Sette Religiose

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:222
Data:05.01.2006
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
sette-religiose_1.zip (Dimensione: 6.56 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_sette-religiose.doc     35 Kb



Testo

SETTE RELIGIOSE
Si moltiplicano le adesioni a movimenti e gruppi neospirituali, a "sette" e culti "estremi" con metodi che possono sfociare in drammatiche forme di manipolazione. Come riconoscere le metodologie impiegate dai "culti distruttivi"? Come proteggersi da una manipolazione psicologica? In che modo si può aiutare una persona cara ad evitare rischi di pressioni psicologiche indebite? E ancora, come aiutarla nella pratica ad uscire da una comunità settaria? Molti gruppi hanno alcuni aspetti distruttivi, ma non sono distruttivi in se stessi. Questi gruppi rientrano in quella che chiamo "zona grigia". Per alcuni individui l'appartenenza a questi gruppi può avere effetti distruttivi, mentre l'organizzazione nel complesso può non incontrare i criteri di una vera setta distruttiva. Come si fa a distinguere un gruppo da una setta distruttiva? Quali sono gli elementi cruciali che separano le organizzazioni benevole da quelle pericolose?Guardo a quello che il gruppo fa, non a quello in cui crede. Cerco di analizzare il modo in cui comunicano (o non comunicano) le sette distruttive e i loro membri, dove invece altri analisti e critici avvicinano un membro di setta con la convinzione che la loro interpretazione della Bibbia o le loro opinioni politiche siano quelle giuste. Mi sembra quasi che vogliano convertire il membro della setta al loro proprio sistema di credenze.Se un gruppo ritiene giusto mentire ai non-membri per portare avanti la propria causa, e se quelle bugie violano i diritti costituzionali degli altri, allora quei gruppi sono contrari alla libertà. Allo stesso modo se un gruppo si nasconde dietro i privilegi del Primo Emendamento e quotidianamente viola i diritti civili dei suoi membri e lavora per distruggere la democrazia, allora non si merita quella libertà. La legge deve essere equa nel proteggere le libertà. La gente ha il diritto di essere libera dall'influenza indebita delle sette distruttive, sia individualmente che socialmente.Sono molti quelli che alla fine cedono alla pressione costante. Con il vostro indirizzo e numero telefonico i membri del gruppo possono mettere in atto quella pressione in modo molto diretto. Una volta che siete entrati in una setta distruttiva perderete completamente il vostro diritto alla privacy e successivamente vi verranno causati danni ben maggiori.Nonostante i gruppi distruttivi facciano di tutto per mascherare la vera natura della loro organizzazione, un buon punto di partenza per raccogliere informazioni e valutare è la loro dirigenza. Chi è il leader del gruppo in questione? Qual è la sua storia personale? Che tipo di istruzione, addestramento o occupazione ha avuto prima di dar vita al gruppo?Contrariamente alle convinzioni del pubblico, non tutti i leader di setta danno vita al gruppo per avidità di soldi o di potere politico. Il reverendo Jim Jones, che ordinò il massacro del People's Temple a Jonestown [più di 900 morti suicidi, 1979, Guyana - n.d.t.] era un ministro della chiesa ordinato e rispettato con una lunga storia di aiuto ai poveri. Le sue intenzioni originali di fatto erano ammirevoli. Comunque, lungo il cammino pare avesse iniziato ad assumere anfetamine, presumibilmente per poter lavorare più a lungo e potersi occupare di più gente. Cominciò a frequentare persone che praticavano guarigioni rituali e prese a sperimentare queste e altre tecniche per "infiammare" la sua congregazione. Con l'aumentare del suo potere divenne sempre più disturbato.Osservando il passato e lo stile di vita del leader potrete trarre alcune conclusioni generali sul livello di fiducia che vorrete concedergli. Per esempio, se una persona insegna come avere una relazione sentimentale di successo, il fatto che abbia divorziato tre volte è significativo. Se un leader ha un passato di uso di stupefacenti e comportamenti bizzarri come L. Ron Hubbard (8) raccomanderei cautela nel prestar fede alle sue affermazioni di risolvere tutti i problemi dell'umanità.Se un leader ha un passato criticabile e struttura la sua organizzazione in modo che il potere sia completamente centralizzato