Oggi è necessario ottenere un titolo di studio

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

2.5 (2)
Download:235
Data:16.02.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
oggi-ecessario-ottenere-titolo-studio_1.zip (Dimensione: 4.46 Kb)
trucheck.it_oggi-+     23.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Testo argomentativo

“Oggi è necessario ottenere un titolo di studio”

Sempre più spesso si sente dire che oggi come oggi un titolo di studio è assolutamente necessario, per trovare un’occupazione dignitosa e crearsi una buona posizione sociale. Opinione comune che, tra l’altro, condivido pienamente. Perché?
Sicuramente il primo motivo, il più importante, è appunto il fatto che un diploma o, meglio ancora, una laurea aiutano non poco per un buon inserimento nel mondo del lavoro. Trovare un impiego stabile non è mai stato difficile come in questi tempi e presentarsi ad un colloquio con un buon curriculum scolastico è sicuramente un punto a proprio favore. Insomma, non è impossibile essere assunti anche senza una qualsivoglia qualifica, ma un diploma, magari ottenuto con una buona (se non addirittura ottima) votazione, consiste sicuramente in un’agevolazione. Inoltre, non mi limito a parlare di trovare “un” lavoro, ma un “buon” lavoro. Una professione di responsabilità, sicura e ben remunerata, richiede assolutamente un titolo di studio, ed è giusto che sia così. Una buona preparazione scolastica è il primo passo per creare dei lavoratori competenti nel loro campo, qualunque esso sia, dall’impiegato all’elettricista, dal cuoco al geometra, per non parlare delle professioni considerate per antonomasia le più qualificate, sicure ed altolocate come il medico, l’ingegnere, il legale o l’insegnante. Ormai, senza nemmeno un diploma di scuola superiore, non si può certo ambire ad un buon lavoro, si può solo puntare a professioni che appunto non richiedendo nessun tipo di qualifica, sono sicuramente più faticose a livello fisico, meno sicure e peggio pagate. Ancor più oggi, con un mondo del lavoro decisamente poco sicuro che punta sempre più a contratti interinali, precariato, lavoro stagionale, tirocini e periodi d’apprendistato senza alcuna garanzia, non si è certi di trovare un lavoro stabile nemmeno con una laurea, figuriamoci senza.
Inoltre, non bisogna trascurare la componente della “soddisfazione personale”. Un titolo di studio, specie se di alto livello, è assolutamente un buon motivo per essere orgogliosi di sé. Impiegare tempo ed energie in un corso di studi e conseguirne al termine un diploma o una laurea, nella speranza che si dimostri utile per un buon posto di lavoro o motivo di promozione sociale, è sicuramente un buon proposito per sé stessi e per il proprio futuro. E poi, studiare, significa acquisire sempre nuove conoscenze, magari approfondite in un determinato campo, e quindi costruirsi una buona cultura personale. Personalmente, niente mi dà soddisfazione come imparare qualcosa che non sapevo. E, se molte cose si possono imparare dalla vita, dagli altri o per conto proprio, magari leggendo, molte nozioni le puoi avere dalla scuola, anche e soprattutto a livello di crescita dell’individuo all’interno di un gruppo sociale.
E non è da dimenticare la componente “famiglia”. Nella maggior parte dei casi, niente rende felice un genitore quanto vedere il proprio figlio riuscire negli studi. Il cosiddetto “foglio di carta” continua ad essere una fonte d’orgoglio per i suddetti, che, giustamente, pensano sarà una garanzia di riuscita o almeno un aiuto nell’ambito lavorativo, ed è probabilmente questo il motivo che li spinge a spronare i propri figli, anche i più riluttanti verso la scuola, a impegnarsi e conseguire dei buoni voti.
In ultimo, bisogna dire che ovviamente esistono delle eccezioni, persone per cui la scuola è veramente solo una perdita di tempo perché incapaci di impegnarsi e che magari trovano una maggiore soddisfazione personale iniziando a lavorare (lasciatemi però dire che chi si dimostra totalmente svogliato nello studio lo è anche generalmente nella vita), ma in linea di massima direi che avere un titolo di studio in mano è decisamente meglio che non averlo, e per più motivi.

1

Esempio



  



Come usare