Matilde Lucchini - C'è una lettera per te

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano
Download:385
Data:18.07.2007
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
matilde-lucchini-e-lettera-te_1.zip (Dimensione: 4.43 Kb)
trucheck.it_matilde-lucchini--c-+     27.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

SCHEDA DI LETTURA

Autore: Matilde Lucchini

Titolo: C’è una lettera per te

Casa editrice:Mondadori

Genere: racconto per ragazze

Trama: le vicende narrate si svolgono in un giorno e sono basate su Maria, una quindicenne che lascia la scuola per dedicarsi al suo sogno più grande, quello di lavorare come parrucchiera. Così lavora al negozio “Hair Wonderfull” di proprietà di Valdo e Luana, genitori adottivi di
Emiliano che è, a sua volta, migliore amico della protagonista.
La ragazza viene informata dalla madre che a casa è arrivata per lei una lettera.
Subito Maria si chiede chi possa avergliela mandata.
Dapprima le viene in mente “il Rettile”, suo ex datore di lavoro, che le chiederà se vuole lavorare per lui.
Appena scartata l’idea pensa a Ruggero, suo ex ragazzo che ha conosciuto qualche estate prima; probabilmente vorrà chiederle se sua madre vuole mettersi con il proprio padre, dato che da tempo si era fissato con questa idea, ed è per questo che lei l’ha lasciato. Infine immagina sia Carlotta, compagna del padre, che probabilmente le chiede se vuole andare a vivere con lei.
Nessuna delle tre supposizioni però le piace.
Quando arriva a casa è impaziente di scoprire chi le ha spedito la lettera, ma scopre ben presto che si tratta solo di una promozione pubblicitaria.

Personaggi principali: Maria è una ragazza che evita di faticare se gli altri possono parlo per lei.
Ne è un esempio il fatto che, quando è sul tram, evita di leggere i giornali visto che le signore lo fanno per lei e commentano i vari articoli. È però molto orgogliosa del suo lavoro specialmente quando Luana le chiede di aprire il negozio e quando le clienti le chiedono consiglio sul taglio e sulla tinta. Le piacerebbe coprirsi dalla testa ai piedi come le ragazze indiane, e prendere per mano un ragazzo e dirgli parole dolci mentre lo guarda negli occhi.
Secondo me starebbe molto bene con Emiliano. È una ragazza abbastanza responsabile che riesce a risolvere i propri problemi anche se con il costante aiuto degli amici.
Ha lasciato la scuola perché on le piaceva e si è dedicata con entusiasmo al lavoro di parrucchiera.

Personaggi secondari: Emiliano è il migliore amico di Maria. È nato in Brasile, nella foresta pluviale, è di pelle scura ed è per questo che porta una maglietta con scritto:
“si, io sono un terrone” in francese. Difende sempre tutti, perfino i genitori.
Odia però il loro lavoro e vorrebbe lavorare in un aeroporto. I genitori lo hanno adottato e vorrebbero inutilmente che seguisse le loro tracce di parrucchieri.
Si chiamano Valdo e Luana. Sono molto affettuosi con il figlio e vogliono solo il meglio per lui. Trattano Maria come una figlia.
La madre di Maria è un po’ smemorata; fa la varista e non vuole soffrire per amore. Vuole comunque bene alla figlia.
Il padre di Maria non viene quasi mai citato; secondo me non vuole bene alla figlia. La sua compagna Carlotta, al contrario, adora Maria, anche troppo. È appiccicosa e premurosa, quasi di più della madre vera.
Dei personaggi mi è piaciuta di più Sabina: è la migliore amica di Maria alla quale dà ottimi consigli e rivela molti segreti. È un po’ “gelosa” dell’amica, per il semplice fatto che quest’ultima non ha compiti da fare. A mio parere le piace Emiliano. I personaggi esistono davvero; la scrittrice li incontra per le strade di Milano e si fa raccontare le loro vicende.

Giudizio sul libro: il libro mi è piaciuto perché è breve ma coinvolgente. Ho apprezzato la parte finale di tutta la vicenda dove squilla il telefono e non si sa chi sia stato ad
aver chiamato la ragazza. La storia mi ha insegnato che i problemi si risolvono facilmente, basta avere persone che ti aiutano e ti consigliano.
È un libro scritto in modo semplice con periodi lunghi e vocaboli facili.

Esempio



  



Come usare