Io voglio del ver la mia donna laudare

Materie:Appunti
Categoria:Italiano
Download:408
Data:02.10.2007
Numero di pagine:1
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
io-voglio-ver-mia-donna-laudare_1.zip (Dimensione: 3.19 Kb)
trucheck.it_io-voglio-del-ver-la-mia-donna-laudare.doc     25 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

PARAFRASI DELLA POESIA
“Voglio del ver la mia donna laudare” di Guido Guinizelli
Io voglio del ver la mia donna laudare
ed asembrarli la rosa e lo giglio:
più che stella diana splende e pare,
e ciò ch’è lassù bello a lei somiglio.
Verde river’ a lei rasembro e l’âre,
tutti color di fior’, giano e vermiglio,
oro ed azzurro e ricche gioi per dare:
medesmo Amor per lei rafina meglio.
Passa per via adorna, e sì gentile
ch’abassa orgoglio a cui dona salute,
e fa ’l de nostra fé se non la crede;
e no·lle pò apressare om che sia vile;
ancor ve dirò c’ha maggior vertute:
null’om pò mal pensar fin che la vede.
Io voglio lodare la mia donna secondo verità e paragonare a lei la rosa e il giglio: risplendere e appare più della stella diana e ciò che nel cielo è più bello lo paragono a lei.
A lei paragono una verde campagna e l’aria, tutti i colori, tutti i colori dei fiori, il giallo e il rosso, l’oro e l’azzurro e ricchi gioielli da offrire in dono: lo stessp Amore, per mezzo suo, si affina meglio.
Passa per la via così carica di bellezza e così gentile da abbassare l’orgoglio di colui che saluta e lo converte alla nostra fede se non la professa,e non le si può avvicinare qualcuno che sia vile; vi dirò ancora che possiede una virtù più grande: nessuno può pensare male finchè la vede.

Esempio



  



Come usare