scheda libro - 1984

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:701
Data:23.01.2007
Numero di pagine:4
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
scheda-libro-1984_2.zip (Dimensione: 6.87 Kb)
trucheck.it_scheda-libro--1984.doc     34.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Riccardo Sbardellati
10-01-06
Schedatura del Libro
Autore: George Orwell
Titolo: 1984
Anno di edizione: 2004

1 - Eric Blair, vero nome di George Orwell, nacque il 25 giugno del 1903 a Motihari, nel Bengala. Suo padre era un funzionario britannico per le colonie e la sua famiglia si trovava nella classe media. A un anno di vita si trasferisce con la madre in Inghilterra, dove frequenta il college St Cyprian di Eastbourne. Ha una vita alquanto travagliata e si trasferisce più volte in diversi paesi, prima a Parigi, poi a Barcellona, quindi a Jura, una fredda isola delle Ebridi dove termina la stesura e la revisione del suo più importante romanzo: 1984. si spegne a Londra il 21 gennaio 1950.
2 - Questo romanzo narra di un ipotetico 1984, nel quale il mondo è diviso in tre superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia, ognuno dei quali è governato da un regime totalitario. Il Socing è il partito dell’Oceania, che comprende il Regno unito, le Americhe e l’Africa Meridionale; la società è formata dal Partito Interno, dal Partito Esterno e dai Prolet. Dovunque vi sono manifesti giganteschi raffiguranti il Grande Fratello, il capo e l’inventore del Socing, e in ogni casa è presente un teleschermo che tutto vede e tutto sente. Non vi sono leggi e tutto è consentito, tranne avere idee e pensieri diversi da quelli del Partito e amare qualcuno all’infuori del Grande Fratello.
Winston Smith, il protagonista, è un membro del Partito Esterno e svolge una vita normale, tuttavia si chiede se una volta, prima della rivoluzione del Socing, la vita non fosse migliore, se esistesse un modo per distruggere il partito e vivere in libertà. Un giorno, al lavoro, conosce Julia, che gli confessa di amarlo; così i due instaurano una relazione, che portano avanti di nascosto, per non essere arrestati dalla Psicopolizia. Insieme cercano una risposta alle loro domande, fino a quando O’Brien, un membro del partito interno che Winston ammirava molto, li contatta inaspettatamente e propone loro di entrare nella Confraternita, l’associazione segreta volta a rovesciare il partito. I due accettano; non sapevano però che era una trappola della Psicopolizia, che li osservava ormai da tempo, per arrestarli. Dopo la cattura vennero separati e torturati fino a confessare dei crimini che non avevano mai commesso, e “rieducati” secondo il pensiero del Partito. Winston e Julia vennero poi rilasciati, con la certezza che fossero diventati entrambi delle macchine come tutti gli altri e che amassero enormemente il Grande Fratello.
3 - Il personaggio che ho deciso di analizzare è O’Brien. Viene presentato come un uomo corpulento, tarchiato, con il collo largo, il volto tozzo e brutale, ma non privo di una certa arguzia, e malgrado il suo aspetto terrificante i suoi modi erano cortesi e garbati. Questo soggetto è assai misterioso, poiché non rivela mai tutto di se stesso, anzi, rivela pochissimo. Dalla prima volta che viene nominato nel libro sembra che sia in qualche modo contro il partito e coinvolto nella Confraternita, e durante il rendez vous con Winston e Julia ne sembra effettivamente un membro che cela in maniera egregia la sua identità segreta. Tuttavia, anche quando viene svelato il mistero e si scopre che era una trappola della psicopolizia, non è ancora del tutto chiaro da che parte sta.
È un uomo che crede fermamente nei metodi e nell’indistruttibilità del partito, e vuole conservare il potere a tutti i costi; è ambizioso, desidera il lusso e le comodità che solo il potere gli può conferire, come d'altronde fanno tutti i membri del partito interno. È un abile attore che si finge amico quando in realtà è lui stesso il boia. Questa sua caratteristica lo rende ipocrita, ma in un certo senso è plausibile, poiché segue il modello imposto dal Socing del “bipensiero”, nel quale si può dire che due più due fa cinque sapendo che in realtà fa quattro, ma accettarlo lo stesso.

4 - Punti Principali e Secondari
- Descrizione della vita attuale di Winston
- Winston comincia a riflettere sulla sua condizione
- Winston conosce Julia e ha inizio la loro relazione
- O’Brien organizza un incontro con W. e J. per parlar loro della confraternita
- Mentre sono nel loro rifugio vengono arrestati
- Winston viene torturato per confessare i suoi crimini
- Poi viene torturato nuovamente per essere rieducato secondo il modello del partito.
- Winston, dopo la rieducazione, si rende conto di amare davvero il Grande Fratello.
- Winston acquista un diario
- Inizia a scrivere i suoi pensieri nel libro
- Winston affitta una camera antica senza teleschermo, che diventa il loro rifugio segreto
- A W. perviene il libro di Goldstein
- Scoprono che il signore che aveva affittato loro la camera è in realtà un agente della psicopolizia
- O’Brien non è veramente un reazionario, ma un convinto sostenitore del partito
- Winston e Julia vengono rilasciati e si incontrano casualmente per strada.

5 - Per quanto mi riguarda, appena terminata la lettura di questo libro mi sono sentito disorientato, poiché l’ultima parte, molto coinvolgente, mi ha lasciato senza parole. Immediatamente ho pensato che probabilmente non avrei letto questo libro conoscendone prima le tematiche e il modo con cui vengono esposte, dopo però ho riflettuto più a fondo, e sono giunto alla conclusione che dopotutto mi ha giovato. Ora posso capire meglio molti aspetti della vita, sia di oggi sia di ieri, ad esempio come i politici possono mantenere il potere. Quello che mi ha spaventato di questo romanzo è che è molto verosimile, e allo stesso tempo non lo è: non è impensabile che al giorno d’oggi si possa instaurare una dittatura simile a quella narrata, ma è decisamente improbabile che avvenga una rivoluzione globale di tutti i potenti della Terra che si spartiscano i continenti.
Nella nostra epoca siamo schiavi della pubblicità, della moda e del modello di persone che siamo abituati a vedere tramite i mass media. Sono loro i “padroni del mondo”, in senso metaforico: loro possono controllare e plasmare le menti di coloro a cui si rivolgono, cioè a tutti.
Winston dice: la libertà è la libertà di dire “due più due fa quattro”. Oggi la libertà è la libertà di pensare con la propria testa, non con quella degli altri.

Esempio



  


  1. nicolas verzini

    scheda libro 1984 di george orwell


Come usare