Jurassik park 3

Materie:Scheda libro
Categoria:Italiano

Voto:

1 (2)
Download:196
Data:10.01.2006
Numero di pagine:5
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
jurassik-park-3_1.zip (Dimensione: 40.36 Kb)
readme.txt     59 Bytes
trucheck.it_jurassik-park-3.doc     65.5 Kb



Testo

JURASSIC PARK III

Autore:
Micheal Chricton è un buon ragazzo di Chicago. È nato a Chicago nel 1942 e si è laureato in medicina a Haward. Si era messo in testa l’idea di fare lo scrittore, ma all’università hanno bocciato la sua idea. Durante un esame portò un saggio d’Orwell che raggiunse appena la sufficienza. Dopo di questo incominciò a creare romanzi che traevano ispirazione dagli incubi della gente. Non voleva scrivere se non sotto contratto. Infatti, molti suoi libri sono stati la base di film di Hollywood. È anche collezionista d’arte contemporanea.

Trama:
Erik Kirby, un ragazzo in viaggio intorno ad Isla Sorna per il suo compleanno, mentre stava volando col paracadute con l’amico di famiglia Ben trainato da una barca, entra in un banco di nebbia. Quando uscirono, sulla barca non c’era più nessuno, e per non rischiare di cadere in acqua, si sganciarono e volarono verso l’isola. Otto settimane dopo, il dott. Alan Grant va a trovare la sua amica Ellie Sattler e le parla del suo nuovo scavo e della conferenza che avrà luogo il giorno dopo. Durante la conferenza degli studenti gli fanno delle domande sul Jurassic Park e lui risponde che niente potrà mandarlo sull’isola. La famiglia Kirby, dopo aver saputo che il loro figlio era scomparso, ingaggia un gruppo di uomini esperti, Durante il ritorno dalla conferenza, Alan è fermato da Paul Kirby, che gli chiede se poteva fare da guida a lui e a sua moglie Amanda per un giro sopra Isla Sorna in aereo per il loro anniversario di nozze. Lo convince finanziando i loro scavi. Qualche giorno dopo, partono per l’isola. Insieme ad Alan, era andato anche Billy, un suo amico e compagno di scavi. Arrivati sopra l’isola, Alan incomincia a descrivere i dinosauri che si vedevano a terra. Ad un certo punto, Paul chiede a Udesky, uno della compagnia ingaggiata dai Kirby, se vedeva un punto dove atterrare. Alan, sentitoli, si oppose e Cooper, un altro, lo colpì. Quando Alan si risvegliò, l’aereo era a terra. Amanda, col megafono, chiamava il Figlio Erik e l’amico Ben. Ad un certo punto si sentì un ruggito e degli spari. Dall’aereo videro arrivare Udesky e Nesh che mentre correvano gli gridava di salire sull’aereo. Appena l’aereo fu partito, si ricordarono di Cooper, che era rimasto a terra. Poco dopo, Cooper saltò fuori dalla vegetazione, ma l’aereo era già in partenza e non potevano aspettarlo. Subito dopo videro una figura gigantesca uscire dalla boscaglia che azzannò Cooper. Purtroppo l’aereo, mentre si stava alzando, urtò contro il dinosauro e virò verso il bosco dove, dopo aver perso la coda e le ali, s’incagliò sugli alberi. Amanda vide davanti al muso dell’aereo la testa del dinosauro e gridò. In poco tempo, il muso dell’aereo era tolto dal morso del dinosauro. Quando lo fece cadere, mise il muso dentro all’aereo e prese per la gamba Nesh facendolo cadere. Lui tentò di fuggire ma fu fermato prima. Spaventati, i sopravvissuti corsero in fondo all’aereo, facendolo precipitare a terra. Paul uscì dall’aereo per vedere cosa era successo e vide il dinosauro venire verso di loro; corse dentro. Mentre il dinosauro era occupato a giocare con i resti dell’aereo, Alan, Paul, Amanda, Udesky e Billy corsero verso la pianura. Poco dopo furono raggiunti e trovarono riparo in un bosco molto fitto che non riusciva a passare. Continuarono a correre fino a quando furono fermati dalla carcassa di un altro dinosauro. Sfortunatamente, era il pasto di un T-rex. Alan li avvertì, ma gli altri non lo ascoltarono e corsero via. Arrivarono in uno spiazzo nella foresta dove si fermarono perché bloccati dall’altro dinosauro di prima. Tra i due si accese uno scontro da cui uscì vincitore quello più grosso. Sfruttando l’occasione, il gruppo tornò al luogo dell’incidente dove cercarono qualche oggetto. Qui, Alan spiego a tutti che