PERSONAGGI MINORI:

Materie:Appunti
Categoria:Italiano
Download:96
Data:23.05.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
personaggi-minori_1.zip (Dimensione: 4.97 Kb)
trucheck.it_personaggi-minori:.doc     27 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

PERSONAGGI MINORI:
- I BRAVI: scagnozzi al servizio dei potenti locali, riconoscibili dal vestiario, sono una razza illegale nella regione Lombardia.
- BETTINA: ragazzina, conoscente di Renzo e Lucia, che avviserà la giovane della presenza del futuro marito, il quale ha bisogno di parlarle.
- PERPETUA: serva di don Abbondio non sembra essere di bell’aspetto, infatti, è scapola, e a detta delle amiche, si trova in questa situazione perché nessuno se la è mai presa in moglie. Appare da subito una portinaia curiosa e ficcanaso, abile nel riconoscere se c’è qualcosa che non va e pronta a scoprirne a tutti i costi le cause del malcontento del padrone, arrivando anche a minacciarlo.
- FRA GALDINO: frate cappuccino, che si adopera alla raccolta delle noci durante il periodo di carestia. Buon uomo, ma ingenuo, impara la solita storiella a memoria, nella quale racconta che qualora qualcuno aiutasse i cappuccini, sarebbe sicuramente ricompensato: “Provvidenza”
- AZZECCA-GARBUGLI: il dottore sembra solito trattare casi di criminali e malfattori, infatti, sì dall’inizio, scambia il povero Renzo per un bravo. Quando si accorge dell’equivoco, e il giovane fa il nome di don Rodrigo, l’avvocato si rifiuta di giudicare il caso. Il mistero è svelato quando si vede l’avvocato a tavola con il signorotto, intento in uno scambio di opinioni.
- IL PODESTA’: personaggio di spicco della società, responsabile dell’ordine pubblico a Lecco, compagno al banchetto di don Rodrigo. Discute a tavola riguardo questioni di cavalleria e sulla carestia.
- CONTE ATTILIO: cugino del prepotente don Rodrigo che assieme a lui ha deciso di fare la scommessa che rovinerà il matrimonio dei promessi sposi. Si diverte a stuzzicare il cugino, che ancora non era riuscito nel suo intento.
- IL SERVITORE DI DON RODRIGO: anziano capo della servitù della casa di don Rodrigo, lo assiste da molto tempo, essendo la sua una famiglia di servitori.
- IL GRISO: capo degli aiutanti di don Rodrigo, coloro di cui si serve per effettuare le sue malefatte, quindi capo dei bravi.Ha una buon carisma e capacità di comando sui suoi uomini.
- MENICO: ragazzino dodicenne, a cui iene affidato un ruolo a causa del quale, si troverà in pericolo, aggredito dai bravi.
- FRA FAZIO: laico sagrestano del convento di Pescarenico, si troverà in difficoltà quando fra Cristoforo gli chiederà asilo per Renzo, Lucia ed Agnese.
- TONIO E GERVASO: testimoni scelti da Renzo per sposarsi. Appaiono disposti ad accettare la proposta dell’amico, soprattutto in cambio del pagamento del debito, che Tonio aveva contratto con il curato.
- EGIDIO: oscuro personaggio, per il quale Gertrude prova un sentimento d’affetto, che si rivelerà un omicida.
- ANTONIO FERRER: gran cancelliere della città di Milano, ricopre le veci di don Gonzalo Fernandez de Cordova. Personaggio dalla doppia personalità, carattere che si può notare dal fatto che mentre parla in italiano alla folla, usando belle parole, si rivolge al vicario in lingua spagnola, dicendo cose incomprensibili per la gente lì presente.
- OSTE: colui che aiuterà inizialmente Renzo, ma che poi, per evitare problemi, lo tradirà, levandogli i soldi dalle tasche.
- NOTAIO CRIMINALE: personaggio oscuro: Renzo lo teme, ed è a causa sua che il giovane scappa dalla città di Milano, poiché quest’ultimo lo aveva quasi arrestato accompagnato dal suo seguito di birri.
- BORTOLO: cugino di Renzo: abita nei pressi di San Marco, dove viene chiamato: “Il Signore”. Abbastanza affezionato al cugino, gli promette una sistemazione.
- NOTAIO CRIMINALE: personaggio oscuro: Renzo lo teme, ed è a causa sua che il giovane scappa dalla città di Milano, poiché quest’ultimo lo aveva quasi arrestato accompagnato dal suo seguito di birri.
- BORTOLO: cugino di Renzo: abita nei pressi di San Marco, dove viene chiamato: “Il Signore”. Abbastanza affezionato al cugino, gli promette una sistemazione.

Esempio



  



Come usare