La Cariola Luigi Pirandello

Materie:Appunti
Categoria:Italiano
Download:2882
Data:21.11.2005
Numero di pagine:3
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
cariola-luigi-pirandello_1.zip (Dimensione: 4.56 Kb)
trucheck.it_la-cariola-luigi-pirandello.doc     23.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Analisi della novella “la carriola”
Luigi Pirandello è u uno scrittore dell’ottocento inizialmente legato strettamente al verismo, corrente letteraria sviluppatasi in Italia nel diciottesimo secolo. Presto però si stacca da questa corrente di pensiero, anche se tutta via se ne avverte l’influenza nelle sue opere.
L’ avvocato ripete quotidianamente un rito, unico modo per sentirsi vivo tra la piatta vita della sua professione e del suo ruolo sociale. È questo un rito particolare, che comprometterebbe la carriera del suddetto se fosse scoperto. L'unico timore dell'avvocato è che la sua vittima possa rivelare il segreto, pur nella sua impossibilità di comunicare.
Tutto ha iniziato in treno, di ritorno da Perugia. Il protagonista, che stava lavorando, ad un tratto distoglie lo sguardo dalle sue carte e lo volge al paesaggio, quindi improvvisamente si addormenta. Al suo risveglio si rende conto che la vita che ha condotto fino a quel momento non gli appartiene, non si riconosce più nel suo corpo, nel suo aspetto, nel suo compito di ricercato professionista, marito e padre di famiglia. La sua facciata è stata creata artificialmente, senza alcun intervento dell'individuo che si vede usurpata la vita, vita che forse non ha nemmeno iniziato a vivere. Chi è impegnato ad esistere non ha infatti tempo di sviluppare questo genere di riflessioni, perché conduce la sua esistenza. Tuttavia gli obblighi familiari inducono l'avvocato ad aprire per l'ennesima volta la porta di casa e recarsi nello studio. Ha egli una vecchia cagna che, con l'avanzare degli anni, ha imparato ad apprezzare il silenzio della stanza del professore. Questo, come ogni giorno, dopo essersi assicurato di non essere visto da nessuno, prende le due zampine di dietro della cagna e le fece fare la carriola. L'atto carica il protagonista come un cannone, se non fosse per lo sguardo che la bestia, sbigottita, rivolge al padrone dopo il rito. All'avvocato non è concesso scherzare, e quel semplice atto costituisce il suo svago maggiore. La scoperta di tale rito distruggerebbe la sua esistenza.
Il protagonista è un avvocato, professore di diritto, uomo che tutti stimano e al quale si rivolgono per chiedere consigli e assistenza.
È rispettato e ammirato da tutti e a causa della sua tanta occupazione non può neanche permettersi il lusso di essere stanco. È un padre di famiglia, infatti ha moglie e figli anche se di loro non ci viene presentata una descrizione. La sua vita comunque sembra non avere difetti, ma probabilmente è proprio questa perfezione che l’ha portato all’esasperazione
La cagnetta la possiamo considerare l’antagonista. È una vecchia lupa che passa le giornate chiusa nello studio in compagnia del suo padrone, perché ormai troppo vecchia per giocare con i bambini. Il protagonista e la cagna non avevano mai avuto un buon rapporto, ma essa, invecchiando, si rende conto che si trova in sintonia col silenzio e con la calma di quell’uomo. Infatti è anch’essa stupita del rito di cui ogni giorno è vittima e, come dice il narratore, rimane ferma, sbigottita a guardare il padrone.
Il messaggio che il narratore, interno al racconto, ci vuole trasmettere con questa novella è che non si può cambiare, non si può essere quello che si vuole, se si perde la propria realtà non si può più essere nessuno, si può solo concedersi una via di fuga, ossia la pazzia che è l’unità valvola di sfogo.
Infatti il protagonista appena ha un minuto libero, si chiude a chiave nel suo studio e, preso da una sorta di folle voglia di cambiamento prende la sua cagnetta per le due zampe di dietro e le fa fare la carriola. Nella mente del protagonista questo è un modo di evadere, di liberarsi, per un attimo, dalla forma in cui è costretto a vivere, ovvero un modo per vendicarsi della società che gli impone di essere quello che lui non è. Questa novella in generale sviluppa il tema della perenne insoddisfazione dello spirito umano, del mondo diverso, libero di ipocrisie, dagli schermi, per affermare l’autenticità del nostro essere.

Esempio



  


  1. mela

    sto cercando la poesia di pirandello in versi che si chiama LA CARIOLA .. sostengo l'esame di terza media a napoli

  2. mela

    per favore la poesia di pirandello :la cariola In versi non il riassunto .. mi serve entro gg!!


Come usare