
La storia si svolge nel mondo fatato del bosco, popolato da fate ed elfi, tra filtri d’amore e girotondi di magiche creature. All’incanto di questo luogo si contrappone, un po’ bruscamente, la rozzezza di un gruppo di zoticoni che si reca nella foresta per le prove di una ridicola commedia. Teatro nel teatro dunque e continui cambiamenti di tono, dal lirico al grottesco, tra mille equivoci che condurranno la regina delle fate ad innamorarsi nientemeno che di un asino.
I giovani amanti, che si separano e si riuniscono in un’eterna danza, non sono caratterizzati dall’autore, che ha voluto evidenziare come l’amore sia cieco e ci si possa invaghire di chiunque. Personaggi con una personalità più delineata sono solo Fondello, lo zotico artigiano con velleità d’attore, e Puck, il folletto diabolico che più volte è stato paragonato all’Ariele de “La tempesta”, di cui la presente commedia è ritenuta un’anticipazione.
• Personaggi:
• Teseo: duca di Atene
• Egeo: padre di Ermia
• Lisandro, Demetrio: innamorati di Ermia
• Filostrato: maestro di cerimonia del duca
• Truciolo: carpentiere
• Tranquillo: falegname
• Fondello: tessitore
• Flautino: aggiusta – mantici
• Beccuccio: stagnino
• Mortimpiedi: sarto
• Ippolita: regina delle Amazzoni
• Ermia: figlia di Egeo, innamorata di Lisandro
• Elena: innamorata di Demetrio
• Oberon: re delle fate e degli elfi
• Titania: regina delle fata e degli elfi
• Puck: Roberto Buontempone
• Fiordipisello, Ragnatelo, Falena, Senapino: fate ed elfi
• Altre fate assistono il re e la regina
• Servitori al seguito di Teso ed Ippolita
• Spazio: Atene ed un bosco nei pressi del palazzo di Teseo, Il palazzo di Teseo, la casa di Truciolo, il bosco
• Tempo: Atene nel periodo della Repubblica
• Stile: Questa è una commedia molto allegra, le cui fonti sono quelle della letteratura classica, a cui l’autore attinge attraverso le rielaborazioni degli autori medievali e rinascimentali, dando nuova vita a personaggi già noti ed introducendo ad incastro ben cinque intrecci diversi, creando un’opera unica nel suo genere.
• Conclusioni: Quest’opera mi è piaciuta, poiché l’autore ha saputo abbinare scene grottesche a luoghi incantevoli e fiabeschi, come il bosco popolato da fate ed elfi. Inoltre Shakespeare scrive con una semplicità che rende quest’opera adatta anche ad un pubblico molto giovane.
Sara Venturini
1

Esempio



  



Come usare