Le stragi del sabato sera

Materie:Tema
Categoria:Italiano
Download:720
Data:24.04.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
stragi-sabato-sera_4.zip (Dimensione: 84.69 Kb)
trucheck.it_le-stragi-del-sabato-sera.doc     106 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

“MEGLIO CHE TORNI A CASA UN FIGLIO SENZA PATENTE CHE UNA PATENTE SENZA FIGLIO!”

“Non lo sapevi che c’era la morte
quando si è giovani è strano
poter pensare che la nostra sorte
venga e ci prenda per mano”

Francesco Guccini ha cantato quarant’anni fa quello che ogni fine settimana accade lungo le nostre strade che sono gremite di lapidi e altari con foto, vasetti di fiori, orsacchiotti, lettere che la pioggia e il sole rovinano...ma qualcuno ancora passa e li sostituisce. Tutto questo testimonia anche le stragi che ogni sabato sera colpiscono soprattutto giovani ragazzi che si recano o tornano dalla discoteca.
La notte del sabato è quella in cui i giovani, liberi dagli impegni di lavoro e di studio, dedicano canonicamente al divertimento, ma per molti è purtroppo preavviso di morte e dolore ed infatti un fenomeno tristemente noto di cui si parla ogni domenica è quello delle stragi dopo una notte in discoteca. Le vittime sono sempre i giovani che, nonostante gli appelli alla prudenza che i media quotidianamente propongono, si stordiscono con la musica, con l’alcool e le sostanza stupefacenti dopodichè si mettono alla guida dell’auto. Quando le vittime di queste sciagure sopravvivono, portano con sé conseguenze talmente gravi che impediscono loro di condurre un’esistenza soddisfacente. Le famiglie vengono messe a dura prova nell’assistenza del proprio figlio che spesso richiede una presenza costante 24 ore su 24, i progetti per il futuro vanno in fumo e si riscontrano sofferenze fisiche e psicologiche.
E’ stato dimostrato che non sono sufficienti gli appelli alla prudenza e le misure del codice della strada che sono state adottate finora.
Il Governo ha recentemente approvato un codice morale che vieta la vendita ai conducenti delle auto di alcolici in discoteca, conducenti che verranno individuati dai gestori prima di entrare nei locali e ai quali verrà consegnato un braccialetto di riconoscimento, se è proposto di aumentare i controlli attuati con l’etilometro di 5 volte, portando le verifiche antialcool da 200.000 a un milione che sono comunque poche rispetto a Spagna, Francia ed Inghilterra. Saranno aumentate le sanzioni per chi guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto delle droghe! L’arresto fino a tre mesi, portati a sei mesi se si provoca un incidente, oltre ovviamente ad una forte multa.
I parlamentari di centro-destra Giovanardi e Santanchè, hanno proposto addirittura la chiusura al traffico automobilistico delle strade dalle 22 del sabato alle 7 della domenica, in modo che l’accesso ai locali avvenga solo con l’utilizzo di mezzi pubblici.
Tutto ciò non è ancora sufficiente. Occorre la collaborazione anche delle Regioni e dei Comuni che sono responsabili di molti incidenti dovuti all’incuria del manto stradale e della segnaletica…non basta coprire di tanto in tanto le buche con un po’ di catrame!
Inoltre ogni giorno siamo bersagliati da pubblicità che ci propongono auto sempre più potenti che arrivano a toccare , in alcuni casi, la velocità di 275 km/h. Che senso ha se nelle strade italiane la velocità massima consentita è di 110-130 km/h? Queste macchine vengono comprate dai genitori che le prestano ai propri figli perché la macchina veloce è sinonimo di distinzione, di conquista e successo.
Occorre educare noi ragazzi richiamandoci a doveri e responsabilità perché quando siamo alla guida di un’auto o di una moto rischiamo di mettere a repentaglio non solo la nostra vita, ma anche quella degli altri.

Esempio



  



Come usare