La televisione

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

1 (2)
Download:1173
Data:29.05.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
televisione_5.zip (Dimensione: 3.65 Kb)
trucheck.it_la-televisione.doc     22.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

LA TELEVISIONE.

Ogni giorno milioni di persone iniziano la propria giornata guardando la televisione, vengono influenzati dai messaggi che essa trasmette. Da Karl Popper si è iniziati a condannare l’influenza dei media, soprattutto i messaggi che la televisione manda sui bambini. Sono stati utilizzati termini come massificazione, manipolazione,ricevente passivo per definire il ruolo della televisione. Pier Paolo Pisolini si era gia accorto che tutti i giovani avevano iniziato a vestirsi, comportarsi e pensare in modo analogo in base ai messaggi che la televisione trasmetteva in un determinato periodo. Quindi nella società italiana le persone stavano diventando tutte uguali. Il lato negativo per eccellenza della televisione è il suo trasmettere violenza che essa propina ai bambini. Popper afferma che la televisione ha acquistato un potere ormai incontrollabile sui programmi di violenza. Bisogna censurare questi spettacoli; se questi provvedimenti non vengono attuati si corre il rischio di avere in futuro giovani disumanizzati, violenti e indifferenti verso i problemi del mondo. Solitamente i bambini vengono parcheggiati di fronte alla televisione mentre i genitori sono al lavoro o sbrigano faccende. Cosi loro guardano sempre di più programmi con alto tasso di violenza e a basso contenuto pedagogico e informativo e per ammazzare il tempo si nutrono sempre piu di cibi ipercalorici e poco nutrizionali andando sempre di piu incontro al problema dell’obesità. Ma ci sono anche teorie che dimostrano che le trasformazioni attuate dai media possono stimolare risorse intellettuali e culturali dei bambini.
La televisione risponde a un bisogno fondamentale: la socializzazione. Quest’ ultima agisce su due livelli: sono dei potenti mezzi di socializzazione primaria, in quanto forniscono valori, ruoli, atteggiamenti,modelli. Vi è anche una socializzazione secondaria, che fornisce informazione e intrattenimento. secondo un indagine i ragazzi stanno in media davanti la televisione circa 2,6 ore al giorno, e una piccola percentuale arriva anche a guardarla 4 ore al giorno. La convivenza con la televisione influenza fortemente le abitudini e lo stile di vita dei preadolescenti, privandoli da informazioni, notizia e cultura. Ci sono state delle proposte di fare dei corsi per addestrare i ragazzi ad una fruizione critica del video. I mass media ci propongono solo una piccola parte delle informazioni e ciò è dovuto che loro sono obbligati a operare una selezione. Decidere cosa è importante trasmettere sono decisioni importanti che influenzano le opinioni del pubblico. I bambini imparano ciò che vedono: se guardano scena violente, imparano a comportarsi in maniera aggressiva. Molto importanti come programma per i bambini sono i cartoni animati, divenuti programmi dove abbonda sempre più la violenza. Ma ci sono anche tanti programmi che stimolano la creatività e la fantasia dei piccoli. In conclusione, la televisione ha aspetti negativi e positivi. Il compito è della famiglia di selezionare i programmi ai propri figli e non far diventare la televisione la nuova mamma dei propri figli.

Esempio



  



Come usare