Orgoglio e pregiudizio

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:188
Data:04.05.2006
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
orgoglio-pregiudizio_5.zip (Dimensione: 6.22 Kb)
trucheck.it_orgoglio-e-pregiudizio.doc     30 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen è un romanzo sentimentale che parla essenzialmente delle relazioni tra Elizabeth, detta Eliza e Darcy; Jane e Bingley e tra Lidia e Wickham.
Tutte e tre le ragazze fanno parte della famiglia Bennet, la cui madre ha in testa solo di sistemare le sue cinque figlie e l’occasione si propone quando in città arriva Mr. Bingley, un ricco uomo d’affari.
Ad un ballo, Jane, la prima delle sorelle, riesce a fare conoscenza con Bingley, il quale porta con sé un suo amico, Mr. Darcy, che però riscuote subito antipatia per la sua arroganza.
Le due Bennet più giovani, Lydia e Chaterine, sono invece interessate ai cadetti dei reggimenti della marina che stanziano nella zona, tralasciando la loro considerazione in società.
La grande smania della madre delle ragazze di vederle sposate è anche dovuta al fatto che la proprietà di famiglia è legata al cugino, Mr. Collins.
Quest’ultimo, come una sorta d’indennizzo verso la famiglia, fa una proposta di matrimonio verso Elizabeth.
Credendo solo nei matrimoni d’amore e disprezzando quelli d’affari, lei rifiuta nettamente la proposta.
Questo non è un problema per Mr. Collins, che cambia obiettivo e alla fine sposa un’amica di Eliza, Charlotte.
Le ragazze nel frattempo sono affascinate dall’arrivo nel reggimento della città di Mr. Wickham, un gentile e bel ragazzo, il quale racconta ad Elizabeth come la sua vita sia stata resa difficile dalla decisione di Mr. Darcy di rifiutargli un beneficio ecclesiastico, destinato a lui da Mr. Darcy Senior nel suo testamento.
Questa confessione fa crescere l’antipatia della famiglia Bennet e soprattutto di Elizabeth nei confronti di Mr. Darcy.
Nel mentre, la confidenza tra Jane e Mr. Bingley aumenta così tanto da far pensare ad un imminente matrimonio, ma proprio sul più bello, lui deve lasciare frettolosamente il paese per recarsi a Londra.
Lo stupore è grande e Jane, seppur dignitosamente, soffre; così, per alleviare le sue pene, gli zii la invitano a casa loro nella capitale inglese, mentre Elizabeth è ospitata dall’amica Charlotte, ora Mrs. Collins, nel Kent.
Con gran dispiacere, Eliza scopre che Mr. Darcy si trova proprio in questa regione, ospite della zia Lady Catherine de Bourge, protettrice e vicina dei Collins.
La frequentazione tra le due famiglie è inevitabile.
Questo però permette ad Elizabeth di scoprire che Mr. Darcy ha avuto un ruolo fondamentale nella partenza frettolosa di Mr. Bingley, e quindi nella conseguente separazione da Jane.
Ancora arrabbiata da questa scoperta, Elizabeth, nella sua sorpresa più grande, riceve una proposta di matrimonio proprio da Mr. Darcy, il quale, nell’esprimere i suoi sentimenti, è sicuro del successo.
Questo suo atteggiamento dà lo stimolo decisivo ad Eliza per rifiutare fermamente la proposta e per accusarlo dell’infelicità di Jane e Mr. Wickham.
Il giorno seguente, così, Mr. Darcy consegna una lettera ad Elizabeth dove chiarisce il suo ruolo nelle vicende da lei contestategli.
Dalla lettura, Eliza viene a conoscenza di come Wickham aveva rifiutato il beneficio ecclesiastico in cambio di soldi successivamente sperperati in giochi e di come il suo risentimento era cresciuto quando Mr. Darcy gli aveva negato il beneficio di fronte ad un suo rinnovo delle pretese.
Subito dopo Jane ed Elizabeth fanno ritorno a casa.
Nel frattempo Lydia viene invitata a Brighton, nuova locazione del reggimento, ospite dalla moglie di un ufficiale.
La ragazza, forte del consenso della madre, parte nonostante i timidi accenni di Elizabeth e Jane sulla sconvenienza della situazione.
Eliza partirà subito dopo per un giro dell’Inghilterra in compagnia degli zii.
L’itinerario li porta a far tappa anche a Pemberly, la proprietà di Mr. Darcy.
La zia, ignara delle vicende fra la nipote e il proprietario, chiede di vedere la tenuta.
Elizabeth è confortata dal fatto che Mr. Darcy non tornerà a casa tra meno di un giorno; quindi la sorpresa è grande quando inaspettatamente Darcy arriva prima incontrando la comitiva.
La ragazza è imbarazzata, ma l’affabilità con cui è trattata da Mr. Darcy comincia a farle cambiare idea nei suoi confronti.
La sera viene recapitato ad Eliza un messaggio urgente, che la informa della fuga di sua sorella Lydia e Mr. Wickham da Brighton. Il ritorno a casa è immediato.
Non appena Darcy viene a conoscenza della faccenda, comincia a cercare i due fuggiaschi e quando li trova, paga tutti i debiti di Wickham e li obbliga a sposarsi.
Subito dopo la conclusione della vicenda, Lydia con Wickham, Mr. Bingley e Mr. Darcy tornano in città.
La storia termina felicemente con il matrimonio fra Mr. Bingley e Jane e fra Mr. Darcy ed Elizabeth, ormai completamente ricreduta nei suoi confronti, dopo aver saputo cosa ha fatto per la sorella Lydia.
Il racconto è a focalizzazione “zero” e la narratrice principale ed onnisciente non è altri che l’autrice, Jane Austen, che dà il suo nome ad una delle protagoniste del romanzo.
La storia, inoltre, è verosimile ed è stata ambientata nello stesso periodo in cui è vissuta la scrittrice, cioè alla fine del ‘700.
Ho apprezzato questo libro per il suo sottile umorismo ma anche per la trama, seppur molto romantica.
Pagina 1 di 2

Esempio



  



Come usare