L'uomo di Kiev

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1.5 (2)
Download:91
Data:26.04.2006
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
uomo-kiev_1.zip (Dimensione: 3.52 Kb)
trucheck.it_l-uomo-di-kiev.doc     21.5 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Autore: Bernard Malamud
Titolo: L’uomo di Kiev

Riassunto:
Yakov Bok è un ebreo. Abbandonato dalla moglie e rimasto senza lavoro, andò a Kiev. Qui, una sera, si imbatté in un industriale tedesco ubriaco, al quale salvò al vita e questo, per ringraziarlo, gli offrì un lavoro come sorvegliante nella sua fabbrica. Yacov non rivelò a nessuno di essere ebreo, nonostante ciò questo lavoro attirò su di lui molte inimicizie e un giorno, quando venne rinvenuto il cadavere di un bambino, Yacov venne accusato di infanticidio.
Per due anni venne sottoposto a perquisizioni umilianti e a terribili sofferenze, che lo portarono a conoscere meglio sé stesso. Mentre era in carcere, conobbe un uomo che gli fece scrivere una confessione, nella quale ammetteva di essere il colpevole, ma nel momento di firmare, al posto della firma scrisse la parola innocente. Una sera, Yacov, sognò di fare un colloquio con lo zar Nicola III e si vide mentre lo uccideva con un colpo di rivoltella.
Il libro termina con l’apparizione in tribunale del protagonista, ma il racconto si interrompe prima della sentenza definitiva.
Si pensa che il bambino lo abbia ucciso la madre, ma poi si scopre che il vero colpevole è l’amante dalla donna, per vendetta verso quest’ultima.

Epoca:1911, prima della rivoluzione russa;
Durata: 2/3 anni;
Tempo: il tempo narrativo non corrisponde a quello reale: in alcuni punti la vicenda viene analizzata più precisamente, i giorni passano molto velocemente;
Personaggi:
Yacov Bok= uomo ebreo, personaggio dinamico, tristesfortunato e con poca fiducia in sé stesso;
Raisl= moglie di Yacov;
Shmuel= genero di Yacov, consigliere spirituale di Yacov;
Bibicon= giudice che aiutò Yacov e morì impiccato, con l’accusa di frode;
Marfa Golov= madre del bambino ucciso, presunta assassina;
Zenia Golov= bambino ucciso.

Narratore: esterno alla narrazione e impersonale, in quanto non esprime giudizi e onnisciente;
Temi: odio razzista, in particolare quello provato dai russi nei confronti degli ebrei; innocenza di Yacov.

Esempio



  



Come usare