Il valore del culto oggi

Materie:Tema
Categoria:Italiano

Voto:

1 (2)
Download:239
Data:15.05.2007
Numero di pagine:2
Formato di file:.doc (Microsoft Word)
Download   Anteprima
valore-culto-oggi_1.zip (Dimensione: 3.86 Kb)
trucheck.it_il-valore-del-culto-oggi.doc     22 Kb
readme.txt     59 Bytes



Testo

Nella nostra società in continua evoluzione, dove l’apparire è talvolta più importante dell’essere, che valore ha la religione e che ruolo riveste? Esprimete le vostre riflessioni, anche sulla base di esperienze personali.
Per risalire alle origini della religione è necessario tornare molto indietro nel tempo, fino alla preistoria. Infatti, fin dai suoi primi approcci con il mondo esterno, l’uomo ha sempre cercato di spiegare i fenomeni naturali che lo circondano. Nel corso del tempo questo primo approccio si è affinato fino a dare vita alle religioni propriamente dette.
Attraverso i secoli queste si sono scisse e differenziate tra loro per due motivi fondamentali: il credere in uno o più dei(monoteismo e politeismo) e il significato religioso di alcuni avvenimenti, documenti e istituzioni storiche.
Oggi, per innumerevoli motivi, il ruolo e il del culto sono profondamente mutati. Infatti la maggior parte della popolazione ha perso interesse nella fede più spirituale, per dedicarsi ad un credo legato alle apparenze ed alle aspettative altrui.
Questo cambiamento può essere dovuto alle regole troppo ferree che devono essere osservate, o, addirittura alla mancanza di fedeltà nei confronti di Dei che permettano alle ingiustizie e alla povertà di regnare incontrastate nel Mondo.
Per quanto riguarda alcune regole troppo severe, è necessario ricordare che esse non fanno parte della religione sin della sua nascita. Prendendo come esempio la religione cattolica si può notare che i suoi dogmi non furono creati con essa, ma ideati dalla Chiesa nel corso del tempo, durante eventi come il Concilio di Trento(1545-1549). Questo fenomeno può causare una perdita di interesse nel fedele, che non riconosce più i principi fondamentali del suo credo, ma solo un insieme di riti e cerimonie da eseguire per mantenere intatte le apparenze. Molto spesso questo porta al crearsi di un divario tra “credente” e “osservante”.
La civiltà odierna tende a negare l’esistenza di forze sovrumane, a causa di una mentalità più critica e scientifica, a volte scettica.
La maggior parte delle persone crede solo a ciò che vede e attribuisce una spiegazione logica ad ogni evento.
Tutto è spiegabile attraverso la ragione, e l’antica credenza nei miracoli è attribuibile all’ignoranza in campo scientifico e naturalistico.
Questa mentalità scettica ha portato lentamente al decadimento della religione.
Un’altra causa di questo fenomeno è riconducibile alle numerose guerre, antiche e attuali, legate alla fede.
I principi fondamentali del culto vietano la violenza e incitano alla fratellanza, ma perdono tutto il loro valore non appena si prendono le armi con la fede come pretesto.
È necessario, quindi, epurare la religione di tutti i principi che vanno contro di essa, e allora, forse, sarà possibile riportarla al suo antico valore.

Esempio



  



Come usare