La metamorfosi

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1.5 (2)
Download:192
Data:21.04.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
metamorfosi_14.zip (Dimensione: 5.14 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_la-metamorfosi.doc     23.5 Kb



Testo

LA METAMORFOSI - Franz Kafka
Recensione di Violet Gaia
l libro tratta, ovviamente, di una metamorfosi. Non fisica ed evidente come appare sulle poche pagine ma una metamorfosi interiore, applicabile a qualsiasi situazione e qualsiasi caso.Il racconto è stato composto nel 1912 ma non si bene quando sia ambientato: gli unici riferimenti temporali sono l’assenza dell’energia elettrica, per lo meno in casa Samsa, e la presenza del treno. Tuttavia, come già detto, non è necessario sapere in che anni vivessero i protagonisti, perché il testo resta in qualunque epoca valido nei suoi contenuti.
La trama è molto lineare: un giovane si sveglia un mattino tramutato in un insetto. Egli è molto affezionato alla sua famiglia, specialmente alla sorella minore, che vorrebbe iscrivere al conservatorio.Tuttavia la sua condizione “momentanea” lo rende solamente un peso per la sua famiglia, povera, con una madre malata, un padre anziano e una figlia troppo giovane per lavorare. Quella stessa mattina si presenta il procuratore per assicurarsi che Gregor sia effettivamente malato da poter giustificare la sua assenza al lavoro. Gregor riesce,dopo numerosi sforzi, ad uscire dalla stanza spaventando tutti, genitori compresi. La presenza dell’enorme insetto allontana le fedeli domestiche ed è difficilmente gestibile: cosa mangia uno scarafaggio gigante?
Dapprima è la sorella ad occuparsene ma dopo qualche tempo l’impegno diventa per lei troppo opprimente, la vista della creatura troppo disgustosa…
Dopo che Gregor ha spaventato tre affittuari, in famiglia si decide di eliminarlo. Quella stessa sera l’insetto si ritira nella propria stanza ed esala l’ultimo respiro. Le ultime pagine del libro sono caratterizzate da una sorta di liberazione che domina sull’ambiente familiare.
La vicenda è ambientata interamente in casa, in particolar modo nel salotto e nella “stanza dello scarafaggio”. Non ci sono descrizioni dettagliate dell’ambiente che circonda lo scarafaggio e la sua famiglia ma l’ambiente con il trascorrere del tempo diventa sempre più freddo e vuoto (reso ancor più inanimato dalla sorella che svuota dei mobili la stanza di Gregor), facilmente paragonabile allo stato d’animo del protagonista, che vorrebbe aiutare la propria famiglia ma è in realtà soltanto un peso.
Lo scarafaggio cerca un contatto con il mondo esterno affacciandosi alla finestra e restando ore ad osservare l’ospedale di fronte, che è grigio, non bianco né nero; anche quest’intersezione riflette la situazione del protagonista, non uomo né animale. E’ uno scarafaggio dotato di pensieri e di sentimenti umani.
La prima parte del racconto è particolarmente lenta. Sulle righe scorrono le immagini dei patetici sforzi di Gregor per rapportarsi ad un nuovo corpo difficilmente gestibile in un “ambiente umano” (alzarsi dal letto, girare per una stanza ingombra di mobili…).
La seconda parte, invece, è caratterizzata da un’accelerazione della narrazione. L’attenzione si sposta dal ragazzo alla famiglia.
La narrazione è condotta in terza persona da Franz Kafka, che espone con semplicità e senza tanti artifici le avventure di sé stesso, ma anziché utilizzare "l'io" decide di trasportarle su una figura a lui parallela, frutto della sua fantasia.
Kafka scrive questo libro incentrando tutta la narrazione su una metafora che si sostituisce alla similitudine “ Gregor è come un insetto”.Della narrazione non è da notare lo stile, semplice, oggettivo e non troppo ornato di belle parole. Tuttavia Kafka riesce in questo modo, con semplici descrizioni, a trasmettere sensazioni claustrofobiche, comunica al lettore la sua visione della vita.
E’ esposta la figura del diverso. Così il racconto può essere interpretato come un graduale processo di emarginazione. All’inizio il nuovo stato del protagonista produce paura nella madre e odio nel padre. Tuttavia questi ultimi si sentono ancora legati a lui e sperano in una guarigione. Con il passare del tempo, però, la sua esclusione dal resto della famiglia diventa sempre più evidente fino a diventare totale, tanto da progettare l’eliminazione di questo “figlio malato”. E’ la trasposizione della vita di Kafka, che aveva un pessimo rapporto con suo padre e si sentiva da lui oppresso.
Ciò che colpisce è la mancata reazione di Gregor dopo essersi reso conto della sua metamorfosi in insetto. Per lui sembra una cosa normale svegliarsi una mattina e non saper come scendere dal letto.Inoltre pensa di poter continuare con la sua vita normale senza alcun problema di nessun tipo.
Kafka vuole esporsi e scrivere di sé stesso in terza persona, contrastare il padre che er particolarmente severo e di mentalità ristretta e, soprattutto, rendere pubblica la sua forte obiezione al carattere della struttura sociale borghese, a suo parere particolarmente oppressiva.

1

Esempio



  


  1. sabrina

    le similitudine che fanno riferimento alla vita di gregor e al rapporto con il padre


Come usare