specie di dinosauro era quello: uno spinosauro. Subito dopo si rimisero in cammino. Poche ore dopo, raggiunsero il paracadute di Erik. Purtroppo lui non era lì ma trovarono il corpo di Ben. Amanda si spaventò e scappò via. Subito dopo Paul chiamò Alan: aveva trovato un nido di velociraptor. Continuando ad attraversare il bosco, arrivarono ad una radura dove al centro era situato un impianto della InGen. Arrivati dentro, trovarono un telefono. Per sfortuna era staccata. Continuarono a girare per l’impianto e arrivarono nella sala dove facevano nascere i dinosauri. Ad un certo punto, mentre guardava le vasche, Amanda fu attaccata da un velociraptor. Scapparono e quando uscirono furono inseguiti da un branco di velociraptor che li inseguì fino alla boscaglia. Mentre scappavano, Alan si divise dagli altri. Paul, Amanda e Billy riuscirono ad arrampicarsi sugli alberi, mentre Udesky rimase a terra e fu ucciso. Mentre scappava, Alan fu salvato da un ragazzo travestito con delle foglie che si rivelò essere Erik. Passata la notte, Alan ed Erik cominciarono a camminare per cercare i suoi genitori. Anche loro con Billy iniziarono a cercare Alan. Ad un certo punto, Erik sentì la suoneria del cellulare del papà e corse verso la musica. Anche il padre sentì Erik chiamarlo e corse anche lui. Usciti entrambi dalla boscaglia, s’incontrarono ad una recinzione. Erik disse al padre come aveva fatto a trovarlo, ma il padre disse che aveva dato il cellulare a Nesh prima de essere mangiato. Subito si voltarono e videro dietro di loro lo spinosauro che li fissava. Alan urlò di correre e si riuscirono a salvare solo grazie ad un buco nella recinzione. Sfortunatamente, lo spinosauro la sfondò e spaventati corsero verso una struttura vicino ad un burrone. Si salvarono per un soffio. Proprio in quel momento, Alan scoprì che Billy aveva rubato delle uova dai nidi dei velociraptor. Dentro quella struttura c’era una scala che scendeva per il dirupo. Mentre stavano scendendo, Erik fu catturato da uno pteranodonte e portato via. Allora Billy salì più in alto possibile e saltò giù aprendo il paracadute usato in precedenza da Erik. Erik fu portato su una roccia dove fu salvato da Billy che però sacrificò la sua vita per salvare la sua. Intanto Alan, Paul e Amanda erano riusciti a salvarsi insieme ad Erik. Continuarono a camminare lungo la riva del fiume che scorreva nel dirupo fino a quando arrivarono ad una barca. La fecero partire e percorsero il fiume. Arrivata la notte, stavano ancora navigando quando sentirono la suoneria del cellulare di Paul. Preoccupati, rimasero all’erta, ma per fortuna non c’era lo spinosauro ma i suoi escrementi. Infatti, lo trovarono lì in mezzo. Dopo tornarono sulla barca e proseguirono. Non molto tempo dopo, lo spinosauro saltò fuori dall’acqua e attaccò la barca affondandola. Per fortuna Alan, prima di finire in acqua, aveva avvertito la sua amica Ellie della situazione in cui si trovava. Fortunatamente lo spinosauro aveva rotto il serbatoio di benzina e Alan aveva trovato una pistola con razzi di segnalazione. Così, Alan accese la benzina provocando un incendio che fece fuggire il dinosauro. Passata la notte, il gruppo si stava avvicinando alla costa quando fu accerchiato de un gruppo di velociraptor che cercava le uova. Dopo averle ricevute, sentirono il rumore di elicotteri e fuggirono. Così Alan e gli altri raggiunsero la costa dove c’era l’esercito ad aspettarli e anche un elicottero. Saliti sopra di esso, trovarono Billy fasciato per le molte ferite. Infine partirono dall’isola sani e salvi con una coppia di pteranodonte che li accompagnavano.

Protagonisti:
• Alan Grant, è un archeologo che partecipò all’esperienza al Jurassic Park e fu ingaggiato dai Kirby come guida turistica.
• Billy, l’assistente di Alan che lo aiuta negli scavi e nell’avventura sull’isola li caccia nei guai.
• Paul Kirby, il proprietario di un negozio d’accessori in ceramica che si spaccia per il proprietario di un’azienda famosa.
• Amanda Kirby, la moglie di Paul
• Erik Kirby, è il figlio dei Kirby che otto settimane prima sparì.

Esempio



  



Come usare