e controllato da lui, il gruppo ha i presupposti per essere una setta distruttiva. Se invece il sistema ha possibilità di controllo ed equilibrio, e il leader è disponibile ad ascoltare i bisogni e gli scopi dei membri ne conseguirà un'organizzazione molto più salubre. La caratteristica di base del reclutamento della maggioranza delle sette è l'inganno i gruppi distruttivi non si fanno scrupoli ad usare l'inganno per reclutare nuovi membri. Operano sulla presunzione che la gente è troppo "ignorante", o troppo "poco spirituale" per riconoscere quel che è meglio per lei. Quindi si arrogano il diritto di prendere decisioni per chi reclutano. Quando le facoltà critiche individuali sono intatte e perfettamente funzionanti, le informazioni fornite dai culti distruttivi sono scarse. Quando le funzioni critiche sono abbassate e meno funzionanti la setta fornirà più informazioni. L'inganno comprende bugie evidenti, il tralasciare informazioni importanti o il distorcere informazioni. La maggioranza dei reclutatori di sette distruttive negherà fermamente di star cercando di reclutare qualcuno. Quando si chiede che cosa stanno facendo, generalmente diranno che vogliono solo dividere qualcosa di importante e vogliono che gli altri si facciano la loro idea in proposito. Quel che non dicono al futuro convertito è che devono sottostare a quote di reclutamento. Durante il reclutamento, il reclutatore vuole ottenere dal convertito quante più informazioni possibili per poter conoscere il modo più efficace per portarlo nel gruppo. Un reclutatore efficace sa come lisciare i potenziali punti deboli della persona - problemi con il fidanzato/a, genitori, familiari, lavoro o scuola; la morte di un caro amico o parente; il trasferimento in una città nuova e così via. Un buon reclutatore sa come mettere a proprio agio il suo "target", e a questo punto vengono rivelate informazioni molto personali e confidenziali. Nel momento in cui il potenziale convertito viene invitato a partecipare a qualche funzione o seminario della setta, incontrerà una fortissima pressione, sia evidente che nascosta, affinché si impegni il più presto possibile. Le sette distruttive, come i bravi artisti della truffa, una volta agganciata la persona si muovono per 'uccidere'. Non è nel loro interesse incoraggiare la riflessione. Al contrario, i gruppi legittimi non mentono al potenziale convertito e non gli fanno pressioni per un impegno immediato. Durante il reclutamento la struttura dell'identità della persona subisce un forte cambiamento. Durante l'indottrinamento a volte la persona non ha più contatti con famiglia e amici per giorni o settimane. Quando li rivede, il cambiamento radicale della personalità è evidentissimo. Spesso l'individuo cambia stile di abbigliamento e modo di parlare, e si comporta in modo stranamente distante. Spesso il senso dell'umorismo è scomparso. Gli interessi precedenti, i suoi hobby e obiettivi vengono spesso abbandonati 'perché non sono più importanti'. Il segnale più evidente del lavoro di una setta distruttiva è questo cambiamento radicale della personalità del nuovo membro. Forse prima amava la musica rock e ora pensa che sia diabolica. Prima era molto legato alla famiglia e ora non si fida più. Forse era ateo e ora Dio rappresenta tutto per lui. Secondo me per non entrare a far parte di una setta dovremmo fare alcune domande del tipo: Da quanto tempo (tu reclutatore) sei interessato (alla cosa)? Stai cercando di reclutarmi in qualche tipo di organizzazione? Puoi dirmi il nome di tutte le altre organizzazioni collegate a questo gruppo? Chi è il capo generale? Quali sono le sue specializzazioni e il suo passato? Ha mai avuto precedenti penali? In che cosa crede il tuo gruppo? Crede che il fine giustifica i mezzi? In certe circostanze permette l'inganno? Che cosa viene richiesto al membro, una volta entrato? Devo abbandonare la scuola o il lavoro, donare i miei soldi e le mie proprietà, o abbandonare famiglia e amici che potrebbero opporsi alla mia appartenenza? Cosa pensi degli ex membri del tuo gruppo? Ti sei mai messo a chiacchierare con un ex membro per cercare di scoprire i motivi per cui se n'è andato? Se non l'hai fatto, perché? Il tuo gruppo impone restrizioni sulla comunicazione con gli ex membri? Quali sono le tre cose che ti piacciono di meno nel gruppo e nel leader?

Esempio



  



Come